TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

 " Rompiamo il silenzio " - Firma l'appello di Libertà e Giustizia  

casarano

Le mie domande ai candidati sindaco

 

 

Di Biagio Greco

greco1980@alice.it 

Casarano, 29/04/09

 

Ciao Eugenio anche io vorrei porgere alcune domande a tutti i candidati sindaco di Casarano


  Le mie domande ai candidati sindaco:

  -       Come intendete incentivare i giovani ad investire nella nostra città?

  -       Come intendete voi incentivare il commercio nella nostra città?

  -       Come intendete incrementare il rapporto giovani - volontariato?

  -       Secondo quale criteri intendete destinare a consulenti esterni , i lavori pubblici del comune?

  -       Nel nostro comune vengono a mancare sempre più figure indispensabili (es. vigili urbani), allora vorrei chiedere se ci saranno concorsi pubblici in ambito comunale?

  -       Quale iniziative intendete intraprendere per la salvaguardia dei monumenti e stabili comunali casaranesi?

  -       Da diversi anni si parla di Casarano come " città turistica", cosa prevede il vostro programma in merito?  Come volete "attirare" i turisti a Casarano?
 

_______________________________________

03/05/09 Egregio sig. Greco,
mi scuso per il leggero ritardo con cui rispondo alle sue domande, ma cerchi di capire il travaglio di questi ultimi giorni utili per la definizione delle liste. Rispondo con piacere alle sue domande cercando di essere più sintetica possibile e conservando l’ordine da Lei rispettato:

1 - Credo che la disoccupazione giovanile rappresenti per il ns territorio un problema annoso acuito ai giorni nostri dalla crisi del manifatturiero. Il ns    schieramento ha immaginato di rivolgere la sua attenzione ai settori alternativi presenti nel ns tessuto economico progettando, per esempio, di attivare subito la zona artigianale (prevista dal nuovo PRG nell zona ovest del
paese a ridosso della nuova circonvallazione) per consentire il sorgere di laboratori artigiani con relativa casa di abitazione del Titolare e con la creazione di una struttura espositiva capace di ospitare vetrine permanenti delle produzioni locali, ma anche luogo di celebrazioni di campionarie in grado di attirare un’attenzione più diffusa anche extraregionale. Altro punto di attenzione è l’agricoltura. Prevediamo di sostenere ed incentivare la creazione di Cooperative giovanili o di lavoratori disoccupati che possano dedicarsi alla coltivazione di prodotti agricoli (ortaggi, primizie, uva da tavola) magari prendendo in locazione estesi appezzamenti di terreno (molti oggi appaiono abbandonati) e utilizzando mezzi agricoli tecnologicamente avanzati ed infine pensiamo all’attivazione di un progetto serio in sinergia con imprenditori, parti sociali e Università del Salento per un riposizionamento dell’industria calzaturiera su livelli di qualità medio-alta per poter competere sui mercati internazionali

2 – Il commercio a Casarano ha bisogno di infrastrutture e cioè ha bisogno di una città accogliente in grado di attirare i consumatori anche dei paesi vicini. Riteniamo che vada recuperato il Centro storico e che al suo interno possano sorgere piccoli negozi  e piccoli laboratori, che l’ Amministrazione debba farsi promotrice di iniziative culturali in grado di movimentare le zone di interesse: centro, semicentro e periferie che abbiano la presenza di negozi di vicinato e che sostenga una buona campagna di comunicazione in grado di  rendere interessante acquistare a Casarano

3 -  Il rapporto giovani – volontariato non può essere incrementato dall’Amministrazione Comunale che forse potrebbe avere il compito di rendere note le realtà esistenti sul territorio magari promuovendole all’interno delle scuole che su Casarano sono presenti in numero consistente

4 – Non ho capito se per consulenti esterni intende Ingegneri/architetti (lavori pubblici del Comune) o anche altri professionisti. In ogni caso riteniamo che sia indispensabile costituire un elenco di professionisti e che questi debbano essere incaricati secondo le loro competenze professionali (da verificare tramite curricula) ed effettuando la dovuta rotazione.

5 – Il corpo dei Vigili Urbani ha senza dubbio bisogno di essere potenziato tramite l’assunzione di ulteriori unità (attraverso regolari concorsi pubblici)  anche perché riteniamo che sia improcrastinabile la creazione di un Ufficio Ambiente adeguato nel quale dovrebbero essere destinati almeno due vigili che controllino costantemente il territorio  comunale e lo svolgimento del servizio di smaltimento dei Rifiuti solidi urbani

6 – Priorità assoluta è quella di recuperare Palazzo De Donatis e poi Palazzo De Judicibus, veri immobili di pregio di proprietà comunale. Si potrebbe farlo con un Project financing che preveda la compartecipazione di Aziende private. I monumenti ed i luoghi pubblici saranno salvaguardati, invece, con la installazione di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso
 

7 – Possiamo sperare  di attirare i turisti a Casarano solo rendendo la ns Città bella, accogliente, ordinata ed organizzata e offrendo loro oltre alla ns ospitalità prodotti di qualità, cartelli culturali validi e monumenti, palazzi e luoghi pubblici ben tenuti.
 

Spero di non averla annoiata.
Cordiali saluti.
Francesca Fersino    

 

13/05/09 Mi scuso per il ritardo, ma lei capirà che questo è un momento particolare. Vengo alle sue domande:

1)                 Al di là di misure specifiche (agevolazioni ad hoc, sgravi ed altro) che potranno essere individuate di volta in volta, io credo che sia necessario potenziare il centro informagiovani prevedendo un servizio, affidato proprio a dei ragazzi adeguatamente formati, che orienti, suggerisca e supporti i giovani nell'attività di monitoraggio ed individuazione di misure atte a garantire agevolazioni e finanziamenti di varia natura e provenienza.

2)                 Per incentivare il commercio è assolutamente necessario riqualificare il centro storico. Sono sicuro che, in uno scenario rivoluzionato, molte iniziative di questo tipo vedranno la luce spontaneamente. In un secondo momento, per stimolare la proliferazione di attività artigianali e commerciali, si potranno prevedere delle forme di agevolazione e di sgravi temporanei.

3)                 Il rapporto tra giovani e volontariato può essere corroborato e stimolato in tanti modi. Io penso che si debba dare un impulso alla rinascita delle consulte nei vari settori della vita sociale. Ebbene, in questi organi, a mio modo di vedere, deve essere prevista la presenza di almeno un giovane e di almeno un anziano.

4)                 Nota molto dolente. Tra i punti fondamentali del nostro programma assume un peso molto importante quello di addivenire ad un regolamento che preveda l'affidamento degli incarichi secondo criteri obiettivi, trasparenti e pubblicizzati a monte (tipo procedure concorsuali o paraconcorsuali) che ripristinino il principio della meritocrazia! Riteniamo opportuno garantire un certo grado di turnover degli stessi incarichi. Non è più tollerabile perpetuare la logica clientelare!

5)                 Il corpo dei vigili urbani deve essere potenziato (anche qui con procedure assolutamente trasparenti) e deve essere messo in condizione di prestare il servizio con efficienza ed efficacia dotandolo degli strumenti necessari.

6)                 Altra nota dolente. Il centro storico ed i palazzi di maggior pregio storico ed artistico-architettonico sono stati espulsi dall'agenda politico-amministrativa degli ultimi dieci anni. Esistono una miriade di strumenti finalizzati al recupero di questi gioielli dell'architettura. Ad esempio, per riqualificare il centro storico, si può ricorrere al POR Puglia 2007-2013 finanziato dal FESR (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale), Asse VII “Competitività e attrattività delle città e dei sistemi urbani”; altro strumento finanziario utile, di matrice comunitaria è quello denominato “Jessica” che prevede la concessione di prestiti per il recupero urbano; le diverse forme di ingegneria finanziaria (project financing ed altre forme di partnership pubblico-privato) ideate per conseguire tali obiettivi, sono particolarmente indicate per azioni di questo tipo.

7)                 L'opera di riqualificazione del centro storico e di recupero dei palazzi più belli ed importanti, oltre al consolidamento delle bellezze già fruibili, consentirà alla città di assumere un'altra veste, di guadagnare una dimensione diversa frutto di un nuovo “appeal”. A questo punto si potranno ideare tutte quelle iniziative volte a “spingere” Casarano dal punto di vista dell'offerta turistica, sulla scorta della convinzione di poter offrire una città veramente bella, appetibile e seducente.


Enrico Fattizzo

info@enricofattizzo.org

 

14/05/09 La Programmazione Politica del Candidato Sindaco CLAUDIO CASCIARO

 Rispondo personalmente a due quesiti posti dal sig. B. Greco (Quale iniziative intendete intraprendere per la salvaguardia dei monumenti e stabili comunali casaranesi?
Da diversi anni si parla di Casarano come " città turistica", cosa prevede il vostro programma in merito?  Come volete "attirare" i turisti a Casarano?
) poiché sono uno dei diretti interessati alla stesura del programma del dott. C. Casciaro.

            Seppur la stesura di un programma amministrativo è cosa assai complessa il dott. Casciaro ha voluto fortemente creare un gruppo eterogeneo dando ampio spazio anche ai giovani. Il programma nelle sue linee guida generali è consultabile sul sito http://www.claudiocasciaro.it/

             In questa sede cercherò di illustrare al meglio alcuni indirizzi programmatici cosciente del fatto che poche  righe non possono certo considerarsi esaustive per temi così complessi.

             Innanzitutto la prossima giunta comunale deve affrontare alcune questioni fondamentali se vuol pensare di fare del centro storico della città un luogo fertile per l’economia. In realtà molti sono i luoghi dimenticati nel nostro comune, luoghi dei quali bisognerà occuparsene con il medesimo impegno con il quale si lavorerà nel centro storico, tali questioni sono:

             la carenza dei parcheggi

            il piano traffico, l’inadeguatezza dei marciapiedi e la mancanza e di piste ciclabili

            l’arredo urbano

                        Questi sopra elencati sono già dei problemi piuttosto importanti che se risolti porterebbero un grande miglioramento della qualità della vita nella nostra amata Casarano.

             Parallelamente vorremmo avviare un programma di collaborazione con l’Università di Lecce e con l’Accademia di Belle Arti di Lecce.

             L’idea è quella di promuovere su Casarano un programma di CANTIERI SCUOLA DI ARCHEOLOGIA  E RESTAURO sul modello del cantiere scuola di Cavallino (LE).

            Un programma serio di collaborazione con le istituzioni scientifiche salentine porterebbe alla città dei RISULTATI CONCRETI E IMMEDIATI:

             I cantieri archeologici permetterebbero di ricostruire correttamente la storia della nostra città e tali dati andrebbero a costituire le fondamenta per una politica vera di marketing territoriale

            Restauro dei beni storico artistici mobili e immobili secondo una logica scientifica e non approssimativa (talvolta le ditte appaltatrici non hanno nel loro gruppo tutte le figure professionali necessarie per un corretto restauro).

             Presenza di gruppi di giovani universitari che risiederanno per diversi mesi nella nostra città.

             Le risorse per la gestione dei cantieri saranno ridistribuite sul territorio (immaginiamo cosa può servire per il mantenimento di un cantiere edile e il mantenimento di un gruppo costituito da decine di persone in gran parte fuori sede).

             Contestualmente la collaborazione con gli istituti scientifici sopra citati permetterà l’avvio di un UFFICIO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI che si rende necessario per l’attività di coordinamento degli interventi nel centro storico e nelle zone a rischio culturale o ambientale. Tale ufficio avrebbe competenza anche su altre attività culturali quali la corretta gestione dei musei cittadini, pubblicazioni a carattere scientifico divulgativo ecc..

            Altro vantaggio di una politica culturale del tipo descritto consiste nel costruire un progetto serio per fare di Casarano una Città d’Arte con tutti i vantaggi di tipo economico e sociale che ne possono derivare. Permettetemi ora una piccola digressione economica, seppur l’economia non è il mio campo.

            L’economia che può svilupparsi da questa progettazione culturale basata su un modello ben consolidato (cantieri-scuola) è un’economia di tipo diffuso che interessa tanto i commercianti quanto gli artigiani, i professionisti e i giovani casaranesi.

            Le economie a carattere prettamente industriale sappiamo bene che concentrano la ricchezza su un gruppo ristretto di persone e da sole non bastano a soddisfare le richieste di un’intera città. Quindi occorre oltre all’industria un modello economico sostenibile e solidale che abbia ad oggetto il bene del nostro comune e dei sui cittadini.

             Cultura e promozione del territorio sono due facce della stessa medaglia, non si può pensare di promuovere una città decadente come non si può pensare di recuperare un immobile storico senza un progetto serio di fruizione e promozione del medesimo. Il modello proposto quindi è un modello vincente poiché già attuato in diverse realtà salentine oltre a Cavallino ricordiamo: Ugento, Muro Leccese, Specchia, Galatina e oggi anche Nardò.

             Sul sito del candidato sindaco dott. C. Casciaro http://www.claudiocasciaro.it/ è possibile intervenire per contribuire realmente alla programmazione politico-amministrativa della città.

Cordiali Saluti

Alessandro De Marco

 

 

 

Il 5 per mille della dichiarazione dei redditi

per aiutare i bambini ospiti della Fondazione Daniela e Paola

 

codice fiscale

90026030750

___________________________________

 

 

Il 5 per mille della dichiarazione dei redditi

per sostenere la Lega Tumori di Lecce.

 

codice fiscale

03263200754

___________________________________

 

 

Il 5 per mille della dichiarazione dei redditi

per sostenere l'associazione animalista 'ADEV onlus

 

codice fiscale

03347890752

___________________________________

 

 

 

Il 5 per mille della dichiarazione dei redditi

per sostenere "CITTADINANZATTIVA ONLUS"

 

codice fiscale

80436250585

 

 

               

 

 

 

http://www.percorsidarte.org/

 

09/01/09 I giovani e i loro problemi.

Di Mario Casto

 

27/04/09 Per qualche voto in più. Di Marta Melgiovanni

 

 

27/04/09 Tracce nel vento. Di Alessandro De Marco

 

 

27/04/09 Un giorno in Provincia. Di Paolo Sabato La replica di Claudio Casciaro

 

 

26/04/09 Resistenza.

Di Emanuele Miraglia

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.