Il piacere puo' fondarsi sull'illusione, ma la felicita' riposa sulla verita'  (Anonimo americano)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

Procure contro e Pd nei guai

 

 

Di Anselmo Ciuffoletti

anselmo.ciuffoletti@gmail.com

Casarano, 12/12/08

 

 

Senza trionfalismi e senza ironia. Ma non possiamo far finta di niente. Amiamo la nostra Patria, l'Italia, la vogliamo libera e grande, unita e ben governata. Per ciò ci preoccupa apprendere che parecchie regioni sono in crisi in quanto alcuni loro rappresentanti, indagati per diversi reati, sono stati arrestati, altri hanno dovuto dimettersi e uno addirittura s'è suicidato.

A 15 anni di distanza da ' Mani pulite ', e attraverso condanne, suicidi e un fuggi-fuggi pressoché generale di uomini di Palazzo che nell'insieme determinarono la fine della prima Repubblica, ci ritroviamo oggi all'inizio di un nuovo temporale politico-giudiziario che investe regioni tutte guidate da amministrazioni di centrosinistra. Il Pd, cui non abbiamo mai riconosciuto alcuna forma di superiorità morale perché mai ne ha posseduta, ormai è in crisi profonda; Arturo Parisi, che è uno dei massimi esponenti del partito, dichiara: "I democratici sono in crisi tanto profonda da rendere verosimile ogni accusa".

 

Chiamparino, sindaco di Torino, afferma: "C'è una questione morale e nessuno, Pd compreso, ne è immune". Interviene anche Occhetto: "Partito stalinista quando si discute di idee, lassista sulla questione morale". Il governatore della Liguria, Claudio Burlando, sostiene: "Macché superiorità, siamo come tutti". Non c'è compiacimento in quanto abbiamo riportato, è solo cronaca aspettando che la Giustizia faccia il suo corso. E come se tutto ciò non bastasse, a rendere ancor più caotica la situazione, la cronaca annota anche il 'violento' conflitto scoppiato tra la Procura di Salerno e quella di Catanzaro per cui il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha avvertito l' urgenza di un suo personale immediato intervento.

 

Subito dopo, il CSM (Consiglio Superiore della Magistratura) - di cui il Capo dello Stato è il Presidente - si è riunito sotto la vice-presidenza di Nicola Mancino (anch'egli coinvolto in una intercettazione telefonica non ancora del tutto chiarita). Alla fine di questa precipitosa riunione è stata emessa pure la sentenza con effetto immediato: il Procuratore Capo di Salerno e il Procuratore Generale di Catanzaro trasferiti per incompatibilità ambientale. Per il resto, silenzio. Di conseguenza, oltre al trasferimento dei due alti magistrati, ne sappiamo quanto ieri: primo, la Procura di Salerno ha denunziato quella di Catanzaro, ordinato il sequestro delle carte dei processi che quest'ultima aveva tolti al pm De Magistris, e fatto perquisire le abitazioni di non so quanti magistrati compresa la dimora del Procuratore Generale. Nota bene: durante le perquisizioni un magistrato sarebbe stato costretto a denudarsi.

 

Secondo punto: la Procura di Catanzaro ha <ricambiato> subito l' ordinanza imponendo ai medesimi carabinieri, che avevano eseguito la prima, di procedere al sequestro degli stessi faldoni che avrebbero dovuto portare a Salerno. A questo punto, il provvidenziale intervento del Capo dello Stato seguito a ruota dalla convocazione urgente del CSM. Rapidissima procedura, cui non eravamo abituati, quella messa in atto per la circostanza. A tal proposito, il presidente della Commissione incaricata delle azioni disciplinari nei confronti di magistrati, Ugo Bergamo, ha detto: " Abbiamo voluto essere tempestivi perché vogliamo restituire al Consiglio autorevolezza e, soprattutto, credibilità alla magistratura ".

 

E tanto per rimanere in argomento dichiarazioni, registriamo quella dell'ex presidente della Camera dei deputati, on. Casini: " Guerra di bande tra magistrati che è inaccettabile, per ciò siamo pronti a sederci attorno a un tavolo col ministro Alfano per avviare la riforma della magistratura ". Anche il vice-presidente Nicola Mancino, abbandonata la ben nota riservatezza, è sbottato: "Sono emerse cose sconcertanti". Mentre scriviamo, arriva notizia di situazione sbloccata e conseguente stretta di mano tra i Procuratori generali di Salerno e Catanzaro. Intanto, e in attesa di conoscere <le cose sconcertanti che sono emerse>, le inchieste vanno avanti. E <la guerra continua>.

 

 

     

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

www.astronomiacasarano.it

 

 

 

 11/12/08 La volpe e i leone.

Di Paolo Memmi

3 commenti

 

 

 10/12/08 Zorro.

Di Marco Travaglio

 

 

 09/12/08 Le considerazioni dell'ing. Francesca De Robertis alla lettera della Italgest contro il dott. Serravezza

 

 

 09/12/08 Esaù e il piatto di lenticchie.

Di Gabriele Bastianutti

 

 

 09/12/08 Controllo & Riduzione del Potere - Economico
 

 

 08/12/08 Casarano: la città dove tutti si distrugge e nulla si migliora.

Di Francesco De Matteis

 

 

 06/12/08 Una città a misura di...

Di Francesco Ferrari

 

 

 06/12/08 Il PD di Berlusconi.

Di Enrico Fattizzo

 

 

  05/12/08 Questione Morale.

Di Marco Mastroleo

 

 

  04/12/08 Il nuovo sistema di illuminazione del centro storico? A me piace!

Di Claudio Memmi

 

 

04/12/08 Zagrebelsky: “Corruzione a sinistra, cacicchi scatenati”.

 

 

 04/12/08 Concorso europeo del Movimento per la Vita: "Cara Europa ti scrivo…sogno, realtà, futuro"

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.