TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Una libreria per i bambini ricoverati in ospedale: per Natale dona un libro.
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 17/11/2005

  

 

Arricchire con nuovi libri la neonata biblioteca dei Reparti Pediatrici del presidio ospedaliero “Ferrari”. E’ questa l’iniziativa natalizia del “Tribunale per i Diritti del Malato-Cittadinanzattiva” di Casarano, come le precedenti in favore dei bambini che sono costretti a rimanere in ospedale. L’operazione è partita nei giorni scorsi con un appello, in forma di lettera, inviato ai dirigenti dei poli scolastici e degli istituti superiori della città. L’appello di solidarietà, firmato dalla coordinatrice territoriale del Tdm, Anna Maria De Filippi, servirà per sensibilizzare gli studenti e i docenti  affinché “donino un libro di lettura per l’infanzia e l’adolescenza, anche usato purché in buono stato, alla neonata biblioteca”.

La biblioteca fu istituita lo scorso anno per iniziativa dei volontari del Tdm e grazie alla disponibilità della casa editrice “Manni” di Lecce, ma ha bisogno di essere arricchita con nuovi testi. “Naturalmente – aggiunge la signora De Filippi – l’appello è rivolto anche ai cittadini sensibili, che magari hanno in casa libri per l’infanzia in buono stato e che non usano più. Saremo felici se ce li donassero per metterli nella biblioteca di Pediatria”. La raccolta dei libri avverrà presso la sede del “Tribunale per i Diritti del Malato”, situata all’interno dell’ospedale di Casarano, a partire dal  prossimo periodo natalizio fino a Pasqua 2006, tutti i giorni escluso il sabato, dalle ore 10 alle ore 12 (info: 0833 508393; tdm_pocasarano@auslle2.it ).

I volontari dell’associazione sono disponibili a passare personalmente per ritirare i testi presso le scuole che decidessero di aderire alla proposta. Alla fine dell’iniziativa, l’associazione ha in programma di organizzare una cerimonia alla presenza delle autorità e dei rappresentanti delle scuole aderenti. “A volte un gesto d’amore può donare un sorriso – conclude la coordinatrice del Tdm – accendiamo, tutti insieme, i sorrisi di tanti bambini, spesso costretti in un luogo di cura, con un buon libro di lettura”.