Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo. (Mahatma Gandhi)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 

Per la pubblicità su www.tuttocasarano.it

scrivi a bannertuttocasarano@virgilio.it   

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

 

Italgest pallamano

Il Presidente della Italgest - Maurizio Monte

Casarano perde la Supercoppa a 11’’ dal termine

 

 

 

Di Davide Barlabà

Casarano, 20/09/2009

 

Italgest Casarano – Indeco Conversano 24-25 (10-13)

Casarano: Fovio (K), Stritof 2, Torbica 5, Scarpa, Ferrantelli, Lovecchio, Buffa, Ognjenovic 3, Telepnev 2, Opalic, Carrara, Stevanovic 3, Kokuca 9, Lupo. All. Trapani

Conversano: Tsilimparis, Muraru, Reznicek 2, Radovcic 7, Arcuri 1, Gaeta 1, Marrochi, Di Maggio 1, Tarafino 2, Di Leo, Corzo 11, Minunni, Napoleone, Sampaolo. All. Trillini

Arbitri: Di Domenico - Fornasier

LIGNANO SABBIADORO (UD) – Le previsioni della vigilia sono state rispettate e per la Italgest Casarano non è possibile centrare il tris in Supercoppa: l’Indeco Conversano ha battuto i Campioni d’Italia per 25-24 dopo un lungo tira e molla e messo in cascina il trofeo che apriva la stagione 2009\10.

I rosso – azzurri hanno pagato care l’assenza di Buffa (in panchina per onor di firma) e le precarie condizioni di Opalic e Stritof, due perni della difesa casaranese. In casa Indeco, invece, tutti a disposizione di mister Riccardo Trillini.

La partita è sbloccata da Kokuca che porta in vantaggio il Casarano al 1’, la replica non tarda a venire da Corzo che sigla il primo pari. Il cubano è inarrestabile e mettendo a segno altre due reti scava il primo solco del match già al 3’30’’. Al 10’ Conversano ancora avanti di due reti: 2-4. Le due squadre lottano azione su azione: i Campioni d’Italia reagiscono al 12’ e si riportano a una lunghezza dai baresi con Torbica e Stritof, ma Tarafino e Radovcic rispondono per il 5-8. La Italgest gioca al massimo e non ha tempo per rifiatare: piccole disattenzioni costano il 7-12 al 20’, massimo vantaggio per i bianco – verdi. Casarano prova a tornare in gara con i gol dalle ali: Ognjenovic fissa il punteggio sul 9-12 al 24’. Il gap persisterà fino al 30’: attacco salentino troppo sprecone per poter cambiare il volto del match, che nella ripresa si riapre sotto la falsa riga del primo: Tarafino e Di Maggio firmano il 10-15. Kokuca prende per mano i suoi realizzando tre reti nel giro di quattro minuti, ma si sblocca Reznicek che mantiene costante il gap al 44’ (14-19). Al 46’ parziale di 3-0 per la Italgest, tutto dai Balcani: Kokuca, Stevanovic e Torbica riportano a -2 il Casarano (17-19). La partita si infiamma, una doppietta di Torbica pareggia i conti in campo al 48’40’’: 19-19. Il cuore dei Campioni d’Italia riapre una partita che pareva già persa, undici minuti separano le due squadre dal fischio finale. Il Casarano non si ferma, si porta addirittura in vantaggio con Kokuc 21-19 al 51’. Ancora Torbica per triplo vantaggio a 7’ dal termine: 22-19. Corzo interrompe il parziale di 8-0 della Italgest a cinque minuti dalla fine, ma Radovcic pareggia 22-22 al 56’. Italgest avanti 24-23, ma i baresi rimontano. I Campioni d’Italia hanno la possibilità di andare ai supplementari, ma Kokuca sbaglia il tiro di rigore a 11 secondi dal termine, stampando il pallone sul palo.

Onore al Conversano, che alza al cielo la sua seconda Supercoppa della sua storia e raggiunge la Italgest nello speciale palmares. Bravi Fovio e compagni che nonostante il forfait di Buffa e le condizioni deficitarie di Stritof e Opalic hanno tenuto bene il campo al cospetto di una formazione in ottimo stato di forma dando il cuore in un incontro rimontato da grande squadra, ma mal gestito nelle situazioni favorevoli.

 Le due squadre non torneranno in Puglia, ma soggiorneranno ancora nella cittadina friulana per partecipare all’Handball Trophy: per la Italgest esordio domani alle 14:00 nei quarti di finale contro l’Ancona, neopromossa in Elite. La vincente della sfida affronterà in semifinale la vincente del quarto tra Bologna e Albatro Siracusa.

 

 

 

Don Tonino Bello: " In piedi, costruttori di Pace "

 

 

 

 

               

 

 

http://www.percorsidarte.org/

 

www.livingcasarano.it

 

--------------------------------------

SABATO 19 SETTEMBRE:

LA CORRIDA -

PIETRABIANCA ALLO SBARAGLIO

---------------------------------------

Casarano

 

 

  08/08/09 Il Berlusconi rosso.

Di Marco Travaglio

 

 

  08/08/09 Tempo al tempo! Di Paolo Ditano

 

 

  08/08/09 Casaranesi: cittadini consapevoli.

Di Paolo Sabato

 

 

 

 

  06/08/09 La stampa inglese e il paradigma Berlusconi
"Modello negativo da non imitare"

 

 

  05/08/09 Ora è evidente lo scopo ideologico dell'introduzione dell'RU486.

Di Enrico Giuranno

6 commenti

 

 

 05/08/09 I servizi pubblici inquinano piu' delle auto...

Di William Ghilardi

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.