Il piacere puo' fondarsi sull'illusione, ma la felicita' riposa sulla verita'  (Anonimo americano)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

Andiamo a far visita ai cari estinti…

 

 

 

Di Lino Schiavano

linoschiavano@libero.it

Casarano, 11/11/08

 

Caro Eugenio, seguo assiduamente il sito e mi complimento, veramente un capolavoro di pura e saggia informazione e soprattutto di imparzialità. È la prima volta che vi scrivo. Volevo porre l'attenzione su due grossi problemi che riguardano il cimitero di Casarano.

Il primo riguarda in particolare la zona delle sepolture a terra. Dopo ogni pioggia si forma una vera e propria latrina, con il serio pericolo di scivolare, dato che i vialetti sono fatti in terra battuta. Capita spesso che dopo esser stati al cimitero a fare visita ai propri cari defunti, tornandosene a casa ci si debba lavare le scarpe completamente sporche di fanghiglia. L'unico rimedio per non inzupparsi sarebbe quello di passare sopra le lapidi, che, a mio giudizio e credo per molta gente rispettosa, sarebbe un'offesa al defunto. È successo in particolare che sabato 8 novembre, dopo la pioggia del giorno prima, andando al cimitero a far visita ad un caro amico estinto, ed erano circa le undici, sono rimasto veramente sconcertato. Sembrava di stare in un cimitero di un paese del terzo mondo, non in un paese civile come dovrebbe essere Casarano. Era quasi impossibile passare per i viali allagati. Ebbene si, allagati! Mi sono permesso di fare alcune foto col mio telefonino (di seguito allegate), per documentare il ribrezzo. Una cosa incredibile e veramente indecorosa! Alcune persone anziane facevano fatica a reggersi tra questo pantano. Stiamo parlando di un problema che si risolverebbe tutto sommato, anche con un poco di cemento, non con chissà quale imponente e costosa opera pubblica.

Il secondo punto riguarda le fontanine marmoree collocate strategicamente di qua e di la per tutto il cimitero. Sicuramente molto belle, ma poco funzionali! Il problema è che nei giorni in cui ci sono molti visitatori, non esce una goccia d'acqua, e si deve cercare quella che eroghi almeno l'acqua necessaria per i portafiori. Il problema è molto usuale specialmente per quelle collocate sul vecchio impianto. Se vai in comune a segnalare il fatto, prendono sommari appunti e ti dicono: «Non si preoccupi, provvederemo il più presto possibile. ci spiace per il disagio. ».

La mia considerazione personale? Spendo solo una frase: I nostri amministratori hanno poco rispetto anche per i luoghi sacri.

Un saluto Lino Schiavano


 

11/11/08 Grazie per averci segnalato questo problema che noi giriamo ai nostri amministratori sperando in un loro intervento.  Inoltre, ne approfitto della tua segnalazione per ricordare al nostro sindaco e all'assessore competente, due altre segnalazioni fatte dal sottoscritto nel maggio 2007 e che non hanno ancora trovato una risposta. (No comment!!!)

Eugenio Memmi

Altra segnalazione.

Luogo: cimitero. Entrando nel cimitero, a sinistra subito dopo l’ossario trovano dimora per terra numerose lapidi, a parte una zona, che io chiamo la 167 di quel settore, dove fra una fila e l’altra di tombe non c’è nemmeno lo spazio per passare, bisogna appoggiarsi alle lapidi per non cadere vista la pericolosità della cementificazione calpestabile.

A parte questo, vi sono tantissime lapidi che ricevono la corrente elettrica tramite dei fili pendenti, alcuni scoperti, dove qualcuno potrebbe prendere la corrente, senza nessuna protezione. Le foto parlano molto chiaro! Credo che sia il caso di rimediare e con urgenza.

Zona 167 zona residenziale senza parole senza parole
       
626 "nuove disposizioni" volante è megio senza parole senza parole
       

 

Altra segnalazione,

vi è una piazzetta a molti sconosciuta, si chiama piazza Tamigi, si trova nei pressi di via Tagliamento (una parallela della strada per Taurisano), molto carina, i cittadini ivi residenti, chiedono che in tale piazzetta venga installato un semplice cestino per la raccolta dei rifiuti.

Succede spesso che la sera, questa piazzetta venga utilizzata da diversi giovani per mangiare la pizza, bere un birra, non essendoci un cestino, buttano (incivilmente) per terra i cartoni delle pizze, le bottiglie, e cosi via. Tutto qui.

       
Piazza Tamigi      

 

 

     

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

www.astronomiacasarano.it

 

 

  05/11/08 Il “Signor” Mc Cain e la lezione di Democrazia. Di Pino Montedoro

 

 

  05/11/08 Radiofarmaci? No grazie!

 

 

  04/11/08 "Acqua in bocca", la replica

di Mauro Plantera.

 

 

  03/11/08 Zibaldone nazionale 2.

Di Anselmo Ciuffolett1

2 commenti

 

 

  02/11/08 Acqua in bocca: vi abbiamo venduto l'acqua.

 

 

  02/11/08 Prevenire è meglio che curare.

Di Gabriele Bastianutti

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.