TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in cittą

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Il sindaco di Casarano č in Svizzera per riabbracciare i concittadini emigrati

di Alberto Nutricati, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 05/11/2005

 

 

La Svizzera chiama ed il sindaco risponde. C'č un sottile filo rosso che lega Casarano alla Svizzera e che, anno dopo anno, si sta sempre pił rafforzando. Dopo l'incontro tenuto dal sindaco diessino Remigio Venuti a Winterthur nel novembre del 2003 e al quale parteciparono circa 150 persone, questa volta a richiedere a gran voce la presenza del primo cittadino sono i casaranesi di Sion e di Basilea. L'associazione «Amici di Casarano» di Sion, infatti, aveva chiesto a Venuti di partecipare al loro raduno annuale. Non molto diverso l'invito rivolto al sindaco da parte di alcuni concittadini di Basilea e dintorni. Gli incontri, ai quali il sindaco ha subito deciso di partecipare, si terranno uno a Sion, in programma proprio oggi nella sala Les Iles, e l'altro domani a Basilea presso la sala St. Clara. «L'esperienza vissuta a Winterthur - dice Venuti - mi ha profondamente arricchito sotto il profilo umano. La lontananza geografica non affievolisce l'interessamento di tutti i concittadini residenti lontano dalla cittą ai problemi di quest'ultima. Il fine di questi incontri - aggiunge - č di contribuire a mantenere vivo il legame tra queste comunitą e il proprio paese d'origine, cercando di "accorciare" le distanze geografiche e rendendo protagonisti, sia pure per una serata, chi guarda da lontano, ma con occhi interessati, il proprio paese d'origine». Proprio per questo motivo, nel corso degli incontri organizzati da Rocco Muscella ed Anna Garzia, il sindaco illustrerą i progetti della cittą, rispondendo alle domande dei presenti e facendo tesoro di critiche e suggerimenti. «Mi rendo perfettamente conto - conclude Venuti - che, per chi ha preso la decisione forte di vivere stabilmente lontano da Casarano, occasioni del genere si rendono utili soprattutto per non tagliare definitivamente il legame con le proprie radici».