TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

oggi vi segnaliamo il sito: http://www.tiamobastardo.com/  

Lettera a Berlusconi, "Ora basta!"

 

 

Di Giovanni D'Agata

Componente dipartimento Tematico Nazionale “Tutela dei Consumatori”

dagatagiovanni@virgilio.it

Lecce, 18/10/09 

 

Quello che sta avvenendo in questi giorni ha dell’incredibile.

BERLUSCONI ha incassato nel giro di poche ore due sventole micidiali: la condanna di FININVEST  al pagamento di ben 750 milioni di euro per risarcire alla CIR il danno che il lodo arbitrale comprato grazie alla corruzione dei giudici (il tutto sancito con sentenze penali passate in giudicato per le quali l’avv.Previti sta scontando condanna) e la dichiarazione di incostituzionalità della legge nota come lodo Alfano, che gli avrebbe garantito l’impunità per tutto il periodo in cui egli sarebbe stato in carico (cioè, dal suo punto di vista, per l’eternità).

 

La sua risposta è andata oltre la ben nota arroganza; agli attacchi alla magistratura, ormai notoriamente comunista, alle solite becere minacce nei confronti della stampa, anch’essa totalmente in mano ai comunisti, si sono aggiunti in questi giorni degli eccessi che una democrazia non può proprio tollerare in chi è stato chiamato a ricoprire uno dei più importanti ruoli istituzionali.

 

HA ATTACCATO IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, accennando con sarcasmo alla sua passata appartenenza al Partito Comunista Italiano;

HA FATTO LINCIARE MEDIATICAMENTE IL GIUDICE MESIANI, reo di aver pronunciato la sentenza di condanna alla fatidica somma di 750 milioni di euro, additando al pubblico ludibrio le assurde abitudini di questo losco individuo: andare dal barbiere, passeggiare su e giù nell’attesa, portare i calzini turchese (che non è dimostrazione massima di buon gusto, ma certamente non può essere oggetto di una critica così violenta);

HA SPARATO A ZERO SULLA MAGISTRATURA, affermando pubblicamente che le sentenze, a tutti i livelli, dal più sperduto Giudice di Pace fino alla Corte Costituzionale, sono strumento di lotta politica, e non di applicazione del diritto;

 

HA ACCUSATO TUTTI (Presidente della Repubblica, giornalisti, magistrati, cittadini che non l’hanno votato) di essere eversivi e sovversivi, perché lui è IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PERCHE’ E’ STATO VOTATO DAL POPOLO E IL SUO POTERE (o dobbiamo dire onnipotenza?) GLI VIENE DAL VOTO POPOLARE.

 

Ci sorprende che una simile persona, che, nonostante il ruolo istituzionale che ricopre, dimostra in ogni sua manifestazione esterna il massimo disprezzo per le istituzioni democratiche, a partire dal Capo dello Stato, che non perde occasione per screditare uno dei tre fondamentali poteri dello Stato, quello giudiziario, instillando nei cittadini sfiducia nell’istituzione, che ogni volta che gli è stato possibile ha usato le istituzioni democratiche per fini personali, tutt’ad un tratto scopra il rispetto della regola democratica fondamentale, il voto popolare, e lo sbandieri, sol perché questa volta ha vinto lui. Dobbiamo ricordare che non ha manifestato altrettanto rispetto per il risultato delle urne quando, nel 2006, quel risultato lo ha visto soccombere: tutti ricordiamo le sue proteste e le accuse di brogli!

 

E ALLORA, SIGNOR BERLUSCONI, se Lei, che rappresenta il nostro Paese a livello internazionale e ricopre una delle più alte cariche dello Stato, pretende giustamente che i cittadini italiani rispettino il principio fondamentale della Repubblica, che vede legittimato a governare chi vince le elezioni, per primo deve dimostrare Lei rispetto per le istituzioni repubblicane e per le regole democratiche, che rappresentano, tutte, un unico sistema, del quale Lei non può scegliere cosa prendere e cosa lasciare!

 

Solo così potrà meritare il giusto rispetto da parte di tutti, cittadini ed istituzioni; finchè Lei per primo darà esempio di disprezzo per le regole democratiche, non farà che alimentare il disordine e la violenza, di cui Lei, e solo Lei, sarà unico responsabile!

 


 

Piero Ricca Incontra Marcello Dell'Utri

 

 

 

               

 

 

http://www.percorsidarte.org/

 

www.livingcasarano.it

 

Casarano

 

Domenica 18 ottobre

 

 

------------------------------

 

 14/10/09 Dividi et impera. Di Piergiorgio Caggiula

1 commento

 

 

 12/10/09 "De Proponentia".

Di Marco Rocco Cavalera

2 commenti

 

 

 09/10/09 Parcheggio selvaggio a Casarano.

Di Gianluca Memmi

 

 

 08/10/09 L'uso politico dei parcheggi per colpire Casciaro.

Di Marco Memmi

1 commento

 

 

08/10/09 Strisce gialle e nere.

Di Franca Memmi

 

 

 08/10/09 Un giorno in consiglio comnuale.

Di Antonio Fracasso

 

 

 07/10/09 Che signore questo Sindaco, che risate questo Pdl...

Di Simone Totaro

 

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.