TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

Pensare e' molto difficile, per questo la maggior parte della gente giudica. La riflessione richiede tempo, percio' chi riflette gia' per questo non ha modo di esprimere continuamente giudizi.
(Carl Jung)

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

I comportamenti virtuosi

 

 

 

Di Sergio Stefàno

sergio.stefano@tiscali.it 

Casarano, 20/06/2010 

 

Caro Eugenio, a seguito di un articolo comparso sulla stampa locale circa la crescita della percentuale di differenziata nel nostro comune, noto, non senza stupore, che si è scatenata una corsa a chi ha più da dire sul come si svolge il servizio e su come si dovrebbe svolgere.

Perché stupore? Perché, diciamocelo, noi casaranesi negli anni non abbiamo certo brillato per impegno civico nella differenziata, così come in molte altre piccole azioni. E, vale la pena ricordare come il senso civico di una popolazione dipende molto dai quotidiani comportamenti dei singoli, prima ancora di chi ha il dovere di amministrare il territorio; così come è sempre vero che chi governa, a tutti i livelli, è lo specchio di chi deve governare.

Per chi legga, tra le righe del mio intervento, una difesa d’ufficio dell’amministrazione o di un assessore, preciso che non è mia intenzione, né devo, difendere nessuno, per cui il mio intervento non ha nulla di politico, se non quanto di politico c’è nelle riflessioni di un comune cittadino sul quotidiano. Mi permetto di dire la mia per due semplici ragioni. Nel tempo, e gli archivi di questo sito ne sono testimoni, la moderna e corretta gestione dei rifiuti sono stati un mio “pallino” e poi la mia attività professionale mi ha portato, sempre più spesso, a “frequentare” ed operare nel settore specifico.

Veniamo alle critiche. Dico subito che, sempre, è il caso di informarsi prima di "criticare"!!!!

E attenzione dico criticare, e non domandare, chiedere spiegazioni, la qual cosa è lecita, anzi auspicabile, oltre che sintomo di intelligenza, e voglia di fare e di migliorare.

Proprio per venire incontro a chi domanda, rispondo che l'umido a Casarano (come in tutta la provincia di Lecce) non si differenzia perché non è ancora attiva una piattaforma di raccolta e di compostaggio, per cui anche separandolo andrebbe poi a finire in discarica. Questo certo non si può addebitare a mancanze a livello comunale, semmai è un problema di Ato, di Provincia e di Regione.

Nella nostra città sono stati eliminati i bidoni dalle strade, e sostituiti con i bidoncini del porta a porta, con il duplice scopo di evitare che cittadini diversi dai casaranesi portassero i loro rifiuti nella nostra città, e che nostri concittadini continuassero ad utilizzare, in modo scorretto, i bidoni per buttare rifiuti speciali, diversi cioè da quelli prodotti dalle utenze domestiche (cosiddetti RSU). Quindi chi dice che in fin dei conti non è cambiato nulla, trascura il fatto che la modifica è risultata fondamentale per il raggiungimento di una maggiore percentuale di differenziata, perché ha abbassato il quantitativo di rifiuti (indifferenziati) conferito in discarica. C’è inoltre un ulteriore punto su cui vale la pena di soffermarsi: il passaggio dal sistema di raccolta “stradale” a quello “porta a porta” (attenzione a definirlo spinto, perché così non è) ha prodotto in molti concittadini una sorta di attenzione maggiore alla differenziazione, attivando certamente comportamenti virtuosi, anche questi alla base dei risultati raggiunti.

Tutto quanto su detto non esime di sottolineare come sarebbe stata importante una più capillare ed incisiva campagna di  informazione-sensibilizzazione della cittadinanza prima della partenza della fase del cosidetto "porta a porta" e come sarebbe fondamentale pianificarne altre, per raggiungere percentuali vicine a quelle previste per legge (ancora lontane).

In conclusione, ma in forma sicuramente propositiva, mi permetto di suggerire anche che l’attuale sistema di raccolta non può prescindere da 2-3 isole ecologiche, magari presidiate da operatori, dove conferire i rifiuti in caso di necessità. Infatti se l’attuale distribuzione delle giornate di raccolta è appena sufficiente fino a che ci si mantiene nell’ordinaria produzione di rifiuti, questa è chiaramente sottostimata in occasione di particolari situazioni domestiche che presuppongono una produzione di rifiuti maggiore del normale, e ciò soprattutto in occasione dei mesi estivi (per esempio: potature di piante e alberi nei giardini, sfalcio di erba, la produzione della “salsa”, ecc.). Da ricordare come la presenza di punti di raccolta nel paese è anche prevista dal disciplinare che regola il servizio.

Una attenzione maggiore al problema della produzione dei rifiuti da parte di tutti noi è condizione necessaria, pur se non sufficiente, affinché si possano raggiungere obiettivi importanti; perciò è importante ricordare come non basta solo procedere ad una corretta differenziazione dei rifiuti, ma anche prestare attenzione a stili di consumo più razionali, magari prestando attenzione a prodotti con confezioni “leggere”, evitando il cosiddetto “usa e getta”, preferendo saponi e detersivi “alla spina”, insomma orientandosi sempre di più verso il riuso.

Spero di non aver annoiato troppo e, soprattutto di non aver dato la sensazione di chi, dall’alto di una cattedra, pretende di dare lezione. Se così fosse, mi scuso sentitamente.

Sergio Stefàno

-------------------------------------------------------------------------

 

18/06/2010 Con un + 10 per cento nel giro di pochi mesi, inizia a dare positivi riscontri il servizio di raccolta differenziata


 

 

21/06/2010 Caro Sergio a proposito di comportamenti virtuosi, di azioni educative verso noi cittadini non ancora abituati al riciclo, suggerirei all'assessore Attilio De Marco di sostituire i bidoni per la raccolta della spazzatura presenti nel cimitero, praticamente colmi di fiori, con delle compostiere perchè mi sembra uno spreco totale buttare in discarica tutti quei fiori, e poi avrebbe una valenza educativa importante fra noi cittadini per imparare a riutilizzare alcuni scarti, in questo caso i fiori deposti ai nostri cari defunti.

Un caro saluto

Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it

 

 

 

L'importanza della raccolta differenziata e del compost

 

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

NO ALLA LEGGE BAVAGLIO

 

Casarano

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.