TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 
 
 
ARCHIVIO  

 VIDEO

 CHAT

ECONOMIA

CHIESE

MONUMENTI

AGRICOLTURA

VOLONTARIATO

STASERA ALLE 21.00 TUTTI IN PIAZZA PETRACCA

di Eugenio Memmi, Casarano 07/09/04

 

 

Dicevo ieri, che mi risultava difficile scrivere o riportare qualcosa riguardanti gli avvenimenti di Casarano poichè ero, sono, e lo siete anche voi troppo lacerati interiormente da tutto questo dolore che attraversa il nostro pianeta da sud a nord, da est ad ovest. Ci sono drammi così grandi che assorbono ogni nostra energia, ma tutto questo odio è necessario che sia contrastato, che le bugie di chi sostiene ogni guerra non sia avallata dal nostro silenzio e dalla nostra pigrizia. E’ tempo di ritornare a far sentire le nostre voci, il nostro dissenso. Per questo motivo stasera ci troveremo in piazza Petracca per esprimere con la nostra presenza la volontà di chiedere la PACE e la fine di ogni guerra. Lo faremo per Enzo Baldoni, l’ultimo italiano ucciso dal dramma dell’Iraq, lo faremo per tutti quei bambini barbaramente uccisi in Russia. Paesi e situazioni diverse, spinte da un comune sentimento, la rabbia e l’odio, noi abbiamo l’obbligo di fermare tutto questo, con i nostri piccoli mezzi.

08/09/04 L'incontro di ieri sera in piazza Petracca, organizzato in mezza giornata, con il passa parola via sms e con l'invito esteso dalle pagine di questo sito, ha coinvolto diverse persone, perlopiù giovani, amici, conoscenti e non. Non eravamo in tanti, ma era importante farlo, dare un segno alla città, ma soprattutto una risposta alle nostre coscienze che chiedevano dei gesti significativi che esprimessero il nostro disappunto contro ogni guerra, contro ogni orrore perpetrato, per chiedere PACE, per ricordare le tante, troppe vittime innocenti di cui si stanno costellando le strade dell’odio. Vogliamo costruire ponti di pace, ponti di amicizia, non con la guerra preventiva ma con la pace preventiva, per questo dobbiamo chiedere il cessare del fuoco ovunque, il rispetto delle diverse identità nazionali, la risoluzione della questione Palestina – Israele, Russia – Cecenia, per questo chiediamo al nostro governo di ritirare i nostri militari dall’Iraq. Ricoloriamo i nostri balconi con le bandiere della PACE per riaccendere dentro di noi la voglia di PACE per ricordarcelo continuamente e chiederlo a tutti.

08/09/04 Salve, ieri sera c'ero anch'io. Purtroppo devo dire che secondo me la poca affluenza in Piazza Petracca non è stata causata solo da un problema di disinformazione ma un pò anche dal menefreghismo e dalla poca umanità forse regnante. Non voglio fare critica o altro, però la poca partecipazione deriva dal fatto che sono fatti che succedono lontano e in tanti pensano che non succederanno mai a noi in prima persona...è questo il ragionamento che in molti fanno?!.... Quando "il problema" arriva nelle nostre case allora si che si chiede aiuto e si capisce la disperazione degli altri. Scusate lo sfogo

Cosimo Ferilli

c.ferilli@telematicaitalia.it

 

08/09/04 Caro Cosimo, il fatto che non si era in tanti ieri sera, non ti deve amareggiare più di tanto, l'importante è che tu c'eri. Molti probabilmente non l'avranno saputo e non sono potuti intervenire, tu l'hai saputo ed hai partecipato. Tu hai accettato di partecipare perchè lo sentivi come un dovere morale, per tutta una serie di motivi. Per noi che abbiamo organizzato la serata, non era importante quanta gente fosse venuta, l'iniziativa è nata da un bisogno interiore, da una "vocina" che ci ha spinto a farla, il numero non ci preoccupava, anche se siamo ugualmente contenti per tutti quelli che sono venuti e con loro abbiamo condiviso un momento che ritengo sia stato forte, significativo. L'importante è seminare qualcosa di buono, far sentire alla città che ha un'anima, una coscienza, delle teste pensanti.

Eugenio

 

LE INIZIATIVE NELLA NOSTRA CITTA'

11/02/03 "I BALCONI PER LA PACE": aderendo alla proposta del sindaco Remigio Venuti, iniziano a sventolare dai balconi dei cittadini il simbolo per dire NO ALLA GUERRA.