TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Nella comunicazione la cosa più importante è sentire ciò che non viene detto.
- Peter F. Drucker

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail

 

 

Il sindaco Venuti risponde ai problemi sollevati da una lettera di protesta scritta da un anonimo disabile

di Mauro Stefano, Dal Nuovo Quotidiano di Puglia del 07/10//2005

 

 

Un disabile lamenta scarsa attenzione da parte dell’amministrazione comunale, in generale, e del sindaco Remigio Venuti, in particolare, verso il mondo dell’handicap, ed il primo cittadino interviene per smentire il contenuto della, tra l’altro anonima, segnalazione (raccolta e fatta propria da Cittadinanzattiva). “Il problema delle barriere architettoniche è grave perché limita drammaticamente tanti concittadini. La normativa in materia è, però, complessa e controversa, rimessa in discussione dalla riforma del Titolo V della Costituzione in seguito alla quale sarà necessario ridefinire le competenze tra Stato e Regioni”, afferma Venuti il quale auspica che sia la Regione Puglia “ad intraprendere un’iniziativa forte in tal senso” consentendoci di intervenire su tutti gli immobili i cui servizi siano destinati al pubblico”. Circa la segnalata “impossibilità di raggiungere il primo piano di Palazzo di Città, sede della maggior parte degli uffici comunali, nonché gli stessi uffici dei servizi sociali dislocati in via Padova, il primo cittadino afferma che “la sede municipale è dotata di ascensore a norma, capiente e adeguato per accogliere le carrozzine, al quale si accede dal vano che si trova a sinistra subito dopo il cancello di ingresso. Per fugare ogni dubbio, provvederemo ad apporre subito un cartello indicatore, mentre gli uffici dei servizi sociali avranno adeguata soluzione in tempi ragionevoli, poiché l’insopportabilità della situazione logistica attuale è già nell’agenda delle priorità”. Sulla agibilità stradale, sulla adeguatezza degli accessi a scivolo e dei marciapiedi, su quei problemi che attengono alla dimensione complessiva della fruibilità urbana, “sarà, invece, necessario procedere subito ad una mappatura dei siti inadeguati, compito, questo, dell’amministrazione comunale e nello stesso tempo di ogni cittadino chiamato, responsabilmente, a sostenere eticamente l’azione amministrativa prendendo visione della mappa e integrandola con suggerimenti diretti”. Per il resto, il sindaco rinvia a quanto di positivo potrà emergere dal Piano di Zona per i servizi alla persona. “La bozza del Piano di Zona sarà disponibile per tutti i cittadini nei prossimi giorni. Il Piano, una volta approvato, sarà strumento cogente per il prossimo triennio in materia di politiche socio-assistenziali per tutti i comuni dell’Ambito e si caratterizza per l’ampio coinvolgimento di tutte le realtà operanti sul territorio” conclude Venuti.