"Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: così splende una buona azione in un mondo malvagio."
(W. Shakespeare)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

"L'amore, al pari della preghiera, è una forza e un processo evolutivo. E' curativo. E' creativo." (Z. Gale)

Robin Williams nel film "Risvegli"

Perchè le dimissioni della dott.ssa Vasquez, dal centro U.V.A.?

 

Di Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it

Casarano, 31/01/2010

 

In riferimento alle dimissioni della dott.ssa Antonella Vasquez, responsabile dell’Unità Valutativa di Alzheimer  del presidio ospedaliero di Casarano, mi domando e vi chiedo – come mai una professionista stimata che presta servizio nel reparto di Neurologia, e da nove anni dirige il Centro U.V.A. (Unità Valutativa Alzheimer) seguendo con totale abnegazione circa 1300 pazienti colpiti da questa demenza degenerativa invalidante, dividendosi fra corsia e l’ambulatorio “U.V.A.”, amata dai suoi pazienti che segue con dedizione assoluta, dai loro familiari che hanno trovato in lei un punto di riferimento insostituibile,  improvvisamente ha deciso di presentare le sue dimissioni?

Io credo che le sue dimissioni siano state la conseguenza di una situazione esasperante perché, probabilmente, non riusciva più a seguire con la giusta serenità psico-fisica i grossi numeri dell’ambulatorio U.V.A. e l’attività di reparto.

So per certo, quanti sacrifici abbia fatto la dott.ssa Vasquez per portare avanti in questi nove anni questo servizio, per andare incontro alle esigenze sempre più pressanti dell’utenza esterna e contemporaneamente  non privare il reparto della sua presenza. Smontando dalla notte, restava in servizio per visitare i pazienti dell’ambulatorio UVA, oppure, finito il turno di mattina in reparto, restava in servizio fino alle 17 – 18 per incontrare i suoi pazienti, oltre alle due giornate fissate durante la settimana, esclusa dall’attività di reparto dedicate interamente ai pazienti affetti da Alzheimer.

Secondo voi, questa è una dottoressa che si dimette improvvisamente perché è impazzita? O perché chiedeva un aiuto che non arrivava mai?

Tuttavia, le sue dimissioni, sembrano aver scatenato tutta una serie di strani intrecci e interessi, si aperta improvvisamente una “dirigenza medica” da ricoprire. Un dirigente intelligente avrebbe cercato di capire il perché di queste dimissioni, ma così non è stato!  Quanti sapevano che la dott.ssa Vasquez seguiva da nove anni 1300 persone affette da questa bruttissima forma di demenza?

“Fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce”.

Chi poteva aiutare a risolvere questa situazione ha mai incontrato la dott.ssa Vasquez per capire le dimensioni del problema Alzheimer nel Salento? Si vuole offrire della buona Sanità, di qualità, allora perché non permettere a questa dottoressa di continuare a lavorare, d’altronde non ha mai chiesto altro!

Leggere sui giornali che il centro U.V.A. riapre e la dirigenza viene affidata ad altri professionisti, be, questo mi lascia francamente perplesso. Che cosa potrà mai cambiare adesso che sarà la Geriatria a condurre questo servizio? In concreto nulla, perché il problema è stato solamente spostato, dalla Neurologia alla Geriatria; le risorse umane destinate al centro UVA verranno sempre sottratte dal reparto, ma i numeri di questo ambulatorio ormai, sono così grandi, che serve del personale che possa dedicarsi interamente a questa fascia di pazienti, staccata dal reparto.

Ai 1300 pazienti è stato chiesto se volevano continuare ad essere seguiti dalla dott.ssa Vasquez?

Per farvi capire meglio chi è la dott.ssa Vasquez, vi lascio con una sua frase che mi disse tempo fa e mi colpì molto “ Il bene che si fa, nasce dall’amore, se tu hai amore, questo andrà verso le persone".

- Link attinenti: morbo di Alzheimer

___________________________________________________________________

02/02/2010 In merito all’articolo “Servizio affidato, torna in funzione il Centro Alzheimer del Ferrari”, comparso alcuni giorni or sono su Quotidiano, questa associazione ritiene necessarie alcune  precisazioni.

 

Il Centro UVA (Unità Valutativa Alzheimer) dell’Ospedale di Casarano, così come deliberato dalla Direzione dell’Azienda USL, prevedeva un’adeguata strutturazione organizzativa  e un ben definito organico medico e paramedico.

Purtroppo, come molto spesso accade nella nostra Azienda, le premesse e le promesse organizzatorie sono rimaste solo sulla carta.

 

Infatti, gli impegni contenuti nella delibera istitutiva sono stati totalmente disattesi e vane sono state le continue richieste del sindacato medico e quelle della Dirigente responsabile, dott.ssa Antonella Vasquez, per cui il Centro ha potuto operare nel tempo esclusivamente grazie all’indiscussa e meritoria professionalità di quest’ultima, sulla quale soltanto è gravato il peso della conduzione, anche oltre i suoi limiti fisici.

E i numeri dell’attività e del tempo dedicato al servizio sono facilmente riscontrabili.

 

Pertanto le conseguenti e più che prevedibili dimissioni della Dott. Vasquez, peraltro fortemente sofferte, sono scaturite proprio dall’effettiva impossibilità di ben operare, essendo le condizioni del servizio, già precarie dall’inizio, divenute ormai impossibili in presenza di una utenza da trattare aumentata gradualmente in maniera esponenziale.

 

Dimissioni che anche questo sindacato ritiene condivisibili, oltre che inevitabili, proprio per la grave situazione operativa determinatasi, le cui colpe sono da addebitare soltanto alla scarsa sensibilità nei confronti delle esigenze della popolazione da parte di chi gestisce il potere direzionale.

 

Altresì riteniamo che l’attuale incarico, conferito peraltro ad un geriatra solo per tamponare l’emergenza, ma ancora una volta senza una seria programmazione a monte e senza risorse adeguate, soprattutto di personale, non potrà sicuramente consentire di affrontare e superare le molteplici problematiche mediche connesse al morbo di Alzheimer, che ormai ha assunto una rilevanza sociale quasi di eccezionale gravità, appunto per il considerevolissimo aumento, negli ultimi tempi, dei pazienti che ne sono affetti.      

E per farvi fronte necessitano misure adeguate e non i soliti e inutili…”pannicelli caldi” propinati dalla Direzione. 

                                               

Dott. Aldo Paolillo

Vice Presidente Nazionale CC ANAAO ASSOMED

 

 

 

 

 

COSA E’ SUCCESSO AL CENTRO U.V.A. di Casarano?

01/02/2010 Associazione dell'A.I.M.A. - Casarano

 

Numerosi articoli di stampa si sono succeduti in questi ultimi giorni:

  1. sito TUTTOCASARANO del 20.01.2010: “Sospeso il Centro per la valutazione dell’Alzheimer! Perché?”;

  2. QUOTIDIANO DI PUGLIA del 29.01.2010: “Servizio affidato, torna in funzione il Centro Alzheimer del “Ferrari” “;

  3. TUTTOCASARANO del 31.01.2010 “Perché le dimissioni della Dott.ssa Vasquez, dal centro U.V.A.?.

A.I.M.A. Casarano, non poteva rimanere sorda e indifferente agli articoli e alle numerose chiamate pervenute al telefono dell’Associazione, da parte dei famigliari del malati di Alzheimer, per conoscere i motivi che hanno indotto la Dott.ssa Vasquez a presentare le proprie dimissioni.

Cos’è successo?

Le spiegazioni addotte dal sig. Eugenio Memmi sulla pagina TUTTOCASARANO del 31.01.2010 meritano una  profonda riflessione.

Vorremmo anche noi, capire le “VERE” ragioni che hanno provocato le dimissioni giunte come un fulmine a ciel sereno, considerata la dedizione e lo spirito di abnegazione con i quali la Dott.ssa Vasqueq ha sempre svolto il suo lavoro.

Noi famigliari dei malati non possiamo che dirle “GRAZIE” per l’amorevole dedizione sempre dimostrata nell’alleviare le sofferenze dei malati e dei famigliari quando ogni speranza sembrava perduta.

Auguriamo al nuovo responsabile di condurre al meglio l’incarico che gli è stato affidato, assicurandogli la massima collaborazione dell’AIMA – CASARANO a continuare a non dimenticare coloro che dimenticano.

Cogliamo l’occasione per informare che la nuova sede dell’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer CASARANO è in Via Margherita di Savoia n.10. (tel.339.1313114)

 

 

 

Risvegli (1990) - "Aiutami"

 

 

               

 

 

17/01/2010 Troppi compiti?! Una mamma esasperata

 

 

 

 

 

Casarano

 

Casarano

 

03/01/2010 Dedicato a... Dott.ssa A. Vasquez

 

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.