TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Il calcio non morirà in città grazie a Paride De Masi ed al gruppo Italgest

PARTI DEL DISCORSO DI PARIDE DE MASI IN OCCASIONE DELLA PASQUA DELL’ATLETA DEL 22/04/2006 PRESSO IL TENNIS CLUB SALENTO DI CASARANO.

E’ LA NASCITA DI UNA NUOVA SOCIETA’, DI UN PROGETTO SERIO.
Ringraziamo l'amico Andrea che ci ha inviato questa e mail

   andreagio@infinito.it

……C'’è bisogno di uno scatto d’orgoglio (per Casarano città), c’è bisogno di una necessaria voglia di reagire……………..(poi parla di nuovi investimenti che intende fare su Casarano).

Mi ricordo Sindaco quando tu mi dicesti: però Paride mi devi aiutare perché la città ha un altro effettivo bisogno, quello di avere una squadra di calcio che raggiunga importanti risultati e che non abbia condizioni di difficoltà.

Io non posso non salutare Fulvio Alfarano che avevo invitato questa sera e che mi sento di ringraziare perché tra mille sacrifici e problemi ha portato avanti non so per quanti anni la squadra di calcio tentando in tutti i modi di tenere in piedi questo titolo, ma vi garantisco che da questa sera qualcosa anche nel calcio e grazie anche a questi ragazzi a Casarano cambierà. Però guardate con uno spirito che è quello che vorrei facesse da minimo comune denominatore in tutte le cose che facciamo: spirito di serietà, correttezza e solidarietà.

Ringrazio Claudio Bastianutti per essere questa sera con noi, lo ringrazio perché la sua prima uscita sono orgoglioso che lui l’abbia fatta qui davanti a questi bambini. E’ proprio dai bambini partirà questa nostra scelta, quella di pensare di creare le condizioni per un marketing territoriale forte anche di questa città, di cui si possa parlare in tutta Italia, non soltanto per i risultati ma per l’approccio che noi avremo nei confronti di un calcio che sarà un calcio diverso, un calcio moderno, tentando di fare scuola anche rispetto a questo calcio attuale che è un calcio che non mi piace più. Non è il calcio dei Moggi o dei Giraudo o dei Gagliani che mi piace (lo dico da Juventino eh), è un calcio diverso quello che vorrei e tenteremo proprio da Casarano di lanciare un messaggio nuovo anche nel calcio.

Devo ringraziare questa sera Marco Bagnoli che è l’amministratore delegato di un’azienda a voi nota la Sammontana che salutandovi mi ha già detto che è pronto a sostenere la nostra squadra e di creare le condizioni di avere per tutti una visibilità nazionale.

Noi potremmo avere una squadra in qualsiasi divisione, quello che sarà, quello che la lega ci darà, speriamo anche in eccellenza, ma con un marchio e uno sponsor importante non in prima linea ma affianco anche ad altri gruppi che decidono di creare le condizioni eccezionali anche per Casarano cioè la Sammontana che sarà lo sponsor del Casarano. Questo significa saper coinvolgere rispetto a un ad un progetto serio (si riferisce proprio al fatto di essere riuscito a convincere la Sammontana intorno al progetto nuova “Casarano calcio”). ……………

Siamo pronti ad affrontare tutte le sfide: abbiamo una squadra di pallamano, abbiamo una scuola tennis, abbiamo soprattutto un grandissimo settore giovanile del calcio e sarà sempre più importante e da questa sera vi comunichiamo che siamo pronti ad accettare una sfida insieme a tutti voi con rinnovato spirito e soprattutto con rinnovato atteggiamento, e mi rivolgo soprattutto ai miei amici degli ultrà: guardate senza i ragazzi (si riferisce ai ragazzi della pallamano) e i loro fondoschiena (si riferisce al manifesto che affissero per chiedere aiuti per poter disputare il campionato di serie B con lo slogan “effettivo Bisogno”) non ci saremmo mai sognati di prendere una squadra di pallamano. Quello che  avete chiesto e quello che in qualche modo ci state spingendo a fare vi da una grandissima responsabilità. Se noi lo facciamo questa sera, lo facciamo perché siamo convinti che anche gli ultrà, che il più delle volte sono state considerate persone che hanno creato problemi alla città sono una grandissima risorsa e in particolare su di loro io punto moltissimo.

Punto soprattutto perché sarà un calcio particolare, vi annuncio soltanto, e poi le altre cose le annunceremo nelle conferenze stampa successive, che sarà un calcio in cui non si pagherà un biglietto per vedere una partita ma sarà un calcio come la situazione di questa sera, una situazione di famiglie dove ci sarà la possibilità di tutte le famiglie che vorranno andare ogni pomeriggio a vedere uno spettacolo e non andare a litigare con nessuno (applauso).

Questo me lo dovete promettere ! (Si rivolge ai tifosi)

Perché se voi volete noi possiamo far diventare anche il calcio a Casarano un altro veicolo di marketing interessantissimo per la città.

E vi voglio accanto anche per tutte le azioni di solidarietà che andremo a fare insieme……..