TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 
 
 
ARCHIVIO  

 VIDEO

 CHAT

ECONOMIA

CHIESE

MONUMENTI

AGRICOLTURA

VOLONTARIATO

PERCHE' MENDICARE CON UN NEONATO IN BRACCIO

di Eugenio Memmi, Casarano 06/10/04 ore 20.00

 

 

Pochi minuti fa mi ha chiamato un carissimo amico, Claudio, mi ha comunicato la sua profonda amarezza provata questa mattina nel vedere ad un incrocio alcune mamme con neonati in braccio, chiedere l’elemosina. Claudio, ha provato a chiedere alla donna perché svolgeva quel “lavoro” in mezzo al traffico, facendo respirare i gas di scarico a quella innocente creatura; la donna ha risposto che non aveva nessuno con cui lasciare la bambina e contemporaneamente lavorare…. chissà il marito dov’era….. Penso che tutti quanti ci siamo trovati in questa situazione, provando gli stessi sentimenti del nostro amico. A volte, personalmente davanti a queste circostanze la rabbia mi assale e prevale sulla solidarietà che non comunque non deve mancare mai, ma sfruttare un neonato per chiedere l’elemosina non l’accetto. Accetto i marocchini che chiedono qualcosa ed in cambio ti lavano il vetro della macchina, ma queste persone, che hanno sicuramente usi e costumi  diversi dai nostri, rispettabilissimi per certi aspetti, fanno qualcosa di inaccettabile.  Questo tipo di elemosina, non mi va bene, queste donne forse costrette a mendicare forse no, fanno qualcosa che va contro il rispetto dei loro stessi figli e dell’uomo, perciò mi chiedo se non ci siano gli estremi per intervenire e chiarire queste situazioni. Lo chiedo direttamente al nostro Sindaco, che  tramite le autorità competenti sia promotore della salvaguardia di questi bambini indifesi. Per autorità non intendo Carabinieri o Polizia, ma Vigili Urbani e Assistente Sociale, che possono comprendere meglio il problema e aiutare queste persone a trovare un modo per inserirsi nella società facendo capire che per vivere ci sono altri metodi.