TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 

 

Il blog interamente dedicato alla Italgest Salento d'amare handball Club

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

oggi vi consigliamo il blog di Remo Tomasi :  http://mentelibera.blogspot.com/

Italgest Salento d’amare sei ancora nella storia

 

www.italgestpallamano.it

Casarano, 25/11/2007

 

Italgest Salento d’amare – Grasshopper Club Zurich 31- 28

Italgest Salento d’amare: Fovio, Tarafino 1, Buffa 1, Kovacevic 3, Lovecchio 2, Modrusan, Torbica 4, Baroni, Lisicic 3, Ivancic 8, Arcuri 3, Radovcic 1, Ionescu 2, Grinishin 3. All. Barrios

Grasshopper Club Zurich: Wyss, Egger 1, Rose 6, Krauthoff 3, Bringolf, Geiger 1, Muller 3, M. Schelbert 3, R. Schelbert 6, Kovar 5, Widner. All. Jeker.

La Italgest Salento d’amare entra ancora una volta nella storia della pallamano italiana. Infatti, ieri, superando nel doppio confronto casalingo del terzo turno di EHF Cup il Grasshopper Club Zurich, squadra laureatasi Campione di Svizzera nella passata stagione, è la prima squadra italiana ad accedere per la prima volta alle TOP 16 della seconda competizione europea per club.

Rispetto al turno d’andata mister Barrios cerca centimetri in difesa e porta in panchina Ionescu sacrificando precauzionalmente l’altro pivot Andreas Kammerer, che ha accusato un duro colpo all’avambraccio destro. In porta c’è Vito Fovio, premiato dal tecnico galiziano dopo le continue prove convincenti degli ultimi turni. Sblocca il risultato Mark Schelbert, ma la Italgest Salento d’amare infila un parziale di 4-0, acquisendo già da subito un margine rassicurante nei confronti degli avversari. Il Grasshopper approfitta di un leggero rilassamento dei rosso – azzurri, per capovolgere la situazione: al 12’ gli svizzeri sono avanti 6-5, ma devono tener conto del pilastro salentino Rok Ivancic che da solo riporta la Italgest sul 7-6 in proprio favore. Al 15’ Italgest avanti 9-6. I padroni di casa subiscono il ritorno degli elvetici che in contropiede castigano i Campioni d’Italia, che trovano in capitan Tarafino la loro arma principale. I rosso – azzurri mantengono sempre la testa dell’incontro ma trovano qualche difficoltà con la difesa mobile del Grasshopper. Nel finale della prima frazione di gioco, sugli scudi Fovio, Ivancic, Lovecchio, che chiudono sul 16-11.

Nella ripresa, la Italgest preme sull’acceleratore e con Lisicic e Torbica volano al massimo vantaggio al 34’: +8. I rosso – azzurri, sulle ali dell’entusiasmo e supportati da circa 600 spettatori, non danno spazio agli avversari e si portano addirittura sulle dieci lunghezze di vantaggio dopo altri sessanta secondi. In campo c’è solo una squadra: quella di coach Javier Barrios, che manda in campo il “Lupo” Kovacevic e Ionescu, che risponde con un gol in contropiede. I Casaranesi giocano in scioltezza e tagliano la difesa svizzera con estrema facilità. Al 45’ rosso – azzurri avanti 25-15. Il tecnico spagnolo della Italgest Salento d’amare, avendo il risultato al sicuro, mette in campo le “seconde linee”, in previsione dell’importantissimo match di martedì contro il Conversano. Nelle ultime battute da raccontare semmai ce ne fosse ancora bisogno, lo strapotere dei salentini, che portano a casa un risultato importante anche per il morale. L’incontro si conclude sul punteggio di 31-28. Martedì alle 11:00 all’Uniqa Tower di Vienna il sorteggio degli Ottavi di Finale della competizione: il raggiungimento di questo traguardo è un sogno che si avvera per la società della A.H. Italgest Salento d’amare Casarano e per tutta la pallamano italiana.       

 

A cura dell’ufficio stampa Italgest Salento d’Amare

 

 

 

 

 

Report - Rai 3

domenica alle 21.30

 

 

 

21/10/07 De Magistris: "Cacciano chi indaga
siamo tornati all'epoca fascista"

 

 

21/10/07 Industriale vive un mese da operaio
"Il 20 soldi finiti. Aumenti a tutti"

 

 

 

 

 

 

 

 

2000 - 2007 www.tuttocasarano.it All rights reserved.