TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Le arti, il viaggio, la stazione. Torna "Le parole sono pietre".
Di Mauro Stefano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 06/08/2005

  

 

Torna per il terzo anno consecutivo, la serata di arte e poesia “Le parole sono pietre” a cura dell’associazione culturale “Percorsi d’arte”. Dopo aver ambientato  il sempre affascinante intreccio tra le varie espressioni artistiche dapprima a palazzo De Judicibus, nel 2003, e lo scorso anno nella chiesetta di Casaranello con il concerto dei Radiodervish, il prossimo 11 settembre sarà l’occasione per riscoprire da una prospettiva diversa la stazione delle Ferrovie del Sud Est. La classica sala d’aspetto si trasformerà, almeno per una sera, nell’ambientazione ideale dell’intrigante e suggestiva commistione tra arte, musica e poesia sullo sfondo del tema dominante del viaggio.

Ad essere esposte saranno le opere di due giovani artisti, il bosniaco Tarik Berber ed il talentino Sandro Marasco, in un originale mostra pittorica che verrà inaugurata dal professor Giacinto Leone, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Lecce. Insieme ai quadri anche la lettura di brani poetici a tema  tratti dal repertorio di grandi autori quali Martin Antrace, Vittorio Bodini, Cosimo Corvaglia, Vittorio Fiore, Corrado  Guerzoni, e Mario Luzi. A leggere le poesie saranno personaggi della cultura, della politica, dello spettacolo.

Farà da sottofondo alla serata la musica degli “Admir Shkurtaj”, un quartetto che esegue brani della tradizione musicale balcanica e composizioni originali dal sapore etnico. Questa formazione d’eccezione ripropone il sapore multietnico delle musiche di Talea (Albania, Bosnia, Macedonia, Romania), il cui progetto ha dato vita quest’estate ad una nuova produzione discografica “Jarinà Jarinanè”. Faranno parte del gruppo Admir Shkurtaj, alla fisarmonica, Giorgio Vendola al contrabbasso, Vincenzo Bardaro alle percussioni ed Adnan Hozic per la chitarra e la voce.

Nel corso della serata, inoltre, si potrà degustare il vino dell’azienda Cantale, come sempre selezionato dall’enologo Andrea Fattizzo dell’enoteca “Ampelos” di Casarano. “Finalità della nostra associazione è quella di favorire l’incontro tra il pubblico ed il mondo dell’arte e della poesia, valorizzando il proprio territorio e promuovendo siti storici e artistici spesso dimenticati”, afferma la promotrice Cinzia De Rocco