TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 
 
 
ARCHIVIO  

 VIDEO

 CHAT

ECONOMIA

CHIESE

MONUMENTI

AGRICOLTURA

VOLONTARIATO

CONSIGLIO COMUNALE, IN DIECI MINUTI E' GIA' TERMINATO

di Enzo Schiavano, dal Quotidiano del 01/12/04

 

 

Dieci minuti. Tanto è durato ieri mattina il Consiglio Comunale. Inutile dire che si è trattato del più breve della recente storia cittadina. Secondo l’opposizione, che ha protestato con decisione, la durata della seduta non avrebbe superato i cinque minuti. Tre punti all’ordine del giorno approvati all’unanimità nello stesso tempo occorrente per prendere un caffè. All’orario prestabilito (ore 8:30), 12 consiglieri di maggioranza erano già nei banchi, pronti per la sessione. I rappresentanti dell’opposizione di centro-destra non c’erano. Confidavano nella mezzora “fisiologica” di ritardo.

Il presidente dell’assemblea, Paolo Zompì, dichiarava aperta la seduta e la conduceva in porto in pochi minuti. Un vero e proprio blitz che ha sorpreso, oltre ai consiglieri di opposizione, anche i giornalisti e perfino le stenotipiste che dovevano registrare la seduta. Alle ore 8:43 era già tutto finito. Arrivati nel frattempo a Palazzo dei Domenicani, resisi conto della situazione, gli esponenti della minoranza hanno fatto una improvvisata conferenza stampa (ne parliamo in altra parte del giornale), chiedendo tra l’altro le dimissioni del presidente Zompì.

Il Consiglio Comunale ha ratificato la delibera della giunta relativa ai lavori per la messa in sicurezza dello stadio “Capozza”, resasi necessaria per rendere agibile la struttura, approvando in sostanza la spesa di 46.800 euro occorsa per i lavori. Quindi, ha approvato la variazione di assestamento del bilancio di previsione 2004 e il piano comunale 2005 per il diritto allo studio. E’ il piano di intervento delle funzioni e dei servizi di assistenza scolastica (mensa, trasporto, acquisto libri e materiale didattico ecc.) per la complessiva somma 205.200 euro, il cui finanziamento sarà richiesto all’Assessorato regionale alla Pubblica Istruzione.