Chiesa S. Maria della Croce

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Con il progetto Pet-Therapy adottati cani randagi che interagiscono positivamente con gli ospiti della struttura riabilitativa psichiatrica "Casa Amata"

 

Di Fabio De Marco

fabiodemarco@hotmail.com

Casarano, 28/07/2010

 

La Struttura Riabilitativa Psichiatrica “Casa Amata” di Casarano sensibile al tema del randagismo ha introdotto nel proprio piano terapeutico riabilitativo il Progetto Pet-Therapy, ideato dalla Dott.ssa Silvia Congedi con la collaborazione della Dott.ssa Sara Primiceri Educatrici Professionali presso la suddetta  Comunità.

Tale progetto è stato attivato all’inizio del corrente anno rappresentando una co-terapia che si affianca alle terapie classiche e si avvale della presenza viva e interattiva dell’animale in un contesto terapeutico adatto a favorire il raggiungimento di specifici obbiettivi.

L’obbiettivo fondamentale è la riattivazione delle competenze relazionali spesso compromesse dalle patologie di cui soffrono i pazienti.

La relazione con il cane può davvero migliorare la qualità della vita di persone che vivono situazioni di sofferenza e di profondo disagio, regalare sorrisi e momenti preziosi di svago, insegnare il valore delle regole e il rispetto per gli altri.

Il rapporto che l’ospite instaura con l’animale va inteso in termini di interazione e non di sfruttamento e quindi l’animale nell’ambito di questo progetto è pensato come cooperatore in una relazione fisico-affettiva.

Per poter attuare il progetto sono stati adottati dalla comunità 4 cani trovatelli: 3 femmine di taglia medio-grande che abbiamo chiamato Laila, Luna e Gina, un maschio di taglia medio-piccola di nome Spillo e una gattina di nome Charlin.

Fondamentale ai fini dell’assistenza medica degli animali è la collaborazione attiva della Dott.ssa Alessandra Cenni, Medico Veterinario, la quale si è occupata della sterilizzazione delle femmine, nonché delle vaccinazioni e alla quale facciamo riferimento ogni qualvolta gli animali ne hanno bisogno.

Ci auguriamo con tale iniziativa di essere un buon esempio per tutti e che grazie all’introduzione di tale metodo molti cani randagi riversi per strada possano trovare una casa accogliente e delle persone che si prendono cura di loro e alle quali a loro volta doneranno tanto amore incondizionato in un rapporto di interscambio.

 

 

 

Il cammino di Santiago

 

 

 

Benigni : UN APPELLO ALL'IMPEGNO: NON FATE COME GLI IGNAVI, I PEGGIORI PECCATORI

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

Casarano

 

 

Ruffano: Ottava edizione del Trend&Blues festival, 24 - 25 luglio

 

 

 

 

NO ALLA LEGGE BAVAGLIO

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.