TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Piazza Diaz: la storia infinita

di Paolo Ditano, Casarano 01/10/2005

   dsele@tin.it

 

Ormai questa sembra " La Storia Infinita " ! !

Ogni volta che mi collego su questo portale trovo opinioni diverse, novità , smentite !

Questa mia mail non vuole essere uno sfogo , un rimprovero . . . ma credo che l'opinione del cittadino non può essere " DECISA" a tavolino da un partito di Maggioranza.

Leggo da un articolo di Danilo Lupo sulla Gazzetta del Mezzogiorno del 24.09.2005 la conclusione di una nota della segreteria dei DS :crediamo di essere in sintonia con la volontà e le esigenze della maggior parte dei cittadini casaranesi !

 

Anch'io "credo" che L'INTER vincerà lo scudetto quest'anno..... ma ci " credo" da quasi 15 Anni ! !

Una decisione così importante và presa dalla Cittadinanza Tutta , su questo SI sono d'accordo , ma non da un partito di maggioranza che " crede" che questa sia la volontà dei cittadini ! !

 

Perchè non bandire un referendum interno ? Perchè prendere una decisione che potrebbe

" drasticamente" sconvolgere l'economia, non di 4/5 commercianti, come leggo in una lettera pubblicata in questa stessa rubrica, ma di molti , molti di più ! !

 

Io ho investito il mio tempo , il mio denaro , le mie IDEE nel centro antico !

Sono al mio 4° anno di Attività ..... e ogni anno ho avuto problemi diversi..... ne parlo con gli amici cittadini..... e mi sembra ( nel mio piccolo ) che l'opinione dei Casaranesi non sia poi così orientata verso la chiusura del centro  al traffico ! !

 

Se domani qualcuno venisse a casa Vostra e vi dicesse : Da domani la sua strada e quelle limitrofe saranno chiuse al traffico ! .... beh .... quale sarebbe la vostra reazione ? Quali sarebbero i vostri problemi ?

 

Prima di dare " SENTENZE" prima di prendere " DECISIONI" bisogna confrontarsi !

Se non vengono date possibilità di CONFRONTO ..... non ne usciremo MAI fuori ! !

 

.... e la mia opinione ...... niente di più ! !

 

Paolo DITANO

Oste Pazzo - CENTRO ANTICO - Casarano

 

 

03/10/05 Il ristoratore è preoccupato per le nefaste conseguenze economiche sulla sua attività che potrebbero arrivare da una possibile chiusura al traffico del centro storico. Se la prende con i Democratici di Sinistra e con l’attuale maggioranza di centro-sinistra che, secondo la sua opinione, avrebbero preso decisioni a tavolino a nome dei cittadini. Forse distratto dalla sua attività, Paolo Ditano non legge tutti i giorni i giornali oppure naviga su Tuttocasarano solo di rado. Se avesse letto tutto ciò che si è scritto sull’argomento, forse avrebbe un’opinione diversa.

A Paolo Ditano, e a tutti i distratti di questa città, ricordo che, non soltanto i Ds, ma tutti i partiti politici - indistintamente, sia di centro-destra che di centro-sinistra – sono favorevoli alla chiusura al traffico veicolare di piazza Diaz e del centro storico! Alcuni esponenti politici casaranesi – pochi, in verità – hanno manifestato una soluzione di chiusura parziale, di solo transito, senza la possibilità di parcheggio, in particolare in piazza Diaz, ma non ce n’è uno che sia favorevole a mantenere l’attuale situazione. Questo opinione è generale, non di una minoranza.

Qualcuno dei distratti potrebbe obiettare: “perché i partiti politici devono decidere al posto dei cittadini?”. Le forze politiche organizzate prendono posizione sulla base degli umori delle persone, che ogni singolo esponente delle varie organizzazioni partitiche incontra ogni giorno nella sua normale attività di contatto con i cittadini. E’ un monitoraggio sottotraccia, costante e quotidiano, che coinvolge molte più persone di quelle che ascolta il ristoratore (Paolo, non hai mai avuto il dubbio che quei cittadini ti diano ragione solo per compiacerti?).

I partiti politici, lo ricordo ai distratti, esistono con l’obiettivo finale di gestire la cosa pubblica e che viene ottenuto attraverso la conquista di voti elettorali, ossia attraverso il consenso dei cittadini. Se tutti i partiti si sono espressi pubblicamente a favore dell’isola pedonale nel centro storico, lo hanno fatto perché la gran parte della popolazione di questa città ha espresso questo desiderio. Dovremmo fare un referendum, come fa intendere Paolo Ditano, sprecando qualche migliaia di euro, solo per confermare una tendenza più che consolidata? Non mi sembra logico.

E poi, vorrei ricordare il sondaggio di “Tuttocasarano”, che considero molto indicativo: oltre l’80% delle risposte erano favorevoli alla chiusura di piazza Diaz. Paolo Ditano, infine, ha detto che questo argomento è “una storia infinita”. E’ vero, ma la storia sarebbe finita da un pezzo se non fosse per questa amministrazione comunale inetta, che si fa intimidire da quattro commercianti e che trasforma le scelte scontate in scelte coraggiose.

 

Enzo Schiavano

enzo.schiavano@alice.it

 

 

06/10/05 Leggo oggi la risposta alla mia lettera da parte di ENZO SCHIAVANO.

Nella mia lettera del 01.10.05 ho espresso SOLO una mia opinione !

Non ho attaccato la giunta , nè tantomeno i partiti di maggioranza , che come dici tu ,sono stati eletti dai cittadini e e quindi li rappresentano, ma non per questo sono sempre nel GIUSTO ! Anche il nostro governo è stato eletto dalla maggioranza degli Italiani...... eppure........! ! !

Caro ENZO , non sono preoccupato per le eventuali " nefaste" conseguenze sulla mia attività ! Questo è il mio secondo anno che affronto senza " adeguate" aree di parcheggio e nonostante tutto i " Risultati" sono visibili agli occhi di tutti !

Non sono d'accordo con te quando ritieni questa giunta " INETTA" ! Credo che la gestione di questa situazione stia procedendo

( ORA ) per il verso giusto ! Positive , confortanti e " Ammirabili" le dichiarazioni del sindaco VENUTI che leggo nella tua mail del 05.10.2005 pubblicata su questo stesso sito !

Non sono d'accordo con te nel momento in cui mi dici che c'è stato un sondaggio su " TuttoCasarano" che dimostra come l'80% dei cittadini vorrebbe la chiusura del centro storico ! Un campione di popolazione " esiguo" per poter prendere questo risultato per buono ! E di questo , ne sono sicuro, ne sei convinto anche tu !

Non ho mai sollevato polemiche , sono sempre stato uno pronto al Dialogo . . . ma se il dialogo non c'è. . . .non posso stare al mio posto ! Devo farmi sentire !

Enzo sono io quello che tutti i giorni " vive" nel centro Antico ( io lo chiamo antico e non storico.....) e che tutti i giorni cerca da solo di trovare soluzioni ai problemi che si presentano !

Allagamenti in caso di piogge , tossicodipendenti da tenere lontani , mancanza di illuminazione adeguata, piccola delinquenza ! Sono io quello che viene fatto oggetto di " piccoli attentati" ( 4 gomme tagliate alla mia macchina la scorsa settimana ) solo perchè porto presenze di " CONTROLLO" dando fastidio a chi .... vorrebbe la sicurezza di stare solo per compiere i propri " affari" ......e per questo e tanto ancora mi chiedo , perchè non sono io uno di quelli che deve essere interpellato nel momento in cui si parla di rilancio e rivalutazione del centro antico ?

Io sono orgoglioso della mia attività, sono orgoglioso di portare da tutti i comuni della provincia di Lecce persone che non hanno mai visto le stradine del centro antico di Casarano. Avendo questo " vantaggio" e parlando con chi frequenta il mio Locale , sento diverse " campane" .... e ti assicuro che sono il primo a volere un Centro Antico come area pedonale..... ma prima , come dice il sindaco VENUTI, và fatto un studio adeguato da parte del ufficio urbanistica e vanno individuate aree di parcheggio alternative. E questo và fatto con chi nel Centro Antico ci vive e ci Lavora, ci ha investito  ! Cosa ne pensi ?

Troppo facile , sopratutto per chi vive lontano dalla realtà del centro antico , sparare sentenze drastiche . CHIUDIAMO AL  TRAFFICO IL CENTRO STORICO !

Sarebbe come andare dal Parrucchiere e dire : Visto che stò bene con i capelli corti .....  Tagliami La testa ! ! !

 

.... io la testa . . . . non me la faccio tagliare ! ! !

 

. . . .cordialmente .......

 

PAOLO DITANO -

 

 

 

 

08/10/05 Sono contento che Paolo Ditano non sia preoccupato per il futuro della sua attività. E’ giusto che lui ci metta passione nel dibattito in corso e ponga le questioni in modo civile, senza isterismi. Io rispetto la sua opinione e ritengo legittimo che venga coinvolto nelle scelte che, prima di tutti, toccano lui e gli operatori commerciali. Passata questa fase, però, è altrettanto giusto che l’amministrazione civica – che non è una rappresentanza esclusiva di Remigio Venuti, degli assessori e dei consiglieri comunali – prenda una decisione che tenga conto dell’opinione della maggioranza dei cittadini. Quanto al giudizio negativo (inetta) dato dal sottoscritto alla giunta, mi limitavo solo al caso di piazza Diaz (non è comunque la prima volta che si dimostra non all’altezza). Tralasciando la vicenda relativa ai lavori, secondo me l’esecutivo ha compiuto due gravi errori: 1) aver ritenuto di chiudere al traffico la piazza senza aver prima studiato un progetto di arredo urbano e di viabilità alternativa; 2) aver riaperto la piazza e ceduto alle proteste dei commercianti quando questi hanno alzato la voce (e qualcuno anche le mani), dimostrando debolezza impositiva.

 

Colgo l’occasione per far osservare una fatto che mi ha sorpreso. Pochi giorni fa ho letto che è nato un “Comitato per la tutela e la rivalutazione del Centro Antico”. Tra i promotori di questo comitato figura anche l’architetto Pino De Nuzzo. Questo professionista, ricordo ai cittadini e ai lettori di “Tuttocasarano”, è stato il progettista e il direttore dei lavori del primo progetto sulla piazza; quello, per intenderci, che fu accantonato dall’amministrazione comunale dopo la clamorosa iniziativa dell’ex assessore Eugenio Romano (1° giugno 2000) quando bloccò le ruspe mentre stavano per distruggere il basolato, facendosi scudo con il proprio corpo. Ebbene, l’arch. De Nuzzo è colui che autorizzò quei lavori. Osservo, con immensa sorpresa, che oggi si erge a custode del Centro Antico della nostra città.

 

Enzo Schiavano.