TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

natale108.gif (7919 byte)

Natale è l'occasione giusta...
per ricordare gli amici speciali.  Buone Feste

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Lezioni anti bullismo
Stanziati 12mila euro a favore di un progetto del Tdm, del Comune e delle scuole

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 28/12//2005

 

«Avevo 18 anni: non permetterò a nessuno di dire che è l'età più bella della vita» scrisse Paul Nizan, circa trent'anni fa. Le adolescenze dorate, probabilmente, non sono mai esistite ma a rendere più dura una fase così delicata della vita ci pensano troppo spesso i compagni di scuola, pronti a dare addosso a chi è più debole. Da alcuni anni questo fenomeno ha un nome scientifico, bullismo scolastico, e da gennaio partirà in città anche un programma per combatterlo, frutto della collaborazione tra l'assessorato alle politiche sociali e il Tribunale per i diritti del malato. La notizia è arrivata ieri, durante la celebrazione del venticinquesimo anniversario dell'associazione; nella sua relazione, la referente territoriale del Tdm, Anna Maria De Filippi, ha annunciato il finanziamento del progetto. «Dopo due anni di lavoro - spiega la De Filippi - di contatti con oltre venti comuni, incontri con sindaci, assessori, la Provincia, le scuole, la stessa Asl, due anni in cui ci siamo sentiti rispondere che non vi erano risorse, siamo riusciti finalmente a realizzarlo con i quattro istituti comprensivi della città, grazie all'assessore Antonio Memmi che ha creduto fortemente nel progetto, al sindaco e alla giunta che ha deliberato favorevolmente». Il progetto antibullismo è stato infatti finanziato nei giorni scorsi per un importo di 12 mila euro e prevede, in sostanza, una serie di lezioni «aperte» svolte da psicologi, sociologi ed esperti della materia in alcune classi di tutti i quattro istituti comprensivi cittadini; l'intento è quello di educare al rispetto reciproco e al riconoscimento e alla convivenza pacifica, spezzando le logiche «di branco» e i germi di violenza. Il programma durerà circa 70 ore, partirà da gennaio e si prolungherà fino ad aprile. Al termine del ciclo di lezioni (che si svolgono durante il normale orario scolastico), l'esito verrà presentato alla città in un'iniziativa pubblica organizzata da Comune e Tdm, in modo da chiudere il cerchio educativo coinvolgendo anche le famiglie, come spiega l'assessore Memmi. Un'emergenza bullismo, però, non esisterebbe a Casarano e il progetto punta soprattutto sulla prevenzione del fenomeno. «A Casarano non ci sono situazioni preoccupanti, ma in alcuni comuni vicini sono accaduti fenomeni del genere - dice Memmi - Prima che accadano anche qui fenomeni di violenza, magari emulativa, ci sembra importante prevenire, seminando fin dalla giovane età concetti di libertà e fratellanza»