Le foto dell'incendio della "Vora" alle ore 14.00 del 13/08/2010

Guarda tutte le foto pervenute sull'incendio della "Vora

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

La "Vora" brucia

la città è «assediata»

 

 

 

Di Alberto Nutricati

anutrica@tiscali.it

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 14/08/2010

 

C A S A R A N O. Giornata di fuoco. Nel primo pomeriggio di giovedì è scoppiato un incendio in zona Vora che ha sprigionato una coltre di fumo maleodorante, richiedendo l’intervento dei vigili del fuoco di Gallipoli.

Parte della città è stata coperta, sino a notte fonda, da una nube di fumo. Nube che, nella mattinata di ieri ha poi raggiunto Gallipoli.

A giudicare dalla densità del fumo e dall’odore acre dello stesso, sono in molti a scommettere che ad andare in fiamme non sia stata solo la vegetazione, ma anche i rifiuti abusivamente abbandonati nell’area. Lo stato d’allerta aveva raggiunto un livello tale che l’assessore all’ambiente, Attilio de Marco (Udc), nella serata di giovedì aveva invitato i cittadini a tenere porte e finestre chiuse.

«Che qualcosa stesse bruciando - dice sarcasticamente Gabriele Bastianutti, membro del direttivo di Sel - ce n'eravamo accorti da soli. All'accorato e precauzionale appello dell'assessore De Marco devono seguire però doverose e urgenti spiegazioni in merito alle dinamiche con cui è avvenuto l'incidente, cercando di evidenziare chi o cosa abbia provocato l'incendio, come questo si sia sviluppato e quale tipo di materiale sia stato bruciato » .

Pronta la risposta dell’assessore. «La nostra convinzione è che l’incendio - dice De Marco - sia di natura dolosa. Per quel che ne sappiamo sta andando a fuoco del materiale organico depositato a seguito dell’evaporazione e proveniente dal vecchio sistema di depurazione. Sappiamo bene, però, che in passato la zona è stata utilizzata come discarica.

Proprio per questo mi sono attivato per avere l’intervento dell’Arpa, che alle 11 (di ieri ndr) ha effettuato il monitoraggio dell’aria, allo scopo di verificare la eventuale presenza di sostanze tossiche sprigionate dall’incendio. Non si è potuto procedere con la campionatura in città, poiché il vento aveva di fatto sgomberato la nube di fumo che si era addensata su Casarano. Si è preferito, quindi, monitorare la zona al momento più esposta. Ora, attendiamo i risultati»

La situazione resta tutt’altro che sotto controllo. A tal punto che l’incendio ha richiesto l’intervento di due canadair della forestale, giunti da Roma, e di un elicottero dei Vigili del fuoco. Presenti sul posto anche vigili del fuoco di Ugento, carabinieri, vigili urbani e volontari dei Centri protezione civile e ambientale di Matino, con sede in via Bolzano, di Casarano, con sede in via Adda, e di Taurisano.

Per l’intera giornata di ieri i fireboss della forestale hanno fatto la spola dall’Adriatico per riempire i loro serbatoi, mentre l’elicottero ha attinto acqua da una vasca di proprietà del consorzio di bonifica, poco distante dal luogo dell’incendio.

Purtroppo, neppure «l’attacco aereo» si è dimostrato efficace, poiché le fiamme sembrano alimentate dalla fanghiglia organica che funge da combustibile. Tant’è che nella serata di ieri, i Vigili del fuoco hanno fatto giungere da Lecce un’autobotte da 14mila litri di acqua per andare a colpire non l’intera area, ma i singoli focolai.

 

 

 

Vi sono certi dolori che guariscono solamente nel silenzio del cuore. Tra i più grandi c'è il dolore di non amare e di non sentirsi amati. Sembra essere questa la massima aspirazione dell'essere umano. Ricorda però sempre che è nel crogiolo di tali dolori che si elaborano le energie stesse per amare. E sul rovescio del dolore, sulla sua faccia nascosta, scorgerai la luminosità di una nuova aurora.

 

Sergio Jeremias de Souza

 

 

 

Incendio alla "Vora" - Casarano

L'intervento del canadair per spegnere l'incendio

Riprese di Francesco De Micheli

 

 

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

Casarano

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.