TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

 " Rompiamo il silenzio " - Firma l'appello di Libertà e Giustizia  

Paride De Masi e il festival dell'energia

 

 

 

 

Di Marco Memmi

marmem2008@libero.it 

Casarano, 14/05/09

 
Era il 28 settembre 2007 quando a Casarano imperversava una forte polemica tra Paride De Masi e Remigio Venuti.Pur non capendosi il motivo del contendere o pur non volendolo palesare in pubblico,alla fine si capi molto bene che il problema era politico,e che le diverse vedute dei due personaggi in questione erano alquanto distanti.

Si diede in pasto ai cittadini l'illusoria motivazione dei lavori di ristrutturazione del Capozza,ma subito venne fuori che il grosso problema erano le candidature alle primarie del segretario nazionale del pd e quindi dei delegati provinciali,da una parte Pisano' per De Masi a sostegno di Letta,dall'altra Venuti a sostegno di Veltroni.

Sotto la minaccia di De masi di lasciare la squadra si consumo' un aspro confronto tra il sindaco e il patron della Virtus,tanto da sfociare nell'abbandono della contesa di Venuti nel teatro Manzoni surclassato dai fischi dai tifosi.

Era evidente che già allora si tramava per preparare la strada al fido Ivan.

Il Remigio ha provato fino all'ultimo a riparare all'onta subito quel giorno,tentando in tutti i modi di ostacolare la candidatura di De Masi,ma alla fine è capitolato,vuoi per le insistenze dei vertici provinciali,vuoi perche,i successi della virtus nulla potevano di fronte al consenso per i de masi.

Ma mi preme sottolineare anche alcune parole di Paride De Masi pronuncio' quel giorno:
E si perché Paride De Masi ha ancora da dire. E da fare. Annuncia ad esempio che in occasione del Festival Nazionale dell'Energia, ha già in animo di fare le cose in grande organizzando un’amichevole con una squadra di serie A o addirittura un quadrangolare con squadre europee presenti nello stadio di Casarano. Tra queste addirittura il Manchester....City. “Il tutto organizzato per beneficenza insieme a Nancy Dell’Oglio, consulente di Tony Blair, come messaggio di pace e il ricavato tutto destinato alla fondazione Paola e Daniela Bastianutti”.

Il festival dell'energia è in atto...e  il Capozza non sembra abbia intenzione di riaprire nei prossimi giorni....per ospitare squadre di a o altisonanti giocatori inglesi...

Ci aspetteranno questi teatrini... (non lo credo) nel caso De Masi diventasse sindaco?

E' evidente che oggi si chiude il cerchio che ha avuto inizio nel 2007 con il sostegno dei De Masi a Boccia e quindi Letta,e che la candidatura calata dall'alto di Ivan de Masi sarebbe la ricompensa per essersi spesi nel 2007.
Riflettendoci a posteriori era tutto scritto che doveva andare cosi.
E per finire vorrei plaudire a  chi quei giorni del 2007 criticava aspramente De Masi, lasciando palesare che mai e poi mai le loro strade si sarebbero incontrate... tanto da essere candidati l'uno a sostegno dell'altro.
Ma in fin dei conti e' politica...con la p minuscola...
Rileggendo adesso le parole di De Masi che intervenne a sua discolpa e i successivi interventi....quante cose sono piu chiare oggi...e quanto avevi ragione Eugenio...

 

Per chi volesse verificare i fatti  legga qui http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=3846.

28/09/07 Le parole che non avrei voluto ascoltare da Paride De Masi. La replica di Paride De Masi

____________________________________________________

17/05/09 Il sig.Marco Memmi ha tralasciato alcune cose riguardo ai fatti del "Manzoni"di 2 anni fa:


1) Il festival dell'energia in questione era quello dell'anno scorso e non questo,concomitante agli 80 anni della Virtus.Da qui l'amichevole di lusso che altrimenti poco aveva a che fare con il festival stesso.


2 Può essere che  Paride De Masi non condividesse alcune candidature come Memmi sostiene,ma lo screzio era sull'allungamento dei tempi dell'amministrazione x trattare della convenzione  dello  stadio.
Ora vorrei porre qualche domanda al sig.Memmi:


1) come mai un Partito liberale, che fa dell'iniziativa privata il suo credo,in consiglio si astiene sulla convenzione? Non dovrebbe essere contento di sganciare l'amministrazione comunale dalla gestione di uno stadio che comporta  notevoli spese?


2) Come mai quei politici che ora sono "contro i potentati economici", non hanno preso allora le distanze da alcuni atteggiamenti? Forse avrebbero messo a rischio la propria candidatura?


3) Quale sarebbe la politica con la p maiuscola,forse quella di un Ministro che  appena nominato, cerca di porre ostacoli all'attività di un'azienda della propria terra,x il solo fatto che si è schierata politicamente con il proprio avversario?


4)quanto sarà salato il conto dal punto di vista occupazionale e di crescita x stare dietro alle manie di un bambino viziato?


sinceri saluti                                        
Fabrizio Sabato

cipret@tiscali.it 

 

 

 

Verso le elezioni del  6 - 7 giugno 2009

Dibattito fra i 4 candidati sindaco

Claudio Clasciaro, Errico Fattizzo, Francesca Fersino, Ivan De Masi

 

 

 

 

               

 

 

 

 

http://www.percorsidarte.org/

 

Casarano

 

26/04/09 5 piccoli gattini cercano un padroncino

 

09/01/09 I giovani e i loro problemi.

Di Mario Casto

 

08/05/09 Bando di selezione al corso di formazione "Esperto dei processi di internazionalizzazione“

 

29/04/09 Le mie domande ai candidati sindaco.  Di Biagio Greco. Scrive Francesca Fersino ed Enrico Fattizzo

 

 

13/05/09 Caro Alessandro De Marco. Di Paolo Sabato. La replica di Alessandro De Marcoo

 

 

11/05/09 Una domanda ai candidati sindaco.

Di William Ghilardi.

Risponde Enrico Fattizzo, Alessandro De Marco

 

 

11/05/09 Io non ci credo. Di Marta Melgiovanni

1 commento

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.