TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 

 

 

 

 

Neviano - via Roma 46 - 0836-1956126 0

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

I Carabinieri veneti come i leghisti

Di  Anselmo Ciuffoletti

anselmo.ciuffoletti@gmail.com 

Casarano, 05/09/2008

 

Non è l'ultima barzelletta sui carabinieri. Questa, purtroppo, non solo non fa ridere, ma ( tanto per essere prudenti ) impressiona. La notizia l'ha riportata, oggi, il quotidiano di Vittorio Feltri, LIBERO, a pag.18, sotto il titolo " I Carabinieri veneti contro gli ufficiali meridionali: Vogliono i padani, questa non è terra di conquista ". Proprio come quei polentoni della Lega che non vogliono professori terroni, magistrati né questori e prefetti; e sempre incoraggiati dagli interventi di razzismo selvaggio fatti da Bossi e Borghezio che nei giorni scorsi -come sempre del resto- sono stati incivilmente chiari.

 

Per la circostanza odierna, invece, è subito arrivato il commento favorevole - e non poteva essere diversamente - del senatore del Carroccio, Paolo Francomette; " E' molto importante ", ha detto il parlamentare, " perché dimostra che anche in un apparato statale importantissimo come l'Arma i rapporti organizzativi devono essere rivisti in un'ottica federalista e di rappresentanza territoriale".  Cerchiamo di capire. Intanto, lasciamo da parte l'ottica federalista... del sen. leghista e consideriamola - sic et simpliciter-  una castroneria in libertà facente parte del vasto repertorio di quelli che si sentono superiori.  Dunque, tutti i  carabinieri veneti, 5.500 militari, sono iscritti al Cobar, che è il  loro rappresentante regionale in netto contrasto col Cocer ( organo di rappresentanza nazionale ). 

 

Il Cobar, come ogni buon padano, non tollera che gli ufficiali dei carabinieri in servizio nel Veneto siano meridionali e chiede " una classe dirigente che, pur amando la Patria nella sua interezza e unione, sia interessata a difendere anche la propria terra e i propri paesani dalla delinquenza, anziché considerare il Veneto "terra di conquista" e di transito da sfruttare per soli fini personali e famigliari".  Traduciamo:  gli ufficiali dei carabinieri veneti -secondo il Cobar -  diventano più bravi se operano nella loro terra d'origine perché lì possono difendere i parenti e i paesani, cosa  che -viceversa- sembra non facciano  i loro colleghi meridionali quando sono in servizio nel Veneto in quanto privi di qualsiasi legame affettivo con quelle terre e relativi abitanti. A questo punto, sarebbe interessante che il Cobar ci dicesse come adempiono il loro dovere gli ufficiali veneti quando sono comandati nelle nostre regioni meridionali. 

 

Per noi la risposta è positiva, e sappiamo anche  che riguarda tutti i nostri militari. I discorsi leghisti sulle supremazie territoriali non portano bene all'Italia, lasciamoli perciò da parte ed alimentiamo i nostri sentimenti di stima, affetto, ammirazione e riconoscenza verso l'Arma e i suoi uomini, sentimenti corroborati da tradizioni di famiglia, educazione e consuetudine personali. Ed è anche per questo che la notizia di oggi ci ha fatto male.

Quindi, preferiamo chiudere qui e pregare il Cobar a non considerare gli ufficiali dei carabinieri  in relazione alla loro residenza di servizio: bravi nella regione d'origine, indolenti nelle altre. Non c'è alcuna differenza tra ufficiali polentoni e ufficiali terroni.  Stiano tutti tranquilli perché i Carabinieri, checché ne dicano i sindacati, il loro dovere lo compiono. E lo sanno fare sempre, bene ed ovunque.        

 

Pavarotti "nessun dorma"

 

 

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

03/08/08 SCUOLA:

Il trucco del look

 

 

 

 05/08/08 Finacial Time:  Berlusconi, impronte e soldati Ma dimentica la corruzione

 

 

 05/08/08 Forza Israele.

Di Marco Travaglio

 

 

  05/08/08 Non disturbare il manovratore.

Di Anselmo Ciuffoletti

 

 

  02/08/08 «Fuoco e fiamme», a l'Unità torna Jack Folla

 

 

  01/08/08 Appunti di governo....

Di Anselmo Ciuffoletti

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.