TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

La città dei bambini dimenticata
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 05/10/2005

  

 

“Se ha veramente a cuore i bambini, l’amministrazione comunale dovrebbe pulire questo spazio già domani mattina”. La coordinatrice comunale di Forza Italia, Francesca Fersino, lancia la sua provocazione da piazza Antonio Toma, uno degli ultimi spazi verdi realizzati, ma che da alcuni mesi è abbandonato all’incuria. Il parco era stato ideato dagli stessi bambini, attraverso il coinvolgimento delle scuole cittadine, ed era stato denominato “La città dei bambini”. Gli scolari avevano pensato ad uno spazio per il gioco e il teatro, con una fontana al centro della piazza, tante aiuole curate e panchine per la sosta. Terminati i lavori, però, l’area sembra abbandonata e i segni evidenti dell’incuria sono la vegetazione spontanea nelle aiuole, le mattonelle divelte del teatro, gli escrementi degli animali sui viali.

Sabato scorso, Forza Italia ha organizzato una manifestazione per denunciare il caso. “Come si vede, c’è un’assoluta incuria – ha affermato l’ex assessore – c’è tanta erba spontanea, ci sono rifiuti dappertutto, non c’è nulla di arredo urbano. Mi chiedo come facciano i bambini a giocare, visto che questo spazio è stato ideato da loro. Questa amministrazione – prosegue la coordinatrice ‘azzurra’– a parole dice di essere attenta ai problemi sociali e invece riscontriamo insensibilità. Tenere questo spazio in una zona così densamente popolata in simili condizioni è indegno, sarebbe stato meglio non farlo proprio”.

Sfido i nostri amministratori a darci uno schiaffo morale – conclude la signora Fersino – nei prossimi giorni vengano a pulire questo spazio”. Recentemente, la giunta municipale aveva votato una delibera relativa alla sistemazione di una zona attigua alla “Città dei bambini”. Si tratta di un giardinetto attualmente ricolmo di rifiuti e materiali di ogni genere e per questo un pericolo per l’incolumità pubblica ed in particolare per i ragazzi.