Risparmiare l'acqua è un dovere morale prima che economico

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Chi finanzia la Virtus Casarano

 

 

Di Marco Memmi

marmem2008@libero.it

Casarano, 25/08/2010

 

Alla luce delle ultime vicende,sarebbe opportuno interrogare chi di dovere sulla composizione societaria della Virtus Casarano (ci son soci che non vogliono comparire e perchè?) e sulla provenienza dei fondi necessari a sostenere la stagione di serie D.

Dopo l'uscita di scena del main sponsor Italgest,e considerando le dichiarazioni del presidente-sindaco Ivan De Masi circa la sua completa uscita dalla galassia Italgest, e quindi il suo status di Sindaco non compatibile economicamente con un'investimento tanto oneroso nella Virtus, sarebbe lecito capire chi mette i soldi e chi regge la baracca. E chi fino a oggi ha pagato ritiro e stipendi ai calciatori.

Domande lecite quando il sindaco della città è presidente della squadra di calcio...in altri casi non ci avrebbe interessato...

Non vorremmo che alla fine la situazione ci riservasse brutte sorprese...in tutti i termini.

Grazie.

_________________________________________________________________

06/09/2010 Dopo l'intervento splicativo di Ivan De Masi durante la manifestazione di presentazione della squadra tenutasi lo scorso Giovedì in piazzetta Dante, sono state definitivamente chiarite le questioni sollevate dal Sig. Marco Memmi, o da chi per lui, relative al supporto economico necessario alla Virtus Casarano per poter disputare un campionato nazionale di serie D all’altezza del blasone sportivo della città.

Tuttavia, per chi non avesse potuto partecipare all’evento in questione, credo che sia utile ed opportuno riassumere brevemente quanto specificato in quell’

occasione: il sostentamento economico della Virtus, dopo l'uscita del main sponsor Italgest, dipenderà dall’accostamento di alcuni nuovi sponsor interessati alla promozione del proprio marchio attraverso la Virtus Casarano, per di più Ivan De Masi in prima persona metterà a disposizione un budget personale accumulato anche attraverso l’uscita dall’azienda, altro aspetto questo encomiabile che dimostra l’attaccamento ad un progetto sportivo che la città sente in maniera viscerale, inoltre i lavori di ristrutturazione dello stadio saranno ultimati attraverso il credito sportivo.

Viviamo un periodo socio-economico difficoltoso nel quale, più che alimentare problematiche spesso inesistenti, dovremmo concentrarci sulle soluzioni e soprattutto mettere in gioco la nostra passione ed il nostro attaccamento al territorio con contributi concreti e non con sterili provocazioni.

Ora dunque sarà determinante il sostegno dell’intera città ed il contributo fattivo di ogni singolo tifoso, incluso il Sig. Marco Memmi, o chi per lui, attraverso la sottoscrizione degli abbonamenti, con un piccolo ma significativo sacrificio.

Paolo MEMMI

paolomemmi@libero.it

 

 

Mondadori salvata dal Fisco
scandalo "ad aziendam" per il Cavaliere

 

 

ALTERNATIVE AI DETERSIVI i rimedi della nonna

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

NO ALLA LEGGE BAVAGLIO

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.