TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

NOI MIGLIORI,UN MONDO MIGLIORE.

di Eugenio Memmi, 28/12/03

 

 

TUTTI VOGLIAMO UNA CASARANO MIGLIORE, UN MONDO MIGLIORE, ma noi, personalmente, singolarmente, come siamo, come ci comportiamo; primo io?

La cosa che ci riesce meglio in genere, è quella di criticare l’operato degli altri, poche sono le volte che analizziamo noi stessi per vedere come ci comportiamo, se abbiamo bisogno di correggere qualche nostro difetto.

Non possiamo lamentarci della società, non possiamo dire che non ci piace com’è, se prima non partiamo da noi ad impegnarci ad essere ogni giorno migliori.

Partiamo comunque da un presupposto, che la perfezione non esiste, anche se esistono delle persone abbastanza convinte della loro perfezione, che jattura avere a che fare con queste persone. Sono in genere persone che vogliono dire sempre l’ultima parola su ogni argomento, perché le loro considerazioni secondo loro sono le migliori. Pazienza che poi razzolano molto male nella vita di tutti i giorni, perché esigono di essere serviti e riveriti, che non possono avere un buon dialogo con i loro figli, perché anche quando hanno torto, non lo vogliono ammettere e pretendono il dovuto riconoscimento (forse per infermità mentale) del loro status di padre infallibile, anche contro la verità che però in quel momento a loro non fa comodo ammettere, anche per non mostrarsi “umani”.

Magari questo padre avrà altri pregi, lodevoli, però una persona dovrebbe sforzarsi di essere una persona equilibrata, riflessiva, umana, in ogni cosa che fa o che dice.

Non possiamo essere persone con la P maiuscola solo quando ci conviene o quando vogliamo noi. L’onestà, la stima, l’umiltà, sono valori che vanno vissuti ogni momento, o almeno cercati di essere applicati. Meglio non dire nulla quando apriamo la bocca, peggio se dobbiamo dire delle falsità, soprattutto quando poi vogliamo argomentare le nostre falsità con false verità, costruite per giustificare il nostro meschino interesse.

FALSITA’, IPOCRISIA, le maschere peggiori che la gente molto spesso indossa per raggiungere il potere, per arricchirsi, o semplicemente per corteggiare una donna e portarsela a letto.

FALSITA’, IPOCRISIA, nei rapporti interpersonali, per non perdere i favori di un conoscente o di un amico.

L’AMICIZIA che è uno dei valori più nobili che esistano, non dovrebbe essere infettata dall’ipocrisia, dalla falsità; dobbiamo mostrarci semplicemente per come siamo, pazienza se non saremo  accettati da tutti, non possiamo certo essere amici di tutti, l’amicizia è un dono fra due persone che nasce spontaneamente, per tanti motivi, per affinità, possibili comuni interessi, o per una simpatia innata, per una grande stima.

Meglio cercare di essere sinceri e risultare antipatici, ma sicuramente ne otterremo ugualmente dei vantaggi a noi per una stima riflessa degli altri che vedranno in noi una persona con la P maiuscola e non un persona con la M di merda.

CONCLUSIONI: con tutto questo cosa voglio dire? Non lo so! (direbbe il grande assessore di Roccofritto), dico solo che siamo delle persone, e che il mondo per essere migliore ha bisogno di semplici persone, che sbagliano ma che cercano di correggersi. Che cadono, ma che comunque cercano di rialzarsi, che lottano ogni giorno per migliorarsi, che hanno voglia di rimboccarsi le maniche e lavorare con onestà, volontà. Che non si prendono giro degli altri per raggiungere i propri obiettivi, che non vanno a messa solo per farsi vedere, che non cercano di essere sempre simpatici ad ogni costo ma amici di nessuno. Che quando si svegliano la mattina non indossano la maschera, ma mostrano la loro brutta o bella faccia che hanno.

 

Casarano 30/12/03 ci scrive Giuseppe Isernia:

Carissimo Eugenio,

ho seguito con attenzione gli ultimi articoli, le rubriche, il forum di TuttoCasarano, sono veramente contento di questo nuovo mezzo di informazione a disposizione di tutti, anche di coloro che non hanno mai avuto l’opportunità di esprimere il proprio pensiero. Ho letto il tuo articolo “Noi migliori, un mondo migliore”, condivido pienamente le tue riflessioni, mi hanno colpito le tue parole “forti”, “maledettamente vere e sincere” che fanno male a sentirle ma che fanno ancora più male ad ignorarle. Il tuo grido di indignazione dev’essere uno stimolo per tutti noi che vogliamo essere migliori, che vogliamo costruire un mondo migliore per i Nostri figli, per le future generazioni e non ci basta un mondo come lo abbiamo vissuto noi, lo vogliamo a tutti i costi migliore e sono d’accordo che bisogna lottare sempre perché sia sempre migliore.

E non importa se gli altri non avvertono la necessità di essere migliori, la sfida è con se stessi. Colgo l’occasione per salutare il tuo bravo Direttore, insieme siete una bella coppia.

     Un augurio per un sereno 2004.

     A TuttoCasarano un anno “migliore”.

 Fraternamente Giuseppe

 

Scrivi la tua opinione sul nostro Forum