TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Il "bello" del "Grande Fratello" sarà il testimonial della nuova linea di calzature
di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 23/06/2005

 

 

Orgoglio italiano dalla testa ai piedi. Parte la nuova campagna immagine della Filanto, che ha per testimonial il «principe» dei salotti televisivi e delle cronache rosa, Ascanio del Grande Fratello. Continua così la strategia di rilancio del calzaturificio di Casarano: dopo aver legato la propria linea sportiva all'immagine del più grande campione di Formula Uno, Michael Schumacher, la Filanto torna in patria per puntare sul Made in Italy di nome e di fatto. Non sono i numeri il problema dello storico calzaturificio: 7,5 milioni di paia di scarpe prodotte all'anno (di cui il 70 per cento da uomo e il 30 per cento da donna) e un fatturato complessivo di 130 milioni di euro. Ma ora l'obiettivo si chiama qualità e marketing, chiavi vincenti per battere la concorrenza; e poiché spesso i problemi possono trasformarsi in risorse, la Filanto ha deciso di prendere di petto la Cina, rilanciando l'orgoglio tricolore. Si chiama «Italia», infatti, la nuova linea che ha per testimonial Ascanio che tra l'altro ha scelto calzature Filanto anche in occasione del suo matrimonio con la compagna di televisione e di vita Katia. «E' una scarpa che traduce, a partire dal nome, la determinazione nell'affrontare la concorrenza che proviene dai paesi orientali - spiega il responsabile commerciale dell'azienda, Tommaso De Micheli - e che sta mettendo in seria difficoltà il settore calzaturiero italiano ed europeo». Il nuovo modello, pensato per un target giovanile e di tendenza, sta incontrando notevole successo sia nella grande distribuzione specializzata in calzature, sia negli store Filanto, presenti nelle province pugliesi, italiane e all'estero. Insomma, se la Cina è vicina, il made in Italy - di nome e di fatto - è ai nostri piedi.