TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

L'intento del sindaco è di chiudere al traffico piazza Diaz
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 05/10/2005

  

 

A pochi giorni dalla chiusura del cantiere, alcuni basoli di piazza Diaz sono già sconnessi. La segnalazione proviene dagli stessi cittadini che avevano notato un notevole movimento della pavimentazione al passaggio delle automobili. In particolare, si tratta di tre pietre situate a pochi metri dall’obelisco di S. Giovanni Elemosiniere. Probabilmente il cemento che le teneva insieme si è sfaldato a causa del passaggio di mezzi pesanti. Il timore è che anche altri basoli si possano staccare per il continuo passaggio delle automobili e degli autotreni. La questione era stata oggetto di dibattito durante l’ultima assemblea cittadina, svoltasi venerdì scorso.

Rispondendo ad una precisa richiesta del consigliere comunale di opposizione, Francesco Ferrari (Udc), il sindaco Remigio Venuti ha affermato che “l’amministrazione è ancora in attesa di una relazione conclusiva da parte della ditta appaltatrice per poi decidere se pagare o contestare l’opera eseguita”. Nella stessa occasione, il primo cittadino ha fatto chiarezza sulle tante ipotesi avanzate circa il futuro della piazza appena recuperata. “Il nostro intento è chiaro – ha detto – rimane fermo l’obiettivo di trasformarla in un’isola pedonale”, ed ha spiegato come l’amministrazione comunale stia valutando “in che modo raggiungere tale obiettivo senza che coloro che in piazza vivono e operano si sentano oggetto di provvedimenti mortificanti”.

Viene dunque smentita la tesi che voleva come definitiva la riapertura al traffico ottenuta, però, soltanto in via provvisoria, dopo alcune settimane di stallo seguenti la chiusura del cantiere, dai commercianti della piazza. “Siamo comunque consapevoli che un provvedimento di chiusura possa provocare, almeno in una prima fase, un contraccolpo per chi opera in piazza. Tuttavia” ha continuato Venuti, siamo altresì certi che alla lunga arriveranno gli attesi risultati positivi in termini di maggiore fruibilità e gradimento da parte dei cittadini”.

Se certo appare il destino di piazza Diaz, incerto rimane ancora il modo in cui la chiusura al traffico verrà attuata. “Alla chiusura si arriverà gradualmente” garantisce il sindaco “individuando aree di parcheggio alternative insieme a forme di attrazione per le famiglie”. Fondamentale sarà poi la scelta del tipo di arredo urbano da adottare. Qualcosa in più potrà sapersi non appena verrà completato uno studio realizzato dall’ufficio urbanistica del Comune. Al vaglio anche alcune novità per la circolazione sulle strade adiacenti la piazza.