TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

 " Rompiamo il silenzio " - Firma l'appello di Libertà e Giustizia  

 

casarano

Ai venditori di menzogne

 

 

Di Gabriele Bastianutti

gbastianutti@tiscali.it 

Casarano, 03/05/09

 

Un filosofo, per spiegare l’impossibilità di comprendere l’infinità di Dio, faceva ricorso ad una storia: raccontava di quando, torturato dai suoi incessanti dubbi, aveva deciso di fare una passeggiata e si era così incamminato lungo una  spiaggia, nella speranza di far riposare la sua mente stanca. Ad un certo punto del tragitto, la sua attenzione fu catturata dall’attività frenetica di un bambino che con un minuscolo secchiello, versava l’acqua del mare in una piccola buca che lui stesso aveva scavato. Incuriosito, si avvicinò al bambino e gli chiese:

- Piccolo, cosa stai facendo?

--Non vedi? Raccolgo tutta l’acqua del mare e la travaso in questa buca.

-Ma non ti accorgi di quanto grande è il mare e quanto piccola è la tua buca? Non capisci che la tua impresa è impossibile?

--E tu, buon uomo, non vedi quanto è piccola la tua mente per accogliere l’immensità di Dio?

 

Si racconta che da allora il filosofo finì di torturarsi e abbandonò l’impresa di voler cogliere con il proprio pensiero ciò che invece può essere colto solo con il sentimento della fede.

 

La stessa difficoltà ritrovo nel far comprendere ai fantomatici neofascisti, agli ammiratori del Duce, l’incommensurabile divario che separa gli aspetti nefasti del fascismo dai piccoli successi che il nero ventennio può annoverare: li separa lo stesso  rapporto che c’è tra il mare e la piccola buca, tra il vero conoscere e le basse meschinità del falso sapere, tra la storia e la demagogia.

Non posso colmare queste buche.

 

Forse sarà la loro stessa vita ad insegnargli come l’odio sia un deserto sterile.

Forse sarà il bisogno che li vedrà costretti a chiedere aiuto a qualche uomo che oggi considerano straniero.

Forse i loro figli  si cureranno con qualche medicina scoperta magari da un lontano scienziato ebreo.

 

Forse troveranno il coraggio di piangere per un uomo  punito ingiustamente o  per il piccolo bambino rom considerato come un cane rognoso e in quelle lacrime scopriranno  la vera forza dell’essere uomo.

Forse si pentiranno, quando dietro ad una lapide marmorea, dovranno confrontarsi con l’effimero dell’esistente, con il minuscolo attimo delle loro stesse vite.

 

Forse si batteranno il petto quando rivolgendosi a quell’inafferrabile Dio, chiederanno una grazia per la persona  amata e proveranno vergogna per aver oltraggiato con la loro corona di spine la croce dell’uomo.

O, forse, al contrario, continueranno a scavare buche e a nutrirsi del veleno delle loro stesse paure.

 

Non riesco a immaginare il loro Dio, non so se sappiano pregare o se credano nell’uomo e nell’idea di fratellanza; provo compassione per le loro vite buie, rinchiuse nel labirinto dell’odio, della violenza del razzismo, imprigionate dalla schiavitù del dominio.

Il  loro pensiero è come l’ululato di Caino, sempre uguale a se stesso.

Caino, come sempre, uccide ancora.


_______________________________________

 

 

04/05/09 Caro Sig. Bastianutti, lei afferma che no si stancherà mai di ripetere certi concetti ... perfetto saremo in due, anche se con punti di vista opposti. Nelle lettere pubblicate su questo sito nei giorni precedenti, quelle che avranno fatto ribollire il suo sangue ROSSO,le è stato ricordato, in termini forse troppo pacati per una mente plagiata e impossibilitata  ad aprirsi, che reati simili a quelli compiuti dai nazisti e dai fascisti, sono stati compiuti anche dai suoi cari amici comunisti. L' unica differenza è stata che nel dopo guerra Italiano la politica demonizzatrice attuata nei confronti del regime fascista, ha imposto al mondo della cultura e della comunicazione di propagandare il MALE NERO. Di quello stesso progetto faceva parte la distruzione di tutto ciò che di positivo era stato fatto... si faccia ad esempio una passeggiata a Leuca e poi, da professore di storia e quindi dovrebbe amare la storia , mi commenti la cancellazione del nome Mussolini e Dux dal monumento dell' acquedotto...tra qualche secolo chi lo vedrà e cercherà di sapere chi lo ha realizzato, cosa dovrà pensare? che siano scesi 4 angeli dal cielo e lo hanno depositato lì?. Ma tagliando corto con queste piccolezze, lei dice che il Nazismo ed il Fascismo sono stati violenti, mi vuole cortesemente dire quante volte ha avuto il coraggio di parlare ai suoi alunni delle FOIBE...Ebbene sì mio caro, anche se i suoi amici della propaganda anti fascista le hanno tenute nascoste per tanti decenni al fine di far sembrare i ROSSI degli angioletti, oggigiorno sappiamo cosa è successo e chi è stato a far morire in quei modi atroci tanti Italiani  Quindi Le voglio solo dare un consiglio, la smetta di puntare il dito solo contro le ideologie di estrema destra tacciandole di violenza, purtroppo ogni regime ha portato vittime e dolore e far finta che i comunisti non abbiamo fatto carneficine non fa altro che offendere la memoria di quelle migliaia di persone morte per mano loro. I negazionisti vengono considerati  dei pazzi , ma non fanno altro che fare ciò che i Comunisti, o come volete essere chiamati chiamatevi, hanno fatto e continuano a fare : negano, negano, negano.

Distinti saluti

Pietro De Donno

dedonnopie@alice.it  

 

 

 

 

05/05/09 E’ buon costume non parlare quando non si conosce. Per approssimazione si compiono sempre degli errori. Quindi sig.De Donno, lei farebbe bene a tacere dato che non ha mai assistito ad una mia lezione. Per quanto riguarda le Foibe sappia che mio padre era di Pola e quando ancora nessuno ne parlava nella mia famiglia era un argomento più che conosciuto, perché vissuto e non letto. Questo non mi impedisce di affermare né che Stalin era un dittatore, né che in Cina oggi si perpetuano delle violazioni dei diritti umani, né che il nazismo ed il fascismo hanno rappresentato i momenti più bui dell’occidente. Poi,  più che sulla “firma” relativa al “ monumento dell’acquedotto di Leuca” , da professore di storia, preferisco parlare dell’assassinio Matteotti, dei confini, di tutte  quelle verità che lei forse non potrà mai comprendere. Adriana Zarri sosteneva che un pensiero come quello socialista non può essere giudicato solo in funzione di una sua particolare prospettiva storica perché sarebbe come giudicare l’intero cristianesimo in base ai genocidi delle crociate o ai misfatti della Santa Inquisizione.

Quindi sig. De Donno, prima fornire suggerimenti, prima di emettere sentenze s’ informi  bene ed eviti di fare altre magre figure.

Senza stima

Gabriele Bastianutti

gbastianutti@tiscali.it 

 

 

 

 

05/05/09 Rispondo ai venditori di menzogne come lei e pergiunta pagati dallo Stato (me incluso) !

Ho avuto il piacere e l'onore (oggi un lusso) di avere come insegnante di Storia e Filosofia al Liceo Scientifico di Casarano il prof.Luigi Marrella. Uomo non di destra, aperto al confronto sempre e preparatissimo! Prenda esempio da quest'ultimo e ritorni a studiare.

I miei saluti,

l'anticomunista Casciaro Francesco

francesco-casciaro@libero.it 

 

 

 

 

05/05/09 Dall’alto della  sua cattedra e dei suoi titoli, lei impartisce lezioni di etica e di storia.  Bene, io  riprenderò gli studi, lei  nel frattempo li inizi.

Perché “errare è umano, perseverare è….

L’antistupido Gabriele Bastianutti

gbastianutti@tiscali.it 

 

 

 

06/05/09 CONTINUANO A GIUNGERE REPLICHE E CONTROREPLICHE, FIGLIE SOLO DELLA STERILE POLEMICA, FINE A SE STESSA, PER TALE MOTIVO, QUESTA DISCUSSIONE NON AVRA' ALCUN SEGUITO.

Il curatore del sito TuttoCasarano

Eugenio Memmi

 

 

 

Il 5 per mille della dichiarazione dei redditi

per aiutare i bambini ospiti della Fondazione Daniela e Paola

 

codice fiscale

90026030750

___________________________________

 

 

Il 5 per mille della dichiarazione dei redditi

per sostenere la Lega Tumori di Lecce.

 

codice fiscale

03263200754

___________________________________

 

 

Il 5 per mille della dichiarazione dei redditi

per sostenere l'associazione animalista 'ADEV onlus

 

codice fiscale

03347890752

___________________________________

 

 

 

Il 5 per mille della dichiarazione dei redditi

per sostenere "CITTADINANZATTIVA ONLUS"

 

codice fiscale

80436250585

 

 

               

 

 

 

http://www.percorsidarte.org/

 

09/01/09 I giovani e i loro problemi.

Di Mario Casto

 

27/04/09 Per qualche voto in più. Di Marta Melgiovanni

 

 

27/04/09 Tracce nel vento. Di Alessandro De Marco

 

 

27/04/09 Un giorno in Provincia. Di Paolo Sabato La replica di Claudio Casciaro

 

 

26/04/09 Resistenza.

Di Emanuele Miraglia

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.