"Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: così splende una buona azione in un mondo malvagio."
(W. Shakespeare)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

"L'amore, al pari della preghiera, è una forza e un processo evolutivo. E' curativo. E' creativo." (Z. Gale)

Guido Scoditti Franco Sanapo

Beati gli ultimi che saranno i primi...

 

 

 

Divisione di Cardiologia - Ospedale "F.Ferrari" - Casarano

Casarano, 25/01/2010

 

Il detto evangelico non sbaglia mai. E’ valido sempre ed ovunque, anche in ambito sanitario.

Si è consumata l’ultima (forse e speriamo), in ordine di tempo, orgia di potere da parte della Direzione Aziendale della Asl di Lecce a scapito della popolazione tutta e soprattutto della popolazione del basso Salento.

E ci si riferisce alla procedura concorsuale per la nomina di Direttore della Unità Operativa di Cardiologia dell’Ospedale di Casarano.

Procedura rapida, come si conviene ad una buona amministrazione, ma purtroppo l’unica.

Unico caso in una marea di concorsi in atto, spesso rinviati, portati per le lunghe e/o non portati a conclusione (chi sa perché, poi!). Forse per il non raggiunto accordo? Per la non quadratura del cerchio? (politica – interessi – amicizie e quant’altro?)

In questo caso, invece, l’obiettivo doveva essere raggiunto, e subito, perché “piovuto dal cielo”; per non correre rischi di ripensamenti (magari dovuti ad un sussulto di coscienza) è stato consumato un sopruso.

Dare il “ben servito”, con solerte efficienza amministrativa e velocità decisionale insolita, sinora a tutti sconosciuta, ai candidati provenienti dalla divisione di Cardiologia del p.o. di Casarano, identifica un progetto, un idea che parte da lontano e che vuol premiare l’abnegazione, non certo quella sanitario-assistenziale e scientifica; tradisce una chiara indifferenza nel rispetto delle realtà locali, ancor più se positivamente accreditate, ed il mancato interesse a garantire salute ed i livelli assistenziali raggiunti per, magari, migliorarli.

E se tutto ciò fosse il frutto di malcelati tentativi di sminuire il valore professionale della divisione a vantaggio di altre strutture? Magari private?

Grazie Direttore Sanitario e Direttore Generale dell’Azienda Asl di Lecce!

Grazie per aver garantito la serenità (sic!) di giudizio della commissione giudicante; grazie per aver garantito la continuità assistenziale dell’unità operativa di Cardiologia ad alti livelli culturali-scientifici, come testimonia la trentennale storia, sotto gli occhi di tutti, addetti ai lavori e non, di questa istituzione, ed i premi ripetutamente ad essa assegnati dalle società scientifiche cardiologiche nazionali, facendola assurgere, per il rigore scientifico nell’attività di ricerca e per gli alti livelli assistenziali raggiunti, tra le prime cardiologie d’Italia (come documentato anche dai report dei media, Gazzetta del Mezzogiorno ed altri).

Grazie anche al Governatore della Regione Puglia, che garantisce, e si fa garantire i suddetti garanti, in nome della sua “Primavera Pugliese”, ed in nome della puntuale applicazione del detto evangelico “Beati gli ultimi che saranno i primi”.

Si. Perché proprio di questo si tratta.

L’ultimo, stante ai titoli (quelli scientifici), è divenuto primo grazie ai “suoi” titoli!

…. o il Governatore non sa nulla di tutto ciò?

 

 

Destra-Sinistra  - Giorgio Gaber

 

 

 

               

 

 

17/01/2010 Troppi compiti?! Una mamma esasperata

 

 

 

 

 

Casarano

 

Casarano

 

03/01/2010 Dedicato a... Dott.ssa A. Vasquez

 

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.