TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

Quando essere in vetta fa paura...

 

 

 

 

Di Davide Barlabà

Casarano, 05/02/2008

 

 
L'esordio di mister Ivanisevic non si può dire sia stato molto felice per la Italgest Salento d'amare. La sconfitta di sabato a Prato, contro la squadra ultima in classifica, ma decisa a salire sul primo treno per la salvezza, brucia, eccome. I Campioni d'Italia hanno avuto più volte il braccino da tennista, troppe occasione sprecate a tu per tu con il portiere Stankovic, alla fine l'MVP della serata. Bravi i toscani per la tenacia e la determinazione messi in campo: in fondo, alla vigilia loro sì che l'avevano promessa la vittoria. Nessuno, però, pareva crederli sul serio, ed ecco in un battito di ciglia si riapre il campionato, che per strane coincidenze stava per chiudersi venerdì sera a Siracusa dove i padroni di casa dell'Albatro SR stavano per mettere a segno un altro colpo sul Bologna UTD, che ha trovato il bandolo della matassa solo negli ultimi sette minuti. I casaranesi ora guidano la classifica solo con tre punti sullo stesso Bologna e sul Conversano, vittorioso sul Merano. Anche il Fasano ora fa paura: con soli quattro punti di distacco, la sfida importantissima di mercoledì 13 al Pala Italgest sarà da dentro o fuori per entrambe le squadre.

Quella di sabato sera era la grassa sorella della Italgest che tutti conosciamo: domina per venti minuti (9-6) grazie al trio delle meraviglie Radovcic - Ivanicic - Torbica e poi niente più, sempre e solo Prato. Impalpabili Lisicic e Kovacevic, un gol in due. Da loro ci si sarebbe aspettato molto di più, la loro imponente stazza non è entrata ancora in condizione e va ancora aspettata. I tempi stringono, però: venerdì e sabato, al Pala Italgest di Lecce, andrà in scena l'ottavo di finale di EHF Cup tra i Campioni d'Italia e la fortissima selezione ucraina del Portovik Youznhy. L'esito della contesa appare scontato, ma i salentini cercheranno di fare la voce grossa in Europa e di ritornare ad essere la Italgfest che conosciamo.

Prato è un capitolo chiuso, ora bisogna guardare in avanti. In fondo, Casarano è ancora primo!



 

 

 

 

  


 

Nessuno tocchi Clementina

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

 

  01/02/08 Addio Angelo... Per Giovanni Coletta.

Di Sabine Schirinzi

 

 

  30/01/08 60 anniversario della morte di Gandhi

 

 

  30/01/08 Omaggio a Giovanni Coletta.

Di Cosimo Toma

 

 

  29/01/08 Un saluto a Giovanni Coletta.

Di Giovanni Fracasso

 

 

  28/01/08 Un silenzio assordante. (Dedicato a Giovanni Coletta).

Di Maria Rosaria De Rocco

 

 

  27/01/08 E' morto un uomo. (A Giovanni Coletta)

Di Gianni Bellisario

 

 

  26/01/08 Fastidisoso come una zanzara. "Dedicato a Giovanni Coletta".

Di Davide Barletta

 

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.