TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

"Niente di personale", di Antonello Piroso, su La7: la televisione di qualità che vorremmo vedere più spesso.

 

 

 

 

Di Enzo Schiavano

Casarano, 25/03/2008

 

Lunedì sera, 24 marzo 2008, la televisione italiana ha registrato una delle pagine più belle della sua storia. L’emittente privata “La7” ha mandato in onda uno speciale del programma “Niente di personale”, condotto da Antonello Piroso. La trasmissione era dedicata in memoria delle vittime innocenti di mafia ed era ispirata alle iniziative organizzate dall’associazione “Libera”, nata da un’idea di don Luigi Ciotti. Cos’ha fatto La7 di tanto eclatante? Ha dato voce ai familiari delle vittime delle mafie, a persone che raramente hanno la possibilità di vedere o ascoltare nelle grandi reti generaliste di Rai e Mediaset. E mai, come ha sottolineato don Ciotti, tante tutte insieme. Perché queste persone non hanno la possibilità di uscire in televisione? Perché il loro “difetto” è quello di parlare di un argomento che è diventato “politicamente scorretto”, un argomento che dà fastidio a molti e che potrebbe rivelarsi devastante per il semplice fatto di ascoltare testimonianze dirette.

La trasmissione era strutturata in modo semplice. Antonello Piroso ricordava la vittima con una breve nota ed introduceva i parenti. Questi avevano alcuni minuti a disposizione per raccontare la storia del loro caro; il modo e il perché era stato ucciso; se gli esecutori materiali e i mandanti erano stati o meno assicurati alla giustizia; infine, chiudevano lo spazio a disposizione con un  messaggio ai telespettatori. Decine e decine di persone hanno raccontato, per 3 ore, storie tristi ed emozionanti, bellissime e drammatiche allo stesso tempo, dando al programma un ritmo singolare.

Sempre più raramente capita di assistere, in prima serata, ad una trasmissione di contenuto così elevato e tanto emozionante. Bravo Piroso, che ha saputo rispettare il dolore e la dignità dei parenti delle vittime e lo stato emotivo dello spettatore, facendosi da parte. E bravi anche i responsabili de “La7” perché hanno avuto il coraggio di mandare in onda, nel cosiddetto “prime time”, un argomento così difficile e così poco televisivo. Ho aspettato i dati di ascolto prima di scrivere queste note. Auditel ha registrato poco più di 500.000 telespettatori per il programma di Piroso (share 2%). Mentre guardavo la televisione e ascoltavo quelle testimonianze pensavo a quanti, nello stesso tempo, guardavano “Grande Fratello” su Canale 5. Ebbene, erano quasi 6 milioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 www.tuttocasarano.it 

              

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

  20/03/08 Bandiera rossa trionferà.

Di Alberto Cavallo

 

 

  20/03/08 Genova 21 luglio 2001.

Di Gabriele Bastianutti

 

 

  19/03/08 In difesa del Salento Bizantino.

Osservatorio di Belloluogo

 

 

  18/03/08 Le donne e la "libertà riproduttiva" in Tibet. Di Giulio Meotti

 

 

  17/03/08 Vitale Tagliaferri, poeta del nostro tempo.

Di Giorgio Greco

 

 

  14/03/08 Tibet: la Cina reprime con la forza le proteste dei monaci buddisti

 

 

  14/03/08 Lecce: donna senza casa, viveva nella sua Y 10

 

 

  13/03/08 Minervino pioniera nell'uso della tecnologia led per l'illuminazione pubblica

 

 

  12/03/08 Due cetacei non riuscivano a ritrovare la via per tornare al largo. Il delfino producendo suoni li ha guidati in mare aperto

 

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.