Domenica 18 Aprile, in P.zza San Domenico raccolta firme contro la centrale biomasse in corso di realizzazione a Casarano

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Codice Fiscale 03263200754

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

"L'amore, al pari della preghiera, è una forza e un processo evolutivo. E' curativo. E' creativo." (Z. Gale)

Casarano - di notte

E' assurdo!

 

 

 

 

Di Marco Rocco Cavalera

maca2007@libero.it

Casarano, 18/04/2010

 

Spero soltanto finisca presto questa sterile polemica conseguita da illazioni o presupposizioni o deviazioni ideologiche di ogni genere.

Mi spiego!

Partendo dal presupposto che ognuno di noi è libero di esprimere quello che pensa con gesti e modi che rispettino gli altri, partendo dal presupposto che ognuno della sua vita fa quello che meglio crede, che non paghiamo noi errori fatti da altri, che l’uomo, ormai è dimostrato, è “il lupo di se stesso”, credo che si sia trasceso da discorso a discorso fino a toccare il fondo.

Credo che nessuno dei signori interessati sia un esponente riconosciuto del Vaticano o del Ministero della Sanità per entrare nei dettagli come si è soliti fare dimostrando arguzia e saggezza “scaricata dal web”.

Se fosse stato un prete a scrivere avrei capito le sue ragioni e il suo interesse. Come avrei capito se a scrivere fosse stato un luminare della medicina.

Questo non è avvenuto.

Non insinuo che coloro che hanno espresso le loro opinioni non siano acculturati o informati, ma solo che non hanno nessuna qualifica, se non quella di liberi pensatori, per discutere di argomenti che mettendo alla portata di tutti perdono la loro gravità.

Il problema in sé non è la pillola RU 486, non è la “Santa Romana Chiesa”, non è la lega o il pdl.

Il problema siamo noi che non abbiamo più il senso del limite. È l’uomo che non rispetta più l’altro uomo, è quello che ormai non ci insegnano più.

Non è andare in chiesa la domenica che mi rende un non-cristiano. Preferisco pregare chiuso in casa, o cambiare chiesa fino a trovare quella giusta che mi permetta di farlo.

Non dobbiamo guardare alla figura del prete, che è solo un tramite vi ricordo. Come i fili della corrente che portano elettricità si possono ossidare e cambiarli…così è per loro, poiché se non hanno voglia di lavorare e spendersi per il prossimo e pensano solo a tirare somme, guarda caso sempre in rosso, o a spassarsela con i loro “compari” diventano come il pesce che dopo un po’ di tempo….puzza!

Non è la pillola il problema. Siamo tutti ormai assorbiti, o meglio bersagliati da un cultura del “tutto e subito”, dell’arrivismo, del “facile”, del “tutto ci è dovuto” e più passa il tempo, più siamo incapaci di trasmettere valori ed esempi. A 15 anni fumano e si drogano facendo sesso con chi capita. Se non è orrore questo mi dite allora cosa?

Ad ogni sbaglio cerchiamo di mettere la “pezza” e non pensiamo nemmeno largamente di prevenirlo, tanti bravi, noi, a trovare la giusta soluzione.

Scusate lo sfogo ma smettiamola di parlare di argomenti così delicati suscitando rabbia e proteste inutili contro tutto e tutti. Tutti siamo arrabbiati e stanchi, tutti vorremmo trovare un colpevole, tutti.

Quando capiremo che siamo noi, e solo noi, l’origine dei nostri mali allora, forse, faremo un passo avanti. C’è bisogno di rispetto non di prevaricazione, di umiltà non di orgoglio, di ascoltare non sentire. Sempre più abbandonato dalle istituzioni, l’uomo, ritorna ad essere un animale, o peggio!

__________________________________________________________________

19/04/2010 "...Se fosse stato un prete a scrivere avrei capito le sue ragioni e il suo interesse. Come avrei capito se a scrivere fosse stato un luminare della medicina...", mi permetto di dire che vivendo in questo mondo e a contatto con le persone sento la necessità di scrivere anche se non sono un prete. Più che altro il prete entra forse un po' troppo negli affari dello Stato, ma a parte questo, siccome ho modo di comunicare con figure di questo tipo (sono questo mondo i preti no?), penso di avere diritto di parlarne e il mio interesse deriva dal fatto che certe figure insegnano nelle "mie" cuole (parlo delle scuole statali) e le pago io... quindi ho tutto l'interesse a parlarne!!!
Per quanto riguarda la pillola RU486 io conosco un bel po' di persone che potrebbero averne bisogno, ci parlo con loro, le ascolto... dici che non ho interesse a parlarne? O dovrebbe entrar il mero interesse monetario?

Riporto ancora:
"...Ad ogni sbaglio cerchiamo di mettere la “pezza” e non pensiamo nemmeno largamente di prevenirlo, tanti bravi, noi, a trovare la giusta soluzione."
In genere probabilmente è così, ma io non mi sento di fare parte di questa cerchia di persone.

"...Tutti siamo arrabbiati e stanchi, tutti vorremmo trovare un colpevole, tutti." Io no, a me basta la verità, non per forza un colpevole.

Ognuno ha affrontato il problema mettendo in piazza le proprie idee, da liberi pensatori dici te e dove sta l'errore? Secondo la tua interpetazione, su certi argomenti dovevano intervenire solo preti e luminari di medicina... e l'opinione pubblica quando si forma? O censuriamo anche quella?

Ti riporto alcune mie conclusioni:
"...
Non nego l'esistenza di cristiani che danno il tutto e per tutto per gli altri o che si dedicano in opere mirabili per i sofferenti o per chi sta peggio. Ma non posso dire che i cristiani lo facciano meglio. Ammiro quelle tante persone che pur non credendo in un dio, in un Cristo si dedicano allo stesso modo ai bisognosi. "
In amicizia,
Remo Tomasi

remo.tomasi@gmail.com

 

 

 

Casarano, di notte

foto di Emanuele Memmi

e.memmi@alice.it

 

 

Luca Carboni - Farfallina

 

 

 

 

 

 

               

 

Clicca sugli annunci Google per sostenere TuttoCasarano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Dr. ANTONIO INGROIA

(Procuratore antimafia di Palermo)

il 22 aprile sarà a Casarano

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.