TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

 http://www.restaurointerattivo.com/

Il bene del paese per il bene di tutti

 

 

Di Giorgio Greco

greco.giorg@tiscali.it  

09/02/2008

 

Il vecchio modo di fare politica sta per esaurirsi, si deve esaurire.
Walter Veltroni, infatti, si presenta da solo con il Partito Democratico in barba alla manciata di voti che possono portare le alleanze con partiti e partitini, decisiva per la poltrona finale.
Fatto storico in Italia, questo, che mette in crisi gli avversari e gli elettori stessi.
Gli avversari, infatti, non sanno più che pesci pigliare: un giorno vanno in compagnia, tutti insieme appassionatamente, e l'altro per conto proprio.  Se pur in netto vantaggio nei sondaggi, si rendono conto che la storica novità può far recuperare parecchi consensi al grande ex sindaco di Roma ed anche se lo nascondono, per ovvie ragioni, temono la sconfitta.
Gli elettori, invece, si trovano di fronte, e finalmente dico io, ad  una grande occasione: votare non per il proprio bene ma per il bene del paese.
E’ l’ultima carta, questa, su cui l’elettore ha la possibilità di scommettere, con coraggio, come chi in queste ore ha il coraggio di presentarsi da solo.
Se anche questa volta andrà male lo scoramento, la sfiducia per la cabina elettorale sarà totale. Difficilmente il cittadino si recherà alle urne ed il futuro sarà nero, senza futuro.

 

 

09/02/08 Condivido la tua speranza caro Giorgio, l'Italia ha bisogno di voltare pagina, Veltroni ha preso una importante decisione politica, mi auguro che sia in grado, anche, di dare una coscienza etica a questo PD, perchè questo nuovo partito non sia solo una nuova pianta da guardare, ma un "ulivo" che sappia eliminare l'anidride carbonica della partitocrazia e sappia liberare ossigeno ad un paese ormai asfittico e al collasso. E' sicuramente un momento molto importante per tutto il centro-sinistra che è chiamato a ridisegnare ruoli e strategie. Mi dispiace che invece Berlusconi sia riuscito a inglobare nella sua pancia Alleanza Nazionale, che ha svenduto i suoi valori, la sua identità per un pugno di poltrone; questo si che scoraggia. Se Veltroni, pur costretto, ha optato per un coraggioso e radicale cambiamento di rotta, a destra, si stanno dolcemente genuflettendo ai desideri di sua maestà il cavaliere che ritengo indegnamente rappresenti politicamente la nostra nazione.

Io non ce l'ho con il centro-destra, che pure non sento in sintonia con il mio pensiero politico, ma li rispetto, ce l'ho con il partito di Berlusconi, che rappresenta solo se stesso, i suoi conflitti d'interesse, il suo business, ha legiferato spudoratamente per salvarsi il culo e in questo i partiti della coalizione si sono dimostrati complici succubi. Certo, il centro sinistra non è certo privo di scheletri da nascondere, ma le porcate che ha fatto Berlusconi non le ha fatte nessuna forza politica in 60 anni di democrazia.

Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it

 

 

 

 

17/02/08 Ti sbagli Eugenio, l'on. Casini non è affatto "dolce" e non si genuflette. Proprio su questo sito scrissi, circa due anni fa, e precisamente in data 22 giugno 2006: "Osservando i recenti comportamenti dei politici agli alti livelli della politica nazionale, sia nella normale vita istituzionale che durante la campagna elettorale, non posso non riconoscere che gli uomini dell'UDC si sono distinti positivamente rispetto agli altri in ogni ambito trasmettendo a me personalmente un pizzico di fiducia in un futuro ritorno di un  rinnovato Centro nell'Italia dei tanti moderati, Cristiano prima di tutto.
Dalle altre posizioni, tranne qualche rara eccezione prima fra tutte il sindaco di ogni cittadino di Roma, il grande Walter Veltroni, solo nervosismo, accuse ai nemici da abbattere, fascismo, comunismo e quant'altro.
Non possono sicuramente rimanere a lungo alla finestra i Follini, i Tabacci, i Casini, i Cesa ... che hanno dimostrato senso di responsabilità, equilibrio, pacatezza in ogni dichiarazione, rispetto per gli avversari politici, autocritica all'interno della propria coalizione, uomini che, a mio avviso, avranno, in un futuro non lontano, una parte rilevante per le sorti di un paese smarrito che sentirà sempre più il bisogno di ritrovare la propria Identità Cristiana. E questo mi sento di riconoscere a persone che fanno parte di un partito politico nonostante la mia notoria sfiducia  nei partiti.
Il messaggio vuole essere soltanto un segnale, un'apertura ad una novità che non può rimanere nell'ombra ma è giusto evidenziare in questo sito, con sana energia, convinto che la strada da percorrere è ancora molto in salita e tante sono le difficoltà lungo il percorso che conduce al sogno di tanti uomini liberi."
Il quadro politico si sta delineando e vedo, dopo le elezioni,  un asse UDC - PD per il governo del Paese.
Un saluto

Giorgio Greco

greco.giorg@tiscali.it  
 

 

 

17/02/08 Caro Giorgio, forse Casini non si è genuflesso all'ennesima porcata proposta da Berlusconi, ma lo ha fatto abbondantemente nei governi guidati dal nano di Arcore approvando e avallando tutte le leggi in conflitto con gli interessi del paese ma non certo di Berlusconi. Comunque, credi che si sia ravveduto? Lo spero, per il bene del paese; lo scopriremo nei prossimi mesi.

Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it

 

 

 

 

19/02/08 Caro Eugenio, la politica, chi la comprende la politica?
Cosa dobbiamo pensare della stessa Opposizione Politica a Berlusconi, fin dalla discesa in campo del cavaliere?
Quando era all'opposizione ed in ogni campagna elettorale ne evocava il conflitto d'interessi ma quando stava al Governo  dimenticava di colpo l'esistenza con il silenzio totale e nulla faceva, ha fatto, per risolverla! Anche il centrosinistra si è dolcemente genuflesso? Forse sì! La mia sfiducia nei partiti è notoria per ciò che ho scritto in questo sito ma il sogno in un cambio di rotta, in un nuovo modo di fare politica in Italia, in una nuova mentalità della gente, non posso non concedermelo, altrimenti è finita davvero, per noi, per i nostri  figli.
Nella pratica sogno,  dal risultato elettorale, di vedere insieme, al governo dell'Italia, Veltroni e Casini. O questo sogno lo devo escludere con un secco: o l'uno o l'altro?
E sogno che il voto non venga dato per un tornaconto personale o di categoria  (DO UT DES)  ma per il bene del paese.

Giorgio Greco

greco.giorg@tiscali.it  

 

 

 

 

23/02/08 La politica, chi la comprende la politica?
In queste ultime ore l'accordo con i Radicali, per quanto mi riguarda, diminuisce il mio gradimento per Walter Veltroni e quindi per tutto il PD. Ciò che di buono ho detto per la positiva novità portata dall'ex sindaco di Roma, ora vacilla. Il minestrone partitico non è il mio
piatto preferito. Portare all'interno di un partito, infatti,  cattolici e radicali è come mettere a cuocere carne e pesce nella stessa pentola.
Al contrario sale, e di parecchio, la mia considerazione per Pier Ferdinando Casini e Lorenzo Cesa, per tutta  l'Unione dei Democratici Cristiani e di Centro.

Giorgio Greco

greco.giorg@tiscali.it  


 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 www.tuttocasarano.it 

              

 

Casarano

Martedi 5 febbraio

Don Ciotti a Gagliano del Capo. Convegno "Per una cultura dell'impegno: Ambiente, Educazione, Legalità e Sviluppo"

 

Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

  06/02/08 Che fine ha fatto Casarano? Di Michele Di Noia

 

 

 04/02/08 Intitolazione circolo PD a Giovanni Coletta.

Di Enzo Schiavano

 

 

  04/02/08 Negramaro... stupefacenti!!!

Di Rocco De Maria. 2 commenti

 

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.