TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

   Oggi vi segnaliamo il Blog del Comitato Intercomunale "Energia Ambiente e Vita"

In un paese normale...

 

 

 

Di Carlo Bertani

Dal sito di Beppe Grillo

Casarano,  18/01/2008

 

Clemente Mastella cita Fedro: “Gli umili soffrono, quando i potenti si combattono.”

In un paese normale, la Magistratura indaga. Su chiunque.

In un paese normale, quando la Magistratura indaga, non ci si dimette per ricattare il governo.

In un paese normale, finché non c’è una sentenza, si è innocenti come l’acqua di fonte.

In un paese normale, è inopportuno inserire i propri familiari nei posti chiave delle amministrazioni.

In un paese normale, deputati e bidelli rispettano in egual modo le sentenze definitive.

In un paese normale, prima di riciclare i politici trombati, si ricicla l’immondizia.

In un paese normale, l’immondizia non brucia nelle strade.

In un paese normale, riciclando l’immondizia, si evita che pessimi politici se ne giovino per tornaconto personale.

In un paese normale, non si confondono le biomasse con l’immondizia.

In un paese normale, non si fa pagare una tassa sulla fornitura elettrica per incenerire l’immondizia, raccontando che è una biomassa.

In un paese normale, quando una sentenza definitiva dice che una frequenza televisiva non ti appartiene, quella TV va sul satellite.

In un paese normale, non è il proprietario della stessa emittente a definire le leggi della comunicazione.

In un paese normale, non si fanno scambi fra le leggi sulla comunicazione e quelle elettorali.

In un paese normale, una legge elettorale permette ai cittadini di scegliere i candidati.

In un paese normale, non si fanno leggi elettorali con il solo scopo di cassare gli altri.

In un paese normale, si preserva la democrazia come un dono prezioso.

In un paese normale, queste cose è inutile dirle, perché tutti le sanno.

 

 

Fonte : http://www.beppegrillo.it/2008/01/applausi/index.html?s=n2008-01-17

 

19/01/08 Pienamente d'accordo con quanto scritto da Beppe Grillo e riportato da Carlo Bertani, vorrei aggiungere alcune cose di poca importanza, ma guarda caso, di cui ci si dimentica spesso, ma posso garantire che circa 14 milioni di persone non lo dimenticheranno mai.

In un paese normale non si retrocede una squadra in serie B per “diffuso sentimento popolare”,senza uno straccio di prova di illecito, senza i famosi tre gradi di giudizio di cui sempre si parla ma evidentemente non valgono per tutti, revocando due scudetti di cui uno nemmeno sotto inchiesta.

In un paese normale non si nomina presidente della FIGC  Guido Rossi (volutamente piccolo) facente parte del consiglio di amministrazione dell’inter, giusto il tempo necessario affinché questi, tolga lo scudetto 2005-2006(non oggetto di intercettazioni) e lo assegni alla sua inter arrivata nel frattempo al terzo posto con un ventina di punti di distacco dal primo, e poi si dimetta.

In un paese normale Moggi non può essere considerato malavitoso e mafioso se non vengono considerati alla stessa stregua come minimo Berlusconi-Meani-Galliani-moratti- tronchetto della felicità, con un particolare che da oltre un anno solo Moggi manca dal mondo del calcio, gli altri sono tutti vivi e vegeti.

In un paese normale le intercettazioni o valgono per tutti (non manipolate) o non valgono per nessuno.

In un paese normale non si viola la privacy delle persone facendole pedinare (a proprie spese).

In un paese normale non si usa la  telecom (per scopi personali)

In un paese normale, e questo a norma di regolamento anche nel nostro ,chi utilizza passaporti  falsi (reato accertato) deve andare in B non patteggiare la pena.

In un paese normale non si indaga otto anni, senza trovare alcun che' di illecito su un unica squadra, per doping, grazie alle dichiarazioni di una persona (per giunta grande fumatore!!!!),
mentre quando un ex calciatore (tale Georgatos) ammette candidamente che all'inter tutti prendevano delle fialette miracolose non esiste il più umile dei PM che apra un'inchiesta. 
In un paese normale i giudici dovrebbero occuparsi di tutto, altrimenti non si devono offendere se
vengono poi chiamati con un nome di partito.
Ci sarebbero tante altre cose ma forse ho dato fastidio a qualcuno, anche a Carlo Bertani che se si serve del blog di Beppe Grillo e bene che integri anche con le sue idee le opinioni di Beppe.

Cordiali saluti
Rocco De Maria

roccoluigi.demaria@tin.it  
 

 

 

 

 

 

 

 

 www.tuttocasarano.it 

              

 

 

Nessuno tocchi Clementina

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

 

 

  10/01/08 Corso  XX Settembre: riasfalto che indigna! Di Giuseppe Magliarella

 

 

  10/01/08 Traffico in città: se parla sul nostro Forum

 

 

  10/01/08 Il Re è nudo...più o meno..

Di Marcello Papaleo

 

 

  06/01/08 Appello di aiuto per la Chiesa di San Pietro dei Samari a Gallipoli.

Di Angela Paradisi. Ci ha scritto il sito "Osservatorio di Belloluogo" e Cosimo Esposito da Matino

 

 

 05/01/08 Napoli: Imprese, politici e camorra
ecco i colpevoli della peste.

Di Roberto Saviano

 

 

 

 

 

 

 

 

2000 - 2007 www.tuttocasarano.it All rights reserved.