TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

 " Rompiamo il silenzio " - Firma l'appello di Libertà e Giustizia  

Consiglio Comunale Casarano

Il progetto del sansificio arriva in consiglio fra le polemiche

 

 

Di Alberto Nutricati

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del  05/03/09

 

A tenere banco nel corso dell’ultimo consiglio comunale è stato, come era prevedibile, il sansificio che dovrebbe sorgere a Casarano. A portare all’attenzione pubblica l’impianto, che ha già ricevuto l’autorizzazione da parte dello Sportello unico, era stato, nei giorni scorsi, il consigliere azzurro Giampiero Marrella, accusando l’Amministrazione di mancanza di trasparenza. Per questo stesso motivo, il presidente del Consiglio, Paolo Zompì, aveva deciso di autosospendersi dal Pd.

Ad intervenire sull’argomento, dai banchi del consiglio comunale, è il presidente della Commissione urbanistica, Amedeo Sabato (Udeur), che avanza perplessità sull’iter autorizzativo. «Il sansificio – spiega Sabato - si occupa di un sottoprodotto della terra e quindi non ricade nel settore agricolo, ma in quello industriale. Tra l’altro, per altri opifici che lavoravano direttamente prodotti dell’agricoltura abbiamo dovuto apportare una variante in consiglio comunale, mentre in questo caso si è proceduto diversamente. Ritengo che l’iter seguito sia errato. Quindi o si è sbagliato per la non conoscenza delle regole o si è sbagliato volutamente per non suscitare l’ambaradan avuto con altri impianti».

Poi l’intervento di Sabato si fa sempre più duro, tracciando un parallelismo con il sansificio di Maglie. «Qui – aggiunge il consigliere - più che posti di lavoro forse si vogliono creare posti in cimitero. La richiesta che faccio, allora, è quella di rivedere l’iter». Anche il consigliere Attilio De Marco (20 di libertà) insiste sulla necessità di porre rimedio alla questione, alla luce della recente sentenza con cui il Tar si è pronunciato negativamente sul sansificio di Veglie per la mancanza di uno strumento decisionale partecipativo adottato a monte.

Di diverso avviso il sindaco Remigio Venuti, secondo cui il caso di Veglie è diverso, perché lì si parlava di un’industria insalubre che utilizzava soluzioni chimiche, mentre a Casarano si utilizzeranno procedure meccaniche. In secondo luogo, il Consiglio è intervenuto in questioni analoghe solo quando l’impianto prevedeva cubature che la superficie agricola non consentiva, circostanza che non si verifica in questo caso. Molto più duro il sindaco su un altro aspetto. «Trovo un modo terrorista di fare informazione - dice - paragonare questo impianto alla Copersalento. Priva di fondamento è anche la notizia che questo sarebbe un impianto di energia elettrica alimentato a sansa. Detto questo, se qualcuno deciderà di fare ricorso io di certo non mi stralcerò le vesti, ma che lo faccia su elementi concreti».

Intanto sono state protocollate le richieste per la convocazione urgente di un consiglio comunale e della commissione urbanistica per dibattere in modo più specifico della questione, su cui si è già registrato l’intervento critico da parte del comitato intercomunale «Energia, ambiente e vita».


 

Gianni Morandi & Amii Stewart - Grazie Perchè

 

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

http://www.percorsidarte.org/

 

09/01/09 I giovani e i loro problemi.

Di Mario Casto

 

 

 

 

04/03/09 Urologia al "Ferrari" di Casarano.

Di Alessandro Lecciso

 

 

04/03/09 Casarano città esente dalla storia...

Di Alessandro De Marco

 

 

03/03/09 Ho fatto un viaggio.

Di Marco Mastroleo

1 commento

 

 

03/03/09 Considerazioni personali.

Di Loredana Toma

1 commento

 

 

02/03/09 Incontro con Raffaele Fitto. Di Piero Ricca

 

 

28/02/09 Fine vita. Il rinvio serve solo a far dimenticare Eluana.

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.