TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

Contributo ai rossoazzuri decurtato di 15mila euro

Il Comune «taglia» i fondi alla squadra

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 15/04/05

 

 

Decurtato di 15.000 euro il contributo comunale alla Casarano Calcio. E il presidente della squadra, Fulvio Alfarano, attacca ancora una volta l'amministrazione comunale. «Ecco che fine fanno le promesse da campagna elettorale». Alla «storia infinita» della polemica tra piazza Garibaldi (sede della società calcistica) e Palazzo dei Domenicani si aggiunge un nuovo capitolo. È di questi giorni la decisione della giunta comunale di portare da 40.000 a 25.000 il contributo destinato alla Casarano Calcio da parte dell'amministrazione comunale. Decisione sulla quale pesano gli equilibri di bilancio dell'ente comunale, ma che non va giù a quello che è ufficialmente il presidente della Casarano Calcio. «Ricordo che era il 5 gennaio - dice Alfarano - quando pubblicamente il vicesindaco Gabriele Caputo, l'assessore allo sport Giuseppe Morgante e anche il sindaco Remigio Venuti presero l'impegno pubblico di erogare il finanziamento di 40.000 euro entro il mese di gennaio o al massimo i primi giorni di febbraio». L'incontro tra amministratori e società era arrivato alla fine di un lungo tira e molla, infarcito di stilettate polemiche in special modo tra Alfarano e Venuti. Il giudizio, secondo il presidente, è netto. «Tra due settimane finisce il campionato - dice - che sarebbe potuto essere diverso se ci fosse stato il rispetto degli impegni presi e della parola data: invece dopo aver costretto la società ad elemosinare i contributi, l'amministrazione ha fatto promesse che si sono rivelate infondate». Infine Alfarano formula un auspicio per il futuro: «Spero che gli amministratori dimostrino con i fatti di tenere allo sport, promettendo solo ciò che possono mantenere e mantenendo ciò che promettono. E il discorso - conclude - non vale solo per il campo sportivo».