TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

A PROPOSITO DI “ULISSE ATTENTO AI PROCI”

Casarano 16/03/04

 

 

Avendo avuto occasione di leggere su questo sito l’intervento di Antonio Gianuzzo, certamente persona giovane, ed essendo stato chiamato in causa, mi permetto inserirmi nel discorso non per spirito di polemica, giacchè è nel diritto di tutti esprimere la propria opinione su argomenti di carattere pubblico, ma per amore di una maggiore chiarezza.

 

Non voglio entrare nel merito delle opinioni esposte, poiché ognuno ha la propria verità, tuttavia ritengo necessario evidenziare come un conto siano le opinioni, come quando si sostiene che “per loro – i Giuda- la politica era finita e si dovevano accontentare delle briciole”, pensiero legittimo, ma del tutto soggettivo in quanto non verificabile nella sua verità o falsità, poiché non basato su fatti realmente accaduti, un conto siano le affermazioni, allorché ci si chiede “dov’è il programma che la coalizione si propone di realizzare…..si è parlato di nomi e non delle intenzioni….. si antepone la forma alla sostanza…..”, asserzione, questa sì, confutabile perché si contrappone ad avvenimenti realmente accaduti, oggettivamente verificabili e, come tali, validi per tutti, salvo poi a condividerli o meno.

Per essere più chiaro faccio un esempio banale. se una partita di calcio finisce con il risultato di 2 a 0 per una squadra, NESSUNO potrà affermare cosa diversa, mentre TUTTI potranno esprimere il proprio parere sul come e perché sia scaturito quel risultato.

 

Perciò vale la pena ricordare che le associazioni hanno elaborato, in tempi non sospetti, un documento “Quale governo per la Città?” che hanno presentato e discusso in pubblica Assemblea il 22 maggio 2003 e che poi hanno distribuito in mille copie, accompagnato da un questionario con il quale si chiedevano pareri, suggerimenti partecipazione anche diretta dei cittadini i quali, peraltro, hanno risposto in tanti.

Ed è da quel documento, condiviso nella sua filosofia e nel suo impianto, che scaturisce il primo approccio con candidato sindaco, così come si andranno ad individuare le candidature nelle liste per il rinnovo del Consiglio Comunale.

 

Evidentemente quel documento-proposta è sfuggito a qualcuno, altrimenti ci si sarebbe accorti che è stato seguito esattamente il percorso opposto rispetto a quello criticato; vale a dire prima il programma (le intenzioni) e poi i nomi: proprio come si invoca e si auspica!

 

Il documento, comunque, rimane a disposizione di chiunque voglia venirne in possesso e voglia confrontarsi, possibilmente non attraverso Internet che, a mio modo di vedere, rimane un utilissimo mezzo di comunicazione più che di discussione, per cui sarebbe più appropriato e più proficuo un incontro, anche a più voci, all’insegna del reciproco rispetto e disponibilità al dialogo anche per ragionare amichevolmente su “quelli che si dovevano accontentare delle briciole”

 

E a questo punto mi sia consentita non un’opinione o un’affermazione, ma una considerazione: perché persone interessate, specialmente giovani e donne (e ce ne sono tante nella nostra Città) si tengono lontano dalla politica che, per essere purificata e rivitalizzata nei metodi, nella sostanza e negli uomini, anche dei “Giuda”, ha soltanto bisogno di energie fresche e sane?

.

                                                                                       Lillino Casto

Coordinatore Movimento “Società Aperta-Uniti per Casarano”

Casarano, lì 16.03.04

 

 

08/03/04   ULISSE ATTENTO AI PROCI! L'analisi dell'attuale situazione politica 

cittadina, tumultuosa, in  continua evoluzione, di difficile comprensione. Di Giannuzzo Antonio