TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

Disoccupato, chiede un consiglio e se possibile un aiuto

Inseriti tre commenti

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

La Italgest continua a sognare: è finale!

 

 

Di Davide Barlabà

Lecce, 05/04/2008

 

 

Italgest Salento d’amare – Albatro Team Network SR 30-25 (12-13)

Italgest Salento d’amare: Fovio, Modrusan, Buffa, Arcuri, Kammerer, Torbica, Baroni, Radovcic, Lovecchio, Tarafino, Ivancic, Lisicic, Ionescu, Pavlovic. All. Ivanisevic

Albatro Team Network SR: Mincella, Fusina, Bellavia, Bronzo, Heinz, Calvo A., Viscovich M., Mata Sanchez, Vasquez, Costanzo, Arias, Viscovich G., Lopasso, Ivanov. All. Vinci

 Arbitri: Alperan - Scevola

 E’ finale, è finale! La Italgest Salento d’amare può festeggiare l’ingresso in finale di Coppa Italia dopo aver regolato i padroni di casa dell’Albatro SR 30-25 al Pala “Concetto Lo Bello” di Siracusa. La gara ha vissuto su sottili equilibri per tutti i sessanta minuti di gioco, ma i ragazzi di Ivanisevic hanno compiuto la fuga decisiva sui siciliani nei primi minuti della ripresa. Domani alle 18:00 i rosso – azzurri cercheranno di difendere il titolo conquistato un anno fa in finale contro l’Indata Merano, che ha avuto la meglio sul Fasano. I Campioni d’Italia non hanno sofferto il clima caldo del Palasport, giocando una partita attenta e senza particolari sbavature, limitando gli attacchi di Mata Sanchez e compagni.

Parte benissimo la Italgest, che si porta sul 2-0 dopo due minuti. I padroni di casa sbagliano un tiro di rigore con Mata Sanchez, ma si rifanno con l’ala Giancarlo Costanzo. I Campioni d’Italia giocano con umiltà e mantengono le due reti di scarto sugli aretusei. Entrambe le difese aggrediscono i portatori di palla, chiudendo gli spazi. Al 15’ Italgest Salento d’amare conduce 9-8, ma due minuti più tardi l’Albatro perviene al pareggio con Bronzo. La partita prosegue su questo tema di estremo equilibrio. Pavlovic non riesce ad incidere come nei quarti di finale. Al 20’ i padroni di casa si portano per la prima volta in vantaggio con Mata Sanchez e da quel momento i bianco – azzurri cambiano momentaneamente l’inerzia del match. Negli ultimi minuti i ragazzi di Ivanisevic sbagliano troppo in attacco, non riuscendo a concludere in vantaggio la prima frazione, che va al Siracusa per 13-12.

La ripresa inizia con il gol del pari firmato da Lisicic. Gli ospiti non ci stanno e si portano anche in vantaggio con un preciso pallonetto di Arcuri. Quella del secondo tempo è un’altra Italgest Salento d’amare, più tonica, più determinata e decisa a conquistare la finale. L’Albatro SR non è mai domo, Mata Sanchez e Vasquez sono gli ultimi ad arrendersi nelle file dei siciliani. Capitan Tarafino e compagni resistono agli attacchi dei padroni di casa, che stringono i denti nella seconda parte della ripresa. La difesa rosso – azzurra tiene bene e in attacco l’entrata in campo di Alejandro Buffa è molto importante in quanto il pivot conquista diversi tiri di rigore che risulteranno decisivi ai fini del punteggio finale. Al 55’ da segnalare un leggero infortunio occorso a Ivancic, ma l’umiltà fa volare i Campioni d’Italia in finale, dove si contenderanno il trofeo contro il Merano dei “cecchini” Querin e Popov.

La Italgest Salento d’amare non conosce sosta. Domani  consueto appuntamento con la diretta sul portale Italgestpallamano.it dalle 17:30.   

 



 

 

 

  


 

 

Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

  27/03/0'8 Pensionato tenta una rapina e si uccide. Gli è stato negato un prelievo dal suo conto in rosso ed è tornato armato. Sorpreso dai carabinieri, si è sparato

 

 

  25/03/08 "Niente di personale", di Antonello Piroso, su La7: la televisione di qualità che vorremmo vedere più spesso.

Di Enzo Schiavano

 

 

  20/03/08 Bandiera rossa trionferà.

Di Alberto Cavallo

 

 

  20/03/08 Genova 21 luglio 2001.

Di Gabriele Bastianutti

 

 

  19/03/08 In difesa del Salento Bizantino.

Osservatorio di Belloluogo

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.