TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

oggi vi segnaliamo il sito: http://www.tiamobastardo.com/  

Dividi et impera

 

 

 

 

 

 

Di Piergiorgio Caggiula

pierocaggiula@alice.it  

Casarano, 14/10/09

 

Tempo fa parlavo di una improbabile partita a scacchi giocata a Casarano tra il precedente sindaco e l’attuale. Avevo prospettato un esito ed i fatti, posso tranquillamente dire, mi hanno dato ragione.
Così, sistemato il vecchio apparato, il neo eletto ha ben pensato di sistemare le sue pedine. Ha iniziato schierando un ottimo alfiere a guardia del re, un politico di lungo corso, una persona sicuramente navigata in ambito istituzionale capace di leggere segnali e movimenti che un neofita del palcoscenico difficilmente saprebbe interpretare. Poi è venuto il momento del colpo di scena, o presunto tale tanto che l’effetto è stato più quello che può suscitare un b-movie all’italiana che un kolossal hollywoodiano. E con questo colpo si è assicurato il cavallo. Figura quanto mai evocativa del percorso politico dell’Assessora. Sistemato il resto della truppa ora veniva il difficile. Si era reso conto che la ciurma era tutta più o meno legata al carrozzone del PD casaranese. Bisognava tirarsene fuori prima di rimanere impantanato in un sistema che, il candidato del PD, non dimentichiamo questo particolare, non ha mai visto di buon occhio. Dividi et impera come diceva Giulio Cesare. E’ così è stato fatto. Come pedoni gli assessorini. Per difendere il re, non dall’avversario in consiglio comunale, per quello basta poco, ma dagli “amici” consiglieri. Tanti occhi e tante orecchie difficilmente si faranno scappare niente. Sia dentro che fuori.
Ora, la domanda che vorrei porre è questa. E’ questo un passo verso una democrazia partecipata o verso una autoritaria? Badate bene, le dinamiche politiche nazionali altro non fanno che rafforzare questa mia ipotesi. Basti vedere un tg per rendersi conto della moltitudine di personaggi a contorno del re, con gli incarichi più vari e fantasiosi ( capogruppo, addetto stampa, portavoce del mattino, di mezzogiorno e di sera…..per la notte fa da solo). A Casarano sta succedendo la stessa cosa. Tante voci pronte a difendere ed a propagandare azioni comunali che dovrebbero essere scontate, ovvie, normali in un paese normale. Sembra che dopo aver narcotizzato il sistema politico ora si cerchi di calmare i bollori dei cittadini. Il cittadino chiama e subito l’assessore/ino risponde. E qua un’altra domanda sorge spontanea. Molti cittadini, giustamente stanno reclamando interventi di manutenzione, viaria o relativa ad edifici comunali, come se solo ora ci si accorgesse di queste situazioni. Giusto, giustissimo reclamare. Giusto, giustissimo rispondere alla sollecitazione così come stanno facendo assessori e assessorini. Ma c’era bisogno dei cittadini per sapere che la villa comunale è ridotta oramai ad un bivacco studentesco? Che i bagni della scuola elementare di via Ruffano sono gli stessi di quando ci andavo io e forse anche prima? Altro che nuovo corso, qui non mi sembra altro che una corte dei miracoli rivista e corretta. Qua si tratta di populismo bello e buono. E mi dispiace dirlo l’opposizione si perde in inutili beghe di cortile. Come la polemica sulle strisce prima blu, ora su quelle giallo nere. O come quella sul cosiddetto bilancio carta-straccia. Da un punto a favore, e che punto, ad un quasi autogol. Se li tenga stretti quei documenti Sig. Marrella la prossima volta. Perché già il sindaco è fortunato ad avere una opposizione così esigua. Non fatelo diventare ancora di più. Perché l’opposizione critica è il sale della politica. Ma soprattutto un baluardo della democrazia. E questo vale per tutti.

 

______________________________________________________________________

 

 

14/10/09 Caro Piergiorgio, per anni ci siamo lamentati dell'assenza di dialogo fra istituzioni comunali e i cittadini che da questo sito proponevano un'idea, reclamavano per un disservizio, o per un qualsiasi problema; adesso che finalmente qualcuno ci risponde, andiamo a cercare la polemica a forza. Guardiamo ai fatti e non facciamo processi alle intenzioni altrimenti non faremo mai un passo avanti. Non siamo stupidi nè assuefatti o narcotizzati, noi saremo sempre quì a dire la nostra se qualcosa non ci piacerà "vedi la sbagliata scelta (secondo me) di non far fare a Casarano il SIFF, però da quì a voler vedere il male in una apertura, franca, a volte anche molto umile, perciò vera, (vedi l'ass. De Marco), ce ne passa.

Un caro saluto

Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it
 

 

Il Regalo Più Grande - Tiziano Ferro.

 

 

 

               

 

 

http://www.percorsidarte.org/

 

www.livingcasarano.it

 

Casarano

 

Domenica 18 ottobre

 

 

------------------------------

 

 

 09/10/09 Parcheggio selvaggio a Casarano.

Di Gianluca Memmi

 

 

 08/10/09 L'uso politico dei parcheggi per colpire Casciaro.

Di Marco Memmi

1 commento

 

 

08/10/09 Strisce gialle e nere.

Di Franca Memmi

 

 

 08/10/09 Un giorno in consiglio comnuale.

Di Antonio Fracasso

 

 

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.