TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

 " Rompiamo il silenzio " - Firma l'appello di Libertà e Giustizia  

Dopo radiofarmaci e biomasse spunta un sansificio

 

 

 

Di Alberto Nutricati

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del  28/02/09

 

AUTORIZZATA LA COSTRUZIONE DELL’IMPIANTO.

IL PDL INSORGE


Dopo il centro per la produzione di radiofarmaci, un altro grande impianto sorgerà alle porte della città, senza che i cittadini ne sappiano nulla. È questo il grido di allarme lanciato dal capogruppo consiliare di FI-Pdl, Giampiero Marrella.
Questa volta si tratta di un impianto per l’essiccazione della sansa, con due camini dell’altezza di 15 metri, che dovrebbe sorgere in contrada Caselle, al confine con Collepasso, su una superficie di 13 ettari.


A realizzare l’impianto, che negli ultimi giorni del mese scorso ha ricevuto l’autorizzazione da parte dello Sportello unico per le attività produttive, sarà un’azienda del bresciano, la «Bioenergia investimenti», che si occupa in particolare di biomasse.


«Mentre la cittadinanza era intenta a dibattere su radiofarmaci e biomasse - dice Marrella - un nuovo insediamento si faveva strada: un sansificio, mascherato da impianto per essiccazione della sansa, visto che dalla documentazione si evince che l’azienda produrrà olio di sansa».
Da quanto è emerso dall’illustrazione del piano industriale dell’azienda, esposto in un recente convegno a Bologna, pare che l’impianto di Casarano dovrebbe produrre una potenza elettrica pari a 15,8 Mega Watt. Poiché il consigliere Marrella, al momento, non è riuscito ad entrare in possesso della documentazione integrale, le questioni tecniche verranno affrontate dal gruppo Pdl-FI in un secondo momento.


La vicenda, però, è di scottante attualità perché, proprio nei giorni scorsi, il Tar si è espresso negativamente nei confronti del sansificio di Veglie, anche se in quel caso si parla di un insediamento molto più grande. Intanto Marrella ha richiesto che il problema venga discusso all’interno della Commissione Urbanistica e che venga convocato un consiglio comunale ad hoc per conoscere nel dettaglio il progetto e per sapere quali ricadute avrà in termini ambientali ed occupazionali.
«Ad onor del vero - aggiunge Marrella - l'insediamento ha avuto il beneplacito di tutti gli organi competenti, ma il fatto che anche questa volta l’Amministrazione ha voluto tenerci all’oscuro desta preoccupazione.

 

Al di là della correttezza del procedimento formale che prevede l’af fissione all’Albo pretorio, in casi come questi sarebbe stato necessario informare la cittadinanza, o per lo meno i consiglieri. Mi chiedo invece quanti consiglieri di maggioranza siano a conoscenza del nuovo impianto. O si aspettava di mettere tutti dinanzi al fatto compiuto?».
Ad incalzare la giunta Venuti sulla mancanza di trasparenza e di comunicazione è anche Francesca Fersino del coordinamento cittadino del Pdl.


 

Paolo Vallesi - La Forza della vita

 

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

http://www.percorsidarte.org/

 

09/01/09 I giovani e i loro problemi.

Di Mario Casto

 

 

 

28/02/09 Fine vita. Il rinvio serve solo a far dimenticare Eluana.

 

 

27/02/09 Il Sud non è solo Napoli. Di Anselmo Ciuffoletti

 

 

27/02/09 Le interviste del blog beppegrillo.it: Gioacchino Genchi

 

 

27/02/09 Eluana Englaro: parte un incheista per "omicidio volontario"

 

 

27/02/09 Roberto Scarpinato - Riforma delle intercettazioni (video You Tube)

 

 

26/02/09 L'io e il nome.

Di Vincenzo Ampolo

 

 

25/02/09 "Sii umile come un filo d'erba...

Di Fernando Giorgino

 

 

25/02/09 Carnevale: la gioia di partecipare...

Di Silvia De Baroni De Rose

 

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.