"Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: così splende una buona azione in un mondo malvagio."
(W. Shakespeare)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

"L'amore, al pari della preghiera, è una forza e un processo evolutivo. E' curativo. E' creativo." (Z. Gale)

A Simone Totaro

& C.

 

Di Mario Casto

europea008@alice.it

Casarano, 05/03/2010

 

Ho letto l'intervento di Simone Totaro, presumo ragazzo giovane,che orgogliosamente rivendica nel suo" Adesso scendiamo in campo noi",il suo diritto, assieme ai suoi coetanei,ad essere parte attiva e rivoluzionaria nel mondo politico. Pare abbiano deciso, e lo hanno sottoscritto in tanti, di prendere a schiaffi "questa gente e questi modi di fare", e di ergersi a paladini di un rinnovamento non meglio precisato, perchè la Puglia sono loro, l'Italia sono loro,il futuro sono loro. Percio', saliti sui loro puledri,armati fino ai denti,si sono diretti di filata alla corte della Sen. Adriana che, pare, li abbia impalmati del titolo di "cavalieri della crociata di Puglia"che loro orgogliosamente spenderanno al seguito del condottiero Fernando da Casarano.

Ora, premettendo che tal Fernando è ( e spero lo sarà ancora ) mio amico, che ritengo lo stesso veramente in grado di dare una svolta al futuro della politica nostrana,sia perchè conosco la qualità della persona, sia perchè conosco da anni le sue idee politiche frutto di convinzioni etiche consolidate e sempre coraggiosamente espresse; premesso tutto cio', mi permetta il Simone Totaro e tutti i suoi amici, di essere alquanto dubbioso sulla sostanza della loro "discesa in campo", sulla qualita' reale delle loro intenzioni di cambiare la politica, poco suffragate da convincenti dimostrazioni dei loro propositi, ma espresse, secondo il mio parere, in modo astratto e tipico di una politica politicante e non piu' credibile. 

Da mesi abbiamo inserito su questo sito una finestra per i giovani,"Il Forum dei giovani", per mesi li abbiamo esortati, voi compresi, ad iniziare un percorso di confronto, un'occasione eccellente per poter esprimere le vostre idee, di intraprendere, nella sostanza, un dialogo che richiamasse l'attenzione anche di coloro che oggi volete prendere a shiaffi, ad accostarsi ai vostri pensieri, magari anche alle vostre utopie che, fra non molti anni, non potrete piu' avere.Ho invitato personalmente, con un altro mio intervento su questo sito, tutti gli "assessorini" che allora evitai di definire con questo termine perche' lo ritengo caricaturale.

Solo il mio amico Fernando Rizzello dimostro' quella sensibilità e quello spirito di confronto che contaddistinguono il suo carattere leale e coraggioso e la sua capacità di essere ,in qualsiasi momento, padrone del proprio operato e delle proprie idee. Da parte di tutti gli altri "assessorini" un silenzio assoluto, anche da chi, nelle campagne elettorali dimostra ben altra loquacita'. Ma, forse, quando ci puo' essere un tornaconto....

Ora , caro Simone Totaro, le battaglie politiche si effettuano mettendo in campo le proprie idee,ma non solo quelle che si possono avere su come impiegare i soldi per il Sud o su come ottenerli, o altro di questo genere, e non per forza col contorno di un'aggressività e di una terminologia che sono proprie del degrado attuale.Le "nuove" battaglie politiche, voi giovani, dovete farle mettendo in campo idee etiche innovative, idee di cambiamento non solo di facciata, dovete avere il coraggio di uscire da una omologazione che ormai accomuna tutta la attuale societa'. Altrimenti le tue e quelle dei tuoi amici , saranno solo chiacchere.

Mario Casto

__________________________________________________________________

 

06/03/2010 Caro sig.Casto,
non ho il piacere di conoscerLa, nè purtroppo ne ho riscontrato nel leggere il suo intervento, anche se devo ringraziarLa per avermi addirittura dedicato il titolo.
Non sono dispiaciuto per il senso critico del contenuto, naturalmente, ma piuttosto per la sua qualità e i suoi evidenti dubbi sulla bontà delle intenzioni espresse dai sottoscriventi e dal sottoscritto.
Lei riconosce il valore di Fernando Rizzello, insieme alla vostra amicizia, ma dubita delle mie(nostre) espressioni di propositi ed ideali (se così si possono ancora chiamare), perchè li attribuisce ad un modo di fare politica degno di quello che noi vogliamo combattere e distruggere.
Lei dubita delle idee comunicate, paventando la possibilità che si trasformino nelle solite "chiacchIere".
Bhè, signor Casto, mi permetta di dirLe che il chiacchierone qui è Lei.
E mi spiego: se apprezza tanto il valore umano e politico di Fernando, perchè dubitare delle intenzioni di chi ha deciso di spendersi per la sua candidatura in questa tornata elettorale?
Il fatto che Lei non conosca me o gli altri ragazzi non vuol dire che questi siano privi delle giuste idee, del giusto inevitabile fervore giovanile e della REALE volontà di sovvertire l'attuale modo di fare politica; sembra quasi che conoscendo ed essendo amico del solo Fernando, per Lei solo lui può veramente dare una svolta ed imprimere quei valori e quella RABBIA giovanile che ormai dilaga nella nostra terra, e non solo.
Riguardo alla terminologia ed all'aggressività, io non ci trovo niente di male, perchè siamo giovani e siamo INCAZZATI NERI, e non dobbiamo fare oratoria e parlare politichese, perchè non ce ne frega niente. Dobbiamo far passare un messaggio, nel modo che più si addice alla nostra fascia generazionale, sempre però nei limiti dell'educazione e del buon senso. Ed il messaggio è chiaro: BASTA!
Inoltre, personalmente ritengo che per far passare certi messaggi sia necessaria una forza d'urto di un certo livello, una durezza ed un asprezza tali da farli rimbombare, perchè altrimenti essi sono destinati a cadere nel vuoto.
Sono chiacchiere, le Sue, perchè contraddicono la sua convinzione della forza e della qualità di Fernando con le sue perplessità su di noi. Ma, Le  chiedo, se fossimo stati bravi quanto o più di lui, forse saremmo candidati noi, non trova? Forse in qualcosa è ancora più bravo e genuino lui, tanto da farci pensare di coadiuvarci per promuovere la sua candidatura piuttosto che quella di qualcun altro di noi, non Le pare?
Ed in ultimo un riferimento al "Forum dei Giovani", promosso sul sito: io studio a Roma e non posso stare costantemente addosso alle proposte ed alle iniziative casaranesi. Quando posso prendermi uno o due mesi per stare a casa, allora torno ad interessarmi di tutto quanto concerne la vita sociale e politica della mia città. Ma, anche se fosse, per quanto ritenga indispensabile un servizio web, quale quello che ci fornisce il caro Eugenio, per esprimere anche in questo modo (che è il presente) le nostre idee e le nostre proposte, preferisco prendere un buon caffè in piazza e guardarle negli occhi le persone con le quali confrontarmi e discutere.
Io, i forum li faccio ogni giorno in mezzo a Casarano, caro Sig.Casto, non seduto di fronte ad uno schermo.
Cordialmente,
Simone Totaro

slug_lot@hotmail.com

 

 

08/03/2010 Penso che il sig. Simone Totaro non abbia capito bene il nocciolo della mia precedente lettera, probabilmente per mia carenza, non ho visto il problema afferrato dal giusto lato. Nessuno, piu' del sottoscritto, ha sempre guardato di buon occhio e apprezzato la capacita' dei giovani di sapersi fare partecipi delle vicende politiche, da qui la mia stima per Fernando Rizzello che, tra l'altro, profonde il proprio impegno dalla mia stessa parte. La ulteriore considerazione che mi spinge ad un mio appoggio a questo ragazzo, è la conoscenza che ho delle sue idee etiche sulle quali si appoggia l'operato politico, convinzioni che sono le linee guida dei suoi comportamenti, sinora improntati su una capacità di anteporre ai progetti politici, la forza della propria libertà di espressione e il coraggio di manifestarla sempre senza condizionamenti. Per tornare al nocciolo della questione, quello che non mi è piaciuto della lettera di Totaro è l'assoluta aleatorieta' di quanto scrive, "Vi chiediamo di credere in un sogno, nella nostra inamovibilità,di credere che un'idea vale piu' di un milione di voti, di scendere a combattere con noi i sorprusi che ci hanno inflitto da una vita e che subiremo sempre se non iniziamo a sbattere i piedi e rimettere le cose a posto" e poi "Abbiamo deciso di dire basta,di prendere a schiaffi i vecchi politici che ci hanno puntualmente oscurati, scaricati, calpestati. Il  futuro siamo noi! La Pugia siamo noi! L'Italia siamo noi!" Ok! Tutto bello e financo condivisibile; ma la sostanza? Quale la vostra contropartita? Io ho sempre pensato che un cambiamento della società possa partire solo dai giovani,ma se i giovani non mettono mano ad una revisione radicale della propria etica, dei propri comportamenti,se non scrutano, attraverso le loro migliori intelligenze, in profondità le patologie che affliggono le nuove generazioni, cominciando a dare un valore essenziale al loro destino, che non sia il ,spesso troppo ricercato, appagamento del presente, ma un impegno a proiettare nel futuro le proprie aspirazioni,se non sapranno fare cio',non apriranno mai nuovi squarci assolati sulla loro esistenza e mai approderanno a quelle mete che sentono di voler raggiungere, e continueranno ad appiattirsi sulla scia dei comportamenti dei "vecchi", indegni e meritevoli di essere" cacciati a schiaffi". Una "rivoluzione" politica puo' partire solo da una rivoluzione del "senso della vita", e questo non potra' mai modificarsi nel "sentire" delle vecchie generazioni, evidentemente ormai impelagate nelle maglie di una società obesa nei vizi e schiava dei propri errori e della propria meschina ingordigia. Solo una capacità dei giovani di individuare percorsi di vita nuovi( che normalmente si scoprono a fronte di disastri colossali, come la storia ci insegna), e di saperli individuare e condividere, li porterà a poter credere di migliorare la loro esistenza.

Pertanto quel FORUM DEI GIOVANI su Tuttocasarano vuole essere una possibilità di incontro fra i giovani che tende proprio a sollecitare questi temi; e notare l'assoluta incapacita' di partecipazione che deriva anche da una scellerata superficialità dominante, mi impone ad essere "dubbioso" su reali intenzioni di qualche giovane che solo nelle campagne elettorali scopre la propria vocazione a sovvertire il mondo.

E, fra le tante cose da rimettere a posto, vorrei consigliare al sig. Totaro il ritorno alla buona educazione che non sarebbe secondaria, e che parte prioritariamente da una gestione piu' oculata del linguaggio che non necessariamente deve essere scurrile e volgare per poter fare presa sui giovani.

Mario Casto

europea008@alice.it

 

 

 

08/03/2010 Premettendo che non replicherò più al Sig.Casto perchè credo di essere stato abbastanza esaustivo nel mio precedente intervento, in merito ai contenuti ed alle posizioni, ci tengo a dire che non mi pare di essere stato poco educato, scurrile o volgare nei miei modi e toni. Anzi, ne sono certo. Il resto sono chiacchiere, per rimanere in tema.
Distinti saluti,

Simone Totaro

slug_lot@hotmail.com

 

 

 

Mina & A. Lupo _ Parole parole _ Live 1972

 

 

 

 

 

               

 

 

05/02/2010 Personaggi illustri di Casarano: Clodomiro Albanese

 

 

12/02/2010  Un disperato bisogno di lavoro

 

17/01/2010 Troppi compiti?! Una mamma esasperata

 

 

 

 

 

 

 

Casarano

 

03/01/2010 Dedicato a... Dott.ssa A. Vasquez

 

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.