TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

AUTOGOL DI VENUTI!!!

di Claudio Carbone, Casarano 26/05/05

 

Parlando di  sport……………

 

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, DICEMBRE 2004

A parlare è il vice-sindaco Gabriele Caputo che, in un intervista apparsa sullo stesso giornale, ha voluto tranquillizzare gli sportivi assicurando loro che entro breve tempo il problema verrà risolto. «Avevamo già preso l'impegno di risolvere il problema - dice - e adesso sarà possibile farlo grazie all'assestamento di bilancio approvato nei giorni scorsi in consiglio comunale». Caputo ha anche voluto precisare che l’amministrazione comunale non si è affatto scordata delle squadre di pallavolo, pallamano e basket. «Adesso i fondi sono in bilancio - spiega il vicesindaco - e in breve decideremo se sarà l'amministrazione ad acquistare le tribune o se è più conveniente che lo facciano le associazioni sulla base di un contributo comunale».(Nutricati)

 

QUOTIDIANO, MAGGIO 2005

 Il sindaco, Remigio Venuti, non ricorda se questi interventi erano stati inclusi nell’attuale programmazione. “Farò una verifica con gli uffici”, promette il primo cittadino, e chiarisce che il progetto per lo stadio appena finanziato non poteva prevedere nuovi impianti sportivi. “Il bando a cui abbiamo concorso riguardava la messa a norma di impianti vecchi e non di nuova costruzione – spiega Venuti – sono delle opportunità che i comuni prendono al volo e, purtroppo, non prevedeva impianti nuovi, come il pallone tensostatico. Devo dire, però – conclude il sindaco – che l’impianto di Pietrabianca sconta un difetto d’origine: secondo me, bisognava pensare quella struttura in modo meno precario, nel senso che si poteva prevedere una gradinata destinata al pubblico per assistere alle varie manifestazioni sportive”.(Schiavano)

 

Carissimi amici, vi pregherei di leggere con attenzione queste due affermazioni, contrastanti tra loro, perché vi vorrei sottoporre alcuni piccoli particolari.

Qualora aveste letto il testo integrale del secondo articolo, apparso anche su tuttocasarano e tutt’ora in home page, saprete che uno dei miei due fratelli ha inviato ad Enzo Schiavano una segnalazione della scarsa attenzione rivolta agli sport minori da questa amministrazione. Nessuna polemica sull’assegnazione degli importi del finanziamento riscosso dall’amministrazione. Quando si parla di sport, sport sia a qualsiasi titolo o livello, ma semplicemente osservazioni sull’attenzione rivolta agli  stessi.

Alcuni particolari:

·        La persona che ha inviato l’e-mail non è Carlo bensì Rocco (giusto che si dia ad ognuno il suo). Ma il senso non cambia.

·        Dalle date è facile notare che il Sig. Sindaco ha la memoria corta. In cinque mesi ha scordato le lamentele della gente che ha lui stesso incontrato durante un incontro di pallavolo al tensostatico, a cui ribadì quello che il suo vice affermò sulla Gazzetta.

·        Per Venuti è nuovo un tensostatico costruito dieci anni fa dall’amministrazione del suo predecessore William Ingrosso (Dio lo preservi, grande amico).

·        Quell’amministrazione (di cui lui era vicesindaco) approvò il progetto così com’era e allora nessuno si accorse dei “difetti d’origine”, che tuttavia, con un po’ di buona volontà potrebbero essere corretti.

·        Il Sindaco, tra una dimenticanza e l’altra ha scoperto che ci sarebbe bisogno di una GRADINATA!!!!

INCREDIBILE!!!!!!!!!!!!!!

 

Inoltre, a me personalmente non risulta che una Società che ha in gestione una struttura possa, come dice Caputo, fare ad essa delle modifiche strutturali come per esempio costruirvi una gradinata; neppure se questa viene finanziata dal Comune può ad alcun titolo essere acquistata dalla Società gerente ed essere impiantata in una struttura pubblica.

E’ però giusto ricordare che proprio in questi giorni l’Amministrazione ha stanziato una somma per il Centro Sportivo che da anni sostiene autonomamente le proprie attività tra gli sforzi, spesso notevoli, dei suoi sostenitori o, se preferite, sponsor. Per questo motivo và elogiato l’operato di tutti quanti sostengono queste iniziative. Tale somma non ha comunque nulla a che fare con la GRADINATA in questione, ma và intesa come contributo per le spese sostenute dalla Società nello svolgimento dei Campionati in cui è impegnata. Quello che però mi rimane insopportabile, e scusate il mio sfogo, è notare come spesso in politica si “usino” parole e promesse che nel tempo vengono dimenticate o “raddrizzate” per giustificare questa o quell’altra cosa. La mia personale impressione è che l’utile nell’interesse della collettività dovrebbe assumere una posizione più centrale per i nostri Amministratori, e non solo per quel che riguarda lo sport. Un encomio in tal senso alla denuncia della Iena. E’ ora che qualcuno ritrovi le parole. E che non le dimentichi.