TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

La Lega Italiana contro i Tumori e il CSVS

Eventi stressanti, emozioni, disturbi e strategie di adattamento per bambini e adulti.

- convegno -

Gallipoli 18 marzo

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

La Italgest cade a Merano sul più bello

 

 

Di Davide Barlabà

Casarano, 15/03/2008

 

 

Indata Merano - Italgest Salento d’amare 29-27 (13-14)

 

Indata Merano: Loncaric, Lang, Larcher, Gerstgrasser, Querin, Gufler, Prantner, Popov, Garcia, Boninsegna, B. Brzic, Stecher, Mall, Gagovic. All. V. Brzic

 

Italgest Salento d’amare: Fovio, Modrusan, Arcuri, Kammerer, Torbica, Baroni, Radovcic, Lovecchio, Tarafino, Ivancic, Lisicic, Kovacevic. All. Ivanisevic

 

Arbitri: Mondin - Cropanise

 

(Merano 15/03/08) La Italgest Salento d’amare si ferma sul più bello, così come la sua striscia positiva si ferma a 5 successi. I ragazzi di Ivanisevic, dopo un’ottima partenza si sono dovuti arrendere di fronte ad un grande Merano per 29-27. I diavoli neri hanno disputato la loro partita perfetta, impedendo la fuga spezza campionato ai Campioni d’Italia, onorando l’incontro sebbene avessero la matematica certezza di non poter partecipare alla poule scudetto. Il distacco in classifica tra Italgest Salento d’amare e Indeco Conversano rimane così invariato a sei lunghezze.

La partenza è tutta di marca rosso – azzurra: la Italgest firma subito un parziale di 3-0 grazie alle reti di Kovacevic, Tarafino e Arcuri. Il Merano accorcia le distanze con il solito Querin al 5’. I Campioni d’Italia spingono sull’acceleratore e vanno a segno con Radovcic e Lisicic per il 6-3 al 10’. I diavoli neri, però, non ci stanno e replicano con un parziale di 3-0 firmato da Querin e Popov. A metà primo tempo la situazione vede i salentini in vantaggio 7-6. I padroni di casa non disdegnano ad attaccare e pervengono anche al pari grazie a Prantner al 19’. La partita non ne vuol sapere di trovare un padrone: la Italgest Salento d’amare riesce a volare sul 12-8 al 20’, ma i bianco – neri si rifanno sotto con Gufler e Querin (11-12 al 26’). Nelle ultime battute del primo tempo, il gap rimane invariato. Le reti di Torbica e Popov fissano il risultato sul 14-13 in favore della Italgest dopo i primi trenta minuti.

Nei primi minuti della ripresa non cambia il tema della gara: le due squadre rispondono colpo su colpo. Da una parte il russo Popov e dall’altra il bosniaco Torbica sono i migliori realizzatori della due squadre. Le due compagini non riescono a trovare un parziale importante per chiudere la contesa. Ci prova e ci riesce Merano tra il 45’ e il 50’ siglando un break di 4-2, che vale il 27-23 a sole dieci lancette d’orologio dal termine. L’episodio che caratterizza l’incontro giunge al 54’ sul 22-22. Su un’azione di contropiede di Radovcic, un arbitro sanziona un fallo netto di piede di Querin con i due minuti al terzino meranese. Inspiegabilmente, però, l’altro direttore di gara annulla la sanzione e il fallo in attacco. Poco più tardi la Italgest si ritrova in cinque uomini in campo, a causa delle esclusioni di Ionescu e Lisicic, concedendo ai padroni di casa il break decisivo. Negli ultimi minuti i ragazzi di Vlado Brzic amministrano con tranquillità il prezioso vantaggio. A nulla servono gli strenui attacchi di Tarafino e compagni. L’Indata Merano chiude l’incontro per 29-27.     

Negli altri incontri della 7^ Giornata di Serie d’Elite successo del Bologna in casa contro lo Junior Fasano per 32-28: i brindisini si dovranno accontentare della quarta posizione allo start della Poule Scudetto. A Rubiera, invece, acuto dei padroni di casa del Gammadue sull’Albatro SR 36 a 29.

 

Ora dopo una pausa di due settimane, le attività agonistiche riprenderanno con la Final Eight di Coppa Italia dal 4 al 6 aprile a Siracusa, dove la Italgest Salento d’amare esordirà contro l’ostico Bologna UTD.

 

foto: http://www.meranhandball.it/

 

 

 

  


 

 

Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

 

  09/03/08 IL CASARANESE - Origini usi e costumi

 

 

  07/03/08 Cittadella della salute?dov'è finita?

Di A. Melileo

 

 

  05/03/08 "Scuola deviata": una lettera dalla provincia di Taranto; anche per don Ciotti

 

 

  05/03/08 La lettera "provocatoria" di Francesco De Vita consegnata ieri al ministro Chiti

 

 

  03/03/08 Ancora morti sul lavoro. Quattro vittime a Molfetta.

Di Omar Sarcinella

 

 

  02/03/08 In ricordo dell'on. Luigi Memmi

 

 

  02/03/08 Al caro Pino De Nuzzo.

Di Luciana

 

 

  01/03/08 Una battaglia di civiltà.

 

 

 01/03/08 E' morta l'infanzia.

Di Marta Melgiovanni 2 commenti

 

 

  29/02/08 Villa comunale: un bene da conservare e tutelare tutti insieme.

Di Simona Borgia

 

 

 29/02/08 Appello alla sovranità popolare.

Di Francesco De Vita

 

 

  28/02/08 Ciccio e Tore.

Di Liborio Primiceri e Rosario Scorrano

 

 

  26/02/08 Foibe: Azione Giovani risponde al sig. Miraglia e Panico

 

 

  26/02/08 Breve ed opportuna considerazione sulle Foibe.

Di Francesco Casciaro

 

 

  25/02/08 Riguardo le Foibe.

Di Emanuele Miraglia

 

 

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.