I suggestivi paesaggi di Carmine Cazzato in mostra dal 15 maggio presso "PERCORSI d'ARTE" in via Matino a Casarano

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

Amicizia è ascoltare gli altri come vorresti che gli altri ascoltassero te

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Ecco cosa pensa Carlo De Benedetti di Berlusconi e degli imprenditori che scendono in politica

 

Ledicolantepazzo

ledicolante.p@tiscali.it

Casarano, 14/05/2010

 

Berlusconi è un autocrate come tutti noi imprenditori, ma come persona non è affatto cattiva ed è anzi sicuro di fare il bene. Il suo vero problema è che è un formidabile bugiardo, al punto di credere alle sue stesse bugie di cui alla fine si convince. Il motivo per cui io lo combatto è che, essendo un imprenditore al comando del Paese, è per definizione un rischio per la democrazia. Anch’io, se mi mettessi a fare il politico e pretendessi di applicare all’amministrazione del Paese i criteri con cui ho amministrato le aziende, sarei un pericolo per la democrazia. E tutto ciò che fa Berlusconi, pur essendo probabilmente sicuro di fare il bene del Paese, distrugge la democrazia”

Dice sul serio che gli imprenditori sono un pericolo per la democrazia?

Noi industriali, gente che ha costruito qualcosa nelle imprese e nella finanza, siamo tutti degli autocrati. Non siamo democratici: ed è per questo che nessuno di noi deve governare. Non dobbiamo farlo, perché ognuno di noi è tendenzialmente un dittatore nelle sue aziende ed è giusto che sia così. E capisco anche che un imprenditore, magari esasperato da come vede andare le cose nell’amministrazione pubblica, possa avere la fantasia di dire: adesso vado ad amministrare il Paese come le mie aziende. Ma se questa fantasia diventa realtà, non abbiamo una democrazia, ma un’autocrazia, una versione più o meno morbida di una dittatura. È per questo, prima di tutto, che detesto Berlusconi in politica: perché è un imprenditore, ha anche costruito molto e molto bene, ed è per forza uno sciagurato come tutti noi e non deve governare l’Italia perché una democrazia ha bisogno di personale politico sinceramente, strutturalmente democratico. Anch’io in politica sarei un autocrate insofferente delle regole, infatti non esiste al mondo il caso di un imprenditore che poi si sia rivelato un grande statista democratico. Non c’è possibilità, non ci sono casi nel mondo in cui abbia funzionato,da Bernard Tapie in Francia a Ross Perot negli Stati Uniti, sono stati tutti un disastro.

 

 

http://blog.alibertieditore.it/?p=2547

 

http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2486793&title=2486793 

 

NB Ogni riferimento a persone o fatti realmente accaduti non è puramente casuale ! 

 

ledicolantepazzo

____________________________________________________________________________ 

 

19/05/2010 Carissimo Edicolante,

ma a me, come ad altri, cosa può interessare cosa pensa De Benedetti di

Berlusconi e degli imprenditori che scendono in politica ?

In particolar modo un cittadino svizzero con un curriculum

contorto come il suo ? 

Carlo De Benedetti ?!?!?!?! 

 

Un Saluto____________________M A U R O P L A N T E R A 

mauro@plantera.it

 

 

 

20/05/2010 Caro MAUROPLANTERA,  

noto con piacere che, nonostante siano passati gli anni, non ti sei ancora  "stancato di leggere le solite cavolate rivolte sempre a Silvio & c." 

A propostito: "Ma come fai a essere così orbo di fronte a tutto quello che il tuo governo stà combinando?" 

Ricambio i saluti,

ledicolantepazzo

ledicolante.p@tiscali.it

 

 

Non so più a chi credere

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.