Il piacere puo' fondarsi sull'illusione, ma la felicita' riposa sulla verita'  (Anonimo americano)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

OBAMA

NON E' IL PD

 

 

Di Enrico Fattizzo

e.fattizzo@libero.it 

Casarano, 07/11/08

 

Barack Obama è il 44esimo presidente degli Stati Uniti d'America. Non sfuggirà ai più la portata enorme di tale evento e la ricchezza di significati sottesa. Un uomo di 47 anni e di colore (il primo nella storia) diventa l'uomo più potente del pianeta. Obama incarna come nessun altro il cambiamento, la sterzata, il futuro che si appropria del presente. Il suo trionfo rappresenta una svolta epocale; anzi, se egli riuscirà a tradurre in azioni di governo i suoi ideali, i suoi principi, il suo background politico e culturale, questa può essere definita la svolta epocale!

Ed invero, io credo che più delle scoperte scientifiche o del progresso tecnologico, la svolta per antonomasia sia quella che rende possibile un nuovo modo di intendere la politica (che poi dovrebbe essere il modo acquisito, consolidato di fare politica...). E che questa svolta si manifesti negli States, ovvero il paese più importante del mondo, contribuisce, ancor di più, a conferire un peso maggiore alla rilevanza del significato di questo messaggio (segnare un goal nella finale dei Mondiali è altra cosa rispetto ad un goal realizzato in un'altra partita...).

Naturalmente, al di là dei meriti indiscutibili di Obama, delle sue doti di oratore capace di suscitare emozioni, del suo carisma contagioso, è evidente che a decretarne il successo abbiano contribuito due fattori decisivi:

-         il fallimento della politica di Bush che, certamente, non passerà alla storia come uno dei Presidenti migliori o più amati;

-         la drammatica crisi economico-finanziaria, con conseguente recessione, che attanaglia tutto il mondo.

In uno scenario di questo tipo, la gente ha deciso che poteva bastare....che il vaso era colmo...L'insofferenza, la rassegnazione, l'indignazione si sono trasformate in rabbia ed in anelito di cambiamento! Ed anche la classe dirigente, insieme al popolo, ha maturato la consapevolezza che fosse giunto il momento di cambiare...ed infatti, Change has come to America!

Ebbene, tutto questo in Italia non basta! Vorrei analizzare la situazione del PD che dovrebbe rappresentare le stesse idee, le stesse opzioni e gli stessi principi ispiratori di Obama. E lo faccio da ex dirigente del partito, poi ex sostenitore, poi ex elettore, ed infine ex in tutti i sensi!

Il povero Veltroni, ennesima delusione per chi, come me, riponeva molta fiducia in lui, durante la campagna elettorale sbandierava il nuovo cammino del partito lungo il sentiero della novità. In ossequio a questo intendimento, si scrollava di dosso gli alleati scomodi, si presentava da solo e proponeva qualche candidato ad effetto quali l'operaio sopravvissuto della Thyssenkrupp (demagogia retorica deprecabile) ed alcuni giovanotti di belle speranze. E qui si concludeva il processo di rigenerazione della politica promosso dal PD! Mi chiedo: ma se il 95% dei dirigenti del partito sono i soliti noti, se il modo di fare politica è sempre quello, dove troverebbe cittadinanza il concetto di “nuovo”?

Ma volete scherzare? Il problema è che l'unico a divertirsi con questi scherzi è Berlusconi...forse perchè dotato di un sense of humour che noi non abbiamo! Naturalmente, questo modello è riprodotto a tutti i livelli istituzionali (regioni, province e comuni). Ora parliamo un pochino della realtà casaranese che conosco più di altre. Alcuni mesi fa, si sono rinnovati gli organi comunali del partito. Il nuovo segretario cittadino è: REMIGIO VENUTI, già Sindaco plenipotenziario ed incontrastato di Casarano, Presidente di Area Sistema di Casarano e Comuni Associati, Referente Poltico di realtà quali Pit9 e Area Vasta Sud Salento (Casarano è il comune capofila), mancato Presidente dell'Ato Le3 (naufragò il suo tentativo di golpe in termini di procedure....nell'elezione del 19/11/2002 e, dopo il ricorso degli altri Sindaci, il Tar gli diede torto nel febbraio del 2003). E quindi, a Casarano Remigio Venuti incarnerebbe la novità, il cambiamento...? Egli sarebbe il garante dei valori fondanti sui quali poggia il nuovo corso della politica? Sarebbe lui l'uomo in grado di ridestare nuove speranze, di alimentare nuova fiducia, di farci sognare? Ah, ah, ah, che ridere...ma questi sono proprio una banda di burloni! FANTASTICO! Comunque, anche a Casarano, nel nuovo Direttivo entrano molti giovani, neofiti della politica, ma, ahinoi, i maggiorenti del partito, coloro che comandano per intenderci, sono quelle 5 o 6 persone che da circa vent'anni primeggiano nella politica cittadina. Peraltro, la loro longevità politica, certamente, non è da ascrivere alle loro doti intellettuali o al loro spessore culturale. Io, sicuramente, non li definirei delle menti illuminate! Tuttavia, le loro armi per catturare il consenso sono assolutamente efficaci: strette di mano e buffetti a tutto spiano, massima disponibilità ad assumere ruoli di padrino e testimone nei vari sacramenti cattolici, piccoli favoretti elargiti a destra e a manca, telefonate in serie  per gli auguri di Natale e Pasqua, e via dicendo. Su come poi, gestiscano questo consenso, che nelle loro teste si traduce in potere, stendiamo un velo pietoso! Non voglio infierire! Ma potrei farlo!A questo punto, io, più che biasimare questi signori, vorrei rivolgere un appello ai casaranesi: mi raccomando, continuate a votare queste persone...

Io spero che anche qui da noi monti quella giusta rabbia (sempre nei limiti della civiltà) necessaria a preparare il cambiamento. In quanto al povero Veltroni, vorrei chiedergli: egregio onorevole, ma lei è al corrente di tutto ciò? Conosce le dinamiche del partito che lei rappresenta? E mi permetta di darle un consiglio. Invece di gongolare per la vittoria di Obama, aspettando che la sua onda lunga arrivi anche in Italia, cerchi veramente, se ne ha la forza, di seguire la strada tracciata dagli americani, si sforzi di prendere la scia di Obama, invece di scimmiottarlo! Obama è l'esatto opposto di quello che siete voi! Non bastano alcune candidature spot (si chiamano operazioni di facciata) per rivendicare il ruolo di innovatore, è necessario azzerare i vertici dei partiti, espellere le persone indegne, disoneste o incapaci, impedire ad altri di candidarsi, fare piazza pulita di queste persone che ammorbano la politica, mortificano le speranze, frustrano le aspettative di tempi migliori, pretendere una linea di azione improntata a principi quali la trasparenza, la meritocrazia, l'equità e la giustizia. Il vero cambiamento consiste nel ridare alla politica quei connotati che sono insiti nel concetto stesso di politica.

Obama ha vinto con lo slogan... Yes we can...noi, che siamo sempre superiori, continuiamo con lo slogan...Yes we can...e porc....


 

 

     

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

www.astronomiacasarano.it

 

 

  06/11/08 Radiofarmaci: sospendere i lavori!

Di Fernando De Paola

 

 

  05/11/08 Il “Signor” Mc Cain e la lezione di Democrazia. Di Pino Montedoro

 

 

  05/11/08 Radiofarmaci? No grazie!

 

 

  04/11/08 "Acqua in bocca", la replica

di Mauro Plantera.

4 commenti

 

 

  03/11/08 Zibaldone nazionale 2.

Di Anselmo Ciuffolett1

3 commenti

 

 

  02/11/08 Acqua in bocca: vi abbiamo venduto l'acqua.

 

 

  02/11/08 Prevenire è meglio che curare.

Di Gabriele Bastianutti

1 commento

 

 

  02/11/08 E' cominciata la guerra del freddo.

Di Omar Sarcinella

 

 

  02/11/08 Primarie vere Primarie sempre. Campagna per la modernizzazione  del P.D.

 

 

  01/11/08 Il venerabile premier.

Di Furio Colombo

 

 

 

 

  29/10/08 Remo Tomasi ci invia il testo integrale della legge 133

 

 

  29/10/08 Radiofarmaci: facciamoci sentire.

Di Loredana Toma

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.