TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 

 

 

 

 

Neviano - via Roma 46 - 0836-1956126 0

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

bossi

Rottura continua...
 

 

 

Di  Anselmo Ciuffoletti

anselmo.ciuffoletti@gmail.com 

Casarano, 31/08/2008

 

Quando si dice le fissazioni. Il 21 Luglio scorso è sceso in campo contro i professori meridionali addirittura il comandante in capo della Lega, il ministro Bossi. Dopo tre giorni, sul quotidiano LIBERO, Iuri Maria Prado s'avventava sui terroni, per lui "da Viterbo in giù" isole comprese, insultandoli e sbeffeggiandoli in un crescente tumultus sermonis col quale travolgeva uomini e donne, usi e costumi, sentimenti e tradizioni fino a coinvolgere il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Noi, da terroni sempre onorati d'essere tali, in entrambe le volte abbiamo espresso -su questo sito- la nostra indignazione per tali furibondi attacchi a cittadini italiani che lavorano e vivono onestamente, ma che hanno il torto d'aver trovato sulla loro strada, lastricata quasi sempre di immani sacrifici, individui che non si fanno scrupolo di offenderli e denigrarli. Proprio alla stessa maniera di quando questi  polentoni scrivevano sugli ingressi dei loro esercizi commerciali "vietato l'ingresso ai terroni". Ma la vexata quaestio, la tormentata questione, non è finita; perché la rottura continua, affidata -questa volta- alla verbosità truculenta e spocchiosa di Mario Borghezio, nato a Torino, deputato europeo per conto della Lega, ma a libro-paga dello Stato italiano. Intervistato da 'Affaritaliani.it', il deputato torinese ha dichiarato: "Da tempo sosteniamo che si debba mettere fine a questa sorta di colonialismo che lo Stato centralista ha imposto al Nord facendoci invadere non solo da insegnanti, ma anche da magistrati, questori e prefetti"  Bravo Borghezio.

 

Un vero peccato, però, che si sia scordato di aggiungere ai suddetti coscritti anche i carabinieri, poliziotti, finanzieri, impiegati e funzionari delle Pubbliche Amministrazioni, operai e imprenditori e via elencando. Li vuole cacciare tutti? A risultato finale, e tanto per essere più chiari: a epurazione completata, ci sarebbe da scompisciarsi. E' evidente che Borghezio e soci difettino di adeguate informazioni sul numero dei meridionali residenti e lavoranti nel Nord da parecchi anni, alcuni da più generazioni. Se li tengono questi terroni o li cacceranno dopo aver requisito i loro beni? Suvvia, siamo seri. Il Parlamento padano non ha funzionato e i rispettivi ministri sono andati via in ordine sparso. Nel Nord la Lega ha ottenuto consensi, è vero, ma non tanti da pronosticare una probabile maggioranza tutta sua. Bossi continua a fare lo sbruffone, dimentico di come fu usato dal centrosinistra ( con la regia dell'allora presidente Scalfaro) dopo la pugnalata inferta (da lui Bossi) a Berlusconi.

 

Oggi scalpita perché ha fretta di realizzare il federalismo fiscale senza spiegare il perché di tanta impazienza. Nell'ipotesi che riprovasse ad abbandonare nuovamente il premier, col pugnale o senza, i suoi padani non glielo perdonerebbero di certo. Tuttavia, sono lontani, molto lontani, i tempi in cui don Lisander Manzoni ammoniva: "Una gente che libera tutta/ o fia serva tra l'Alpe ed il mare;/ una d'arme, di lingua, d'altare/ di memorie, di sangue e di cor". Oggi non è così, non si tratta di stranieri: c'è una minoranza di italiani che vuole cacciare altri italiani, quelli del Sud chiamati terroni, perché 'tolgono i posti' a quelli del Nord che, evidentemente, non sono così bravi quanto quelli del Sud. E questa minoranza - che non è tutta la Lega, sia chiaro - preda di precoce obsolescenza, insiste caparbiamente nei suoi atteggiamenti razzisti. Che fare? Non ci resta che chiedere aiuto a Indro Montanelli con la speranza che ci perdoni l'ardire nell'aver parafrasato un suo celebre aforisma dedicato ai comunisti: Non tutti gli antiterroni sono imbecilli, ma tutti gli imbecilli sono antiterroni. 

 

Mario Tessuto "Lisa dagli occhi blu" LIVE 1969

 

 

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

03/08/08 SCUOLA:

Il trucco del look

 

 

 

 05/08/08 Finacial Time:  Berlusconi, impronte e soldati Ma dimentica la corruzione

 

 

 05/08/08 Forza Israele.

Di Marco Travaglio

 

 

  05/08/08 Non disturbare il manovratore.

Di Anselmo Ciuffoletti

 

 

  02/08/08 «Fuoco e fiamme», a l'Unità torna Jack Folla

 

 

  01/08/08 Appunti di governo....

Di Anselmo Ciuffoletti

 

 

  26/07/08 E' Italia da Nord a Sud.

Di Anselmo Ciuffoletti

 

 

  26/07/08 Lettera al presidente del Senato. Di Marco Travaglio
 

 

  25/07/08 Ricordando una persona che non ho conosciuto: Pino De Nuzzo. Di Fulvio Forcignanò

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.