TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

Il guerriero della luce crede. Poiché crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere. (Paulo Coelho)

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Grazie

Gianfranco

 

 

 

 

 

Di Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it

Casarano, 01/08/2010

 

Credo che tutti dovremmo ringraziare il presidente della Camera, cofondatore del PDL, ex AN, l’onorevole Gianfranco Fini per il suo eroico comportamento avuto per contrastare e modificare quello scempio di legge elaborata dal suo stesso (ex) partito, nota come “Legge bavaglio”.

Non sono un uomo di destra, ma credo che il detto “date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio”, in questo caso calzi a pennello. Onore e merito quindi a Gianfranco Fini che solo, in un PDL Berlusconi dipendente, ha avuto il coraggio, fondamentalmente da solo, di fare da scudo con il suo corpo davanti a questa legge che di fatto avrebbe impedito ai magistrati di poter indagare avvalendosi delle intercettazioni telefoniche, e alla stampa di poterle pubblicare.

Il pericolo ovviamente non è ancora del tutto scampato, poiché l’iter parlamentare è ancora in itinere  ma Fini con i suoi collaboratori è riuscito a inserire delle importanti modifiche che di fatto hanno scongiurato i pericoli paventati. Il 13/06 scrivevo su questo sito, a proposito di questa legge, “Se volete il bene dell'Italia, dimettetevi dal PDLricevetti alcune telefonate denigratorie da parte di qualche sostenitore del PDL, alcuni commenti scritti ovviamente contrari alla mia proposta, ma ero e resto convinto della giustezza di quella mia riflessione. Ovvero, se un partito propone una legge sostanzialmente incostituzionale, che blocca il potere giudiziario, la libertà di stampa, ect. ect. chi non si schiera contro quella legge, diventa corresponsabile! Pertanto invitavo tutti gli iscritti del PDL a dimettersi, per cercare di dare al loro partito un forte segnale di dissenso e far capire al loro leader che i suoi elettori non erano delle pecore, ma persone che prima di tutto hanno a cuore le sorti dell’Italia….

Alla luce di quanto ha fatto Gianfranco Fini, devo dire che poi non avevo tutti i torti a scrivere quell’invito.

Fini, ha dimostrato al PDL, all’Italia intera, di che pasta è fatta quel partito, (non che gli altri siano molto migliori) di quanto Berlusconi sia ossessionato dalla smania di voler imbavagliare qualsiasi sistema che possa danneggiarlo, visto che per arrivare dove è arrivato ha corrotto giudici, finanzieri, si è comprato illegalmente giornali, televisioni, si è fatto un partito simile a lui, tranne qualche piccola eccezione;quindi non può permettersi una magistratura che non sia sotto il suo controllo, stampa, internet.

L’ultimo anno ha svelato, grazie alle intercettazioni telefoniche infinite illegalità che hanno toccato moltissimi suoi collaboratori; era chiaro che doveva cercare di impedire che continuassero queste crepe, troppo pericolose, insinuavano nel "suo popolo" il dubbio che Silvio non fosse poi così santo…

 Grazie ancora onorevole Gianfranco Fini  

_____________________________________________________________________

01/08/2010 Caro Eugenio, 

Gianfranco Fini in questi ultimi 16 anni di regime berlusconiano si è comportato come uno dei più fedeli maggiordomi al servizio del nano di Arcore. Lo ha difeso dai "Giudici politicizzati" e gli ha votato tutte le leggi vergogna e ad personam. Per questo motivo non sento affatto il bisogno di ringraziarlo. Anzi !

Quello che auguro a Fini è di realizzare finalmente, in Italia, una vera Destra democratica. Quella Destra tanto auspicata da Indro Montanelli.

Ecco, se fa questo sono disposto a ringraziarlo.

ledicolanteozzap

ledicolante.p@tiscali.it

 

 

 

01/08/2010 Caro Eugenio,

anch'io mi associo a quello che scrive Graziano... insomma, qua sembra che se ne accorge solo ora di chi e' Berlusconi. In questo senso mi pare piu' che azzeccato il paragone fatto dal Berlusconi tra Fini e la sua ex moglie... 
La cosa veramente preoccupante e' che da quello che leggo non sono poi in tanti i parlamentari che lo stanno seguendo... bisognerebbe vedere adesso che cosa ne pensa la base... perche' li si giochera' la partita finale...

Forse e' per questo che non vuole buttare giu' il governo, per non andare incontro a elezioni anticipate, che potrebbero rivelarsi un suicidio politico per lui... quindi non mi pare che questo "santo" sia poi veramente un santo...

William Ghilardi

william.ghilardi@googlemail.com

 

 

 

 

02/08/2010 Caro Eugenio, condivido pienamente il tuo punto di vista: GRAZIE GIANFRANCO!
Ciò che abbia fatto Fini per 17 anni non mi interessa assolutamente nulla: qui non si tratta di tesserarsi al suo nuovo partito, ma di ringraziarlo per la coraggiosa scelta che ha fatto.
Capisco che in funzione del principio secondo cui nessuno fa nulla per nulla, anche lui abbia ponderato adeguatamente modi e tempi al fine di trarre qualche vantaggio personale, ma ciò non mi impedisce di riconoscerne sia la coerenza istituzionale, sia l'esempio che il suo gesto costituisce per l'intera classe dirigente.

Altrettanto penoso è lo scenario che si presenta a sinistra, gentilmente offerto dai vari D'Alema, Rutelli, Bersani & Co.: avete seguito la lottizzazzione della componente laica del CSM? il corteggiamento a Casini? In Italia il problema non è tanto il pericolo costituito dalla persona di Berlusconi, quanto dall'inconsistenza di una vera e propria opposizione, incapace di svolgere i suoi doveri e di portare avanti un'azione coesa e propositiva.

Di fronte al disastroso spettacolo politico, offerto da destra a sinistra, cui assistiamo giornalmente seguendo TV e giornali, dobbiamo prendere atto e riconoscere al Presidente della Camera quella stoffa politica e quell'attaccamento ai principi fondanti della Repubblica che non si riscontrano in nessun'altro personaggio della destra italiana.

Personalmente spero che il centrosinistra valuti opportunatamente l'idea di sponsorizzare il governatore pugliese come leader alle prossime politiche, altrimenti la delusione porterà tante persone come me a premiare coraggio e iniziative provenienti anche da fazioni opposte..

Un caro saluto

Francisco La Manna

flamanna77@yahoo.it

 

 

 

13/06/2010  Se volete il bene dell'Italia, dimettetevi dal PDL

5 commenti

 

 

Gianfranco Fini replica a Silvio Berlusconi

 

 

 

"Non credere a nulla, semplicemente per sentito dire, non importa dove l'hai letta o chi l'ha detto, neppure se l'ho detto io, a meno che non sia affine alla tua ragione e al tuo buon senso.
Non credere nelle tradizioni, perché sono state tramandate per molte generazioni.
Non creder e in niente, solo perché se ne parla tanto, o è sostenuto dalla stragrande maggioranza degli uomini.
Non credere semplicemente perché è scritto nei tuoi libri religiosi.
Non credere solo per l’autorità dei tuoi insegnanti e degli anziani.
Ma se dopo l’osservazione e l’analisi personale, scopri che è d’accordo con la ragione, ed è favorevole al bene e beneficio di tutti, allora accettala e vivi per essa.

(Buddha)

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

06/06/2010 Non giudichiamo... parole che gettiamo nel vento.

Di Eugenio Memmi

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.