TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Per Claudio e Laura Bastianutti.

Casarano,  29/07/2005

 

 

La morte ed il dolore hanno colpito questa città.

Casarano piange. Piange la morte di due sue figlie: Paola e Daniela.

Questo assurdo ed ennesimo atto terroristico  ha colpito con le sue schegge impazzite il cuore di ogni casaranese. Quelle schegge che apparivano così lontane sono giunte fin qui, ed hanno distrutto una famiglia, una cittadina e due genitori che tutto avevano riposto nel futuro delle loro due figlie. A Claudio e Laura siamo vicini, vicini in questo momento di buio e di dolore; vorremmo loro dire che il sole domani sorgerà, ma siamo consapevoli che per loro la sua luce non sarà egualmente splendente e non scalderà in egual modo.

Non esistono terroristi mussulmani come non esistono terroristi cristiani, non esistono terroristi politici, di destra e di sinistra! Esistono solo terroristi. Esseri fuori dalla grazia di qualunque Dio e fuori dalla grazia di qualunque uomo.

Come non esistono atti terroristici vicini e lontani – la triste vicenda insegna – non sono mai così veramente lontani!

Le bombe i kamikaze, ogni volta che colpiscono, ovunque colpiscano, toccano in modo funesto ogni singolo nostro figlio. Uccidono il futuro di ogni bambino di qualsiasi paese, razza e religione. Colpiscono il futuro, recidendo le speranze che anche Paola e Daniela serbavano nel loro cuore ed avevano il sacrosanto diritto di perseguire con ogni loro forza vitale e giovanile.

Paola e Daniela erano figlie di questa terra, figlie di Claudio e Laura.

A loro siamo vicini, come vogliamo essere vicini al destino di ogni cittadino del mondo colpito dalla follia omicida, che pare non avere mai fine.

Nessun uomo può togliere la vita ad un altro uomo e non esiste religione,  credo e politica che sostenga o possa legittimamente sostenere qualcosa di diverso.

Un foglio bianco non potrà mai propriamente contenere l dolore e le emozioni che oggi ci attanagliano: è impossibile! Come impossibile e insostenibile è leggere un gelido elenco di nomi delle vittime del terrorismo. Ed in quest’elenco oggi ci sono i nomi di Paola e Daniela Bastianutti e con altrettanto cordoglio vediamo i nomi degli alti  nostri connazionali ed i cittadini del mondo che hanno perso la vita in attentati terroristici.

Trovare una ragione nella vita, in questo momento, è come trovare una ragione nella morte. Ciascuno di noi, secondo il suo credo, le sue esperienze e la sua sensibilità si dà una propria ragione di vita ed una di conforto alla morte. Claudio e Laura, con il tempo, dovranno trovare la forza di continuare con tenacia ad essere quelle nobili persone che sono sempre state; esemplari anche nell’educazione impartita alle loro figlie. Ancor più oggi perchè segnati da un lutto che può far impazzire, come impazzito sembra il mondo, come assurdo sembra esser oggi in quest’aula consiliare, piangere due ragazze che, partite per un viaggio all’insegna della gioia, hanno trovato un destino tanto terribile.

Ogni considerazione segna il passo dinanzi al fragore di una bomba ed al silenzio che immediatamente dopo essa segue. Prima delle strazianti urla di dolore e sgomento.

Da alcuni giorni e davanti ai nostri occhi una foto con l’immagine di due volti sorridenti ormai a tutti nota, di due nostre amiche, di due ragazze abbracciate. Dai loro occhi luminosi è lontana la barbarie  e l’atrocità scaricata sul mondo da questa maledetta logica del terrore. Per tutti noi e per le generazioni future, quei due sorrisi simboleggeranno la forza di continuare a dire no a queste follie.

Non bastano queste parole a mitigare lo squarcio aperto nell’animo dei familiari e dei cittadini di Casarano dalle schegge di questa bomba, ma ci aiuta a ricordare Paola e Daniela abbracciate e sorridenti.

E’ necessario in questo caldo giorno di fine luglio trasformare, tra la paura, l’angoscia e il dolore, quell’abbraccio i quello di tutti noi, perchè diventi l’emblema di una comunità sgomentata che ricorderà le sue figlie come i figli di Cuneo, New York, Madrid e di tutto il mondo, per annientare il dolore e tenerlo lontano come è lontano da quei dolci sorrisi.

Francesco Ferrari Capo gruppo Consiliare UDC

Attilio De Marco Capo gruppo Consiliare Venti di Libertà