TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

Depuratore: Il sindaco pronto a far intervenire il prefetto per farlo funzionare

 


di Danilo Lupo

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 03/12/06  

 

 
Per far partire il depuratore il sindaco è pronto a bussare alla porta del Prefetto «e anche oltre, se sarà necessario». L'impianto di depurazione sta diventando un vero e proprio caso politico-istituzionale: ieri mattina Remigio Venuti ha incontrato il presidente Giovanni Pellegrino per fare pressing sulla Provincia di Lecce, da cui dipende l'autorizzazione definitiva all'avvio della struttura. L'incontro però non sembra aver soddisfatto il primo cittadino, che quindi si dice pronto a dare battaglia in tutte le sedi. Ma come è andato l'abboccamento tra i due esponenti diessini? «Il presidente Pellegrino – riferisce Venuti – si è fatto portavoce delle legittime esigenze di salvaguardia del litorale gallipolino, prendendo comunque l'impegno per una conferenza dei servizi con tutte le amministrazioni interessate alla ricerca di una soluzione».

L'economia turistica dello Ionio, però, non correrebbe rischi secondo Venuti, che ricorda ancora una volta la destinazione delle acque depurate. «In primo luogo serviranno per uso irriguo – dice – alimentando la grande vasca alle spalle del cimitero, poi confluiranno in laghetti artificiali. Quelle in eccesso, se ce ne saranno, andranno nel canale dei Samari, che dovrebbe assorbirla prima che arrivi al mare. L'acqua depurata finirebbe in mare solo in caso di inverni molto piovosi, ma in quel periodo che rischi ci sarebbero per il turismo balneare?». La cosa più «intollerabile», secondo Venuti, è che «di fronte ad un pericolo ambientale remoto si accetti una bomba ecologica certa: ognuno a questo punto deve assumersi le proprie responsabilità». Il timore, tra le righe, è che la responsabilità del mancato avvio del depuratore ricada sulle spalle dell'amministrazione comunale. «Sarebbe una beffa – prosegue - ho lottato per il finanziamento, l'ho ottenuto, ne ho seguito l'iter, abbiamo costruito il depuratore e ora abbiamo l'impianto bello e pronto senza poterlo attivare».

Sul piatto della bilancia, infine, il primo cittadino butta tutto il peso economico e industriale di Casarano e la pesante crisi occupazionale da cui la città sta tentando di tirarsi fuori. Va ricordato, infatti, che i depuratori finiti e mai inaugurati in città sono due: quello ad uso civile, sulla provinciale per Taviano e quello della zona industriale, che servirà le imprese di Casarano e Collepasso; i due impianti sono collegati e se non parte il primo, anche il secondo rimane condannato all'inattività. «Eppure tutti ci sciacquiamo la bocca con parole come sviluppo del territorio, contesto favorevole alla nascita di imprese e via dicendo – tuona Venuti – È vergognoso che si tolleri una situazione in cui il sistema fognante delle zone industriali di Casarano e Collepasso non viene attivato perchè manca lo sbocco finale. E ancora più vergognoso se si pensa che un'impresa, prima di investire in una zona industriale, vuole essere sicura dei servizi presenti e al riparo da rischi ambientali e quello fognante è uno dei servizi essenziali»
 

 

30/11/06 Doveva consegnare 27.435 litri di gasolio ma ne scarica 1.545 di meno. Truffato l’ospedale

 

 

30/11/06 La Lega Tumori ha provveduto a rinnovare le cariche sociali.

 

 

30/11/06 Pallamano: Casarano in cerca di conferme nella tana del Bressanone

 

 

29/11/06 «Cartelle pazze», il Comune corre ai ripari Gabriele Caputo: «Gli errori saranno corretti e i cittadini rimborsati se la Regione non approverà il Prg»

 

 

29/11/06 Depuratore: Troppe false partenze. L’ultima a maggio Preoccupano gli scarichi destinati a «Baia verde»

 

 

28/11/06 La degradante situazione dello stadio sta esasperando i tifosi del Casarano

 

 

26/11/06 Ennesima intrusione nella sede del mensile “Il Tacco d’Italia”.

 

 

 

25/11/06 Il vescovo incontra i giovani... nel pub

 

 

2000 - 2006 www.tuttocasarano.it All rights reserved.