TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

ospedale: luci ed ombre

di Loredana Toma, Casarano 27/04/05

lorytizy@libero.it

 

Ciao, sono una signora di Casarano ho deciso di mandarvi questa e-mail perchè ho avuto una breve degenza in ospedale ed ho avuto modo di provare io stessa,ma anche sentire dalle altre pazienti il parere sul cibo che viene distribuito. Io personalmente non ho avuto grandi problemi perchè sono rimasta solo 2 giorni ed anche se fossi stata di più ero comunque possibilitata a farmi portare qualcosa da casa, ma altre persone che sono poi la maggioranza che vengono da altri paesi erano costrette quasi a rimanere a digiuno. Questo purtroppo secondo mé è un grosso problema ed è anche un peccato avere  un così GRAN BEL DONO come il nostro ospedale che veramente stà migliorando in tutto ma stà peggiorando sul cibo che dovrebbe essere la cosa importante o almeno accettabile e vi assicuro che non lo è. Anni fà ricordo che il cibo era qualcosa di invidiabile, ma ora è inmangiabile da quando c'è questa cooperativa esterna, questa non vuole essere un'accusa, ma vi prego a chi di dovere di controllare o forse di provare a mangiare qualcosa prima che venga distribuito alle persone, non si tratta di essere incontentabili, ma anche con tutta la buona volontà o cercando di adeguarsi non è possibili, le uniche cose che si possono mangiare sono le mozzarelle ed il formaggio e prosciutto il resto tipo minestrina pasta al sugo schiacciatine  arrosto verdura patate bollite etc... neanche per scherzo. Spero che questa considerazione venga presa in considerazione e colgo l'occasione di ringraziare il reparto di Ginecologia per la loro cortesia pazienza e per il lavoro che svolgono ogni giorno ed un grazie anche al primario Dott.Scarpello che sicuramente con la sua pazienza e precisione porta avanti un reparto così importante e movimentato.

L'ingresso dell'ospedale F.Ferrari di Casarano

       

TRIBUNALE PER I DIRITTI DEL MALATO ONLUS

Distretto  Federativo  di  Casarano  

 

Presidio Ospedaliero “F. Ferrari” –Viale F. Ferrari -73042 CASARANO -( FAX 0833/508393

E.-Mail: defilippitdm@libero.it  - COORDINATRICE  TERRITORIALE A.USL LE/2 : Anna Maria De Filippi

“Operare perché tutti i cittadini si sentano non ospiti, ma padroni della Repubblica e reclamino poteri e responsabilità a tutela dei propri diritti: questa è la missione di Cittadinanzattiva!”

Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di  interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà.

(articolo 118 della Costituzione, comma 4)

 

Fare i cittadini è il miglior modo di esserlo

                                                                                   

Casarano, 28.04.2005

                                                                                 

 

Preg.ma Sig.ra

Loredana Toma

lorytizy@libero.it

 

 

 

            OGGETTO: il cibo nell’Ospedale di Casarano.

 

 

            Il Tribunale per i Diritti del Malato, nella persona della sottoscritta, desidera ringraziarla per la sua segnalazione fatta su Tuttocasarano, riguardo alla scarsa qualità del cibo che viene distribuito nel nostro Ospedale.

            Le nostre battaglie per migliorare la struttura alberghiera del Presidio Ospedaliero di Casarano, per avere prestazioni sanitarie efficaci ed efficienti, per l’acquisto di nuove macchine elettromedicali, per una umanizzazione dei rapporti tra operatori e ammalati, per migliorare la qualità della sanità,  per abbattere le liste d’attesa, per l’abbattimento delle barriere architettoniche, per la tutela e la difesa dei diritti degli ammalati e di tutti i cittadini utenti, per la qualità del cibo, ecc… sono il lavoro quotidiano del nostro volontariato.

            E’ importante che i cittadini si mobilitino a segnalare le disfunzioni perché danno forza e credibilità al lavoro dei volontari che si adoperano con spirito di sacrificio e abnegazione per dare voce a chi voce non ha, ai tanti malati e cittadini che non trovano risposte o che sono costretti a combattere ingiustizie, arroganza e superficialità.

            Segnalare le efficienze della sanità o lodare quegli operatori che si comportano con cortesia e umanità è giusto, anche se la cortesia, la professionalità, l’efficienza devono essere la normalità, che, stranamente e chissà perché, stupisce noi italiani e soprattutto noi meridionali, mentre non fa notizia nel resto d’Europa dove la cultura del rispetto della persona umana, della sua dignità dei  diritti e doveri sono il modus vivendi di un popolo e della sua civiltà.

            Per saperne di più su Cittadinanzattiva – Tribunale per i Diritti del Malato può visitare il nostro sito: www.tdmcasarano.it e con l’occasione la invito a iscriversi a Cittadinanzattiva o a venirci a trovare in Ospedale.

            Cordialmente.

 

                                                                                              Anna Maria De Filippi

                                                                                       Coordinatrice Territoriale LE/2